Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     

I Leader della Finanza

HomeTutte le notizieLe notizie pi¨ letteBiografie dei Leader della finanza 
Data di nascita : 19-07-1953
Luogo di nascita : New York - Stati Uniti
Principali societÓ : Starbucks Corporation
Biografia : Howard D. Schultz Ŕ presidente emerito di Starbucks Corp., presidente e amministratore delegato di...

Gli 'amministratori delegati boomerang' non sempre funzionano; Disney spera che questo sia in controtendenza

22-11-2022 | 06:40
FILE PHOTO: Robert Iger, Chairman and CEO at The Walt Disney Company, sits with moderator Diane Sawyer of ABC News as he speaks to the Economic Club of New York

Walt Disney Co pu˛ puntare su un altro sequel di successo?

Questa sembra essere la speranza dietro la decisione a sorpresa dell'azienda di riportare l'ex amministratore delegato Bob Iger al posto di Bob Chapek. La decisione è stata ampiamente accolta da Wall Street, con il titolo Disney che ha guadagnato più del 6% lunedì per ridurre la sua perdita al 37% per l'anno in corso.

La mossa ha effetto immediato.

Durante il suo primo mandato, dal 2005 al 2020, i rendimenti annualizzati degli azionisti di Disney sono stati superiori al 14%, ben al di sopra della rivale Comcast Corp e del mercato azionario più ampio, e in totale in quel periodo il titolo è salito di oltre il 400%.

Tuttavia, gli analisti e alcuni investitori affermano che un amministratore delegato che torna a ripetere il suo successo passato non è scontato, e la decisione di affidargli ancora una volta le redini può essere un segno che la cultura dell'azienda sta perdendo colpi.

"Da un punto di vista di governance, è una grande bandiera rossa", ha detto Brian Frank, il cui Frank Funds ha posseduto Disney a fasi alterne in passato e attualmente non ha una posizione nella società, ritenendo la sua valutazione troppo alta. "Si tratta di una delle aziende di maggiore qualità al mondo, con i migliori marchi al mondo, ma mi sembra che non siano in grado di pianificare la successione".

La Disney non ha risposto a una richiesta di commento per questa storia.

CAMBIAMENTO DI GIOCO O FALLIMENTO?

Complessivamente, la performance azionaria delle aziende guidate da CEO che sono tornati per un altro periodo nella loro precedente posizione - i cosiddetti CEO boomerang - è stata inferiore del 10,1% durante i loro mandati rispetto alle aziende guidate da amministratori delegati che non avevano avuto l'incarico in precedenza, secondo uno studio del 2020 pubblicato sulla MIT Sloan Management Review da Christopher Bingham, Bradley Hendricks, Travis Howell e Kalin Kolev.

Tra i fattori che hanno determinato le scarse prestazioni dei CEO che si ripetono c'è il fatto che il dirigente fosse un fondatore di un'azienda, che lavorasse in un settore dinamico o in rapida evoluzione e che l'azienda avesse trascurato la pianificazione della successione, ha rilevato lo studio.

Le azioni di Xerox sono scese del 60% nell'anno successivo al ritorno di Paul Allaire come CEO nel 2000, poiché l'azienda non è stata in grado di adattarsi alle nuove tecnologie digitali, secondo lo studio. Le azioni di Procter & Gamble Co, nel frattempo, sono aumentate di circa il 3% durante il secondo mandato biennale di A.G. Lafley come Amministratore Delegato, mentre l'indice generale S&P 500 è aumentato di circa il 26% nello stesso periodo.

Xerox ha rifiutato di commentare e P&G non ha risposto a una richiesta di commento.

Tuttavia, ci sono ragioni per pensare che Disney abbia preso la decisione giusta nel riportare Iger, ha detto Bingham.

"Potrebbe esserci un motivo in più per essere ottimisti rispetto ad altri CEO boomerang, in quanto Iger non è stato il fondatore, non è stato via per troppo tempo e sta tornando con un piano per aiutare la successione", ha detto in un'e-mail a Reuters.

Steve Jobs di Apple Inc. è forse il caso migliore di un amministratore delegato che ritorna alla sua precedente azienda. Jobs ha notoriamente ripreso la sua posizione di CEO nel 1997, quando Apple era vicina al collasso, e l'ha trasformata nell'azienda più valutata al mondo quando si è dimesso di nuovo nel 2011.

Anche Howard Schultz, che ha costruito il franchising di Starbucks Corp, ha avuto successo nel suo secondo mandato. Le azioni sono aumentate di oltre il 1.000% durante il suo mandato tra il 2008 e il 2017.

Starbucks non ha commentato questa storia, ma ha indirizzato Reuters ai suoi risultati di guadagno che hanno superato le aspettative dopo il terzo mandato di Schultz come CEO.

"Penso che questo sia un cambiamento di gioco", ha detto Stephanie Link, chief investment strategist e portfolio manager di Hightower Advisors, a proposito di Disney. Link ha posseduto l'azione in passato ed è rialzista sul nome. "Mi ricorda molto Starbucks 2.0 o 3.0 con il ritorno di Howard Schultz a Starbucks", ha detto Link. "Credo che l'unica cosa in cui [Iger] non sia bravo sia trovare un successore".

Sebbene Wall Street stia acclamando il ritorno di Iger, il successo a lungo termine di Disney dipenderà dalla sua capacità di rendere redditizia l'attività di streaming dell'azienda, gestendo al contempo il declino dell'attività televisiva tradizionale e un probabile rallentamento della divisione parchi se l'economia dovesse entrare in recessione, ha affermato David Heger, analista di Edward Jones.

"Iger potrebbe aver schivato un proiettile perché il periodo in cui Chapek era CEO non era ideale con la chiusura pandemica dei parchi e la chiusura della produzione cinematografica", ha detto Heger. "Ma non è una posizione invidiabile in cui tornare, perché ci sono così tante sfide diverse in tutta l'azienda e il settore".


ę MarketScreener con Reuters 2022