Le cliniche di riabilitazione, note anche come cliniche di assistenza post-acuta e parte dell'attività di sviluppo di progetti ospedalieri del gruppo Vamed, potrebbero valere fino a 800 milioni di euro (858 milioni di dollari), secondo il rapporto.

Fresenius ha rifiutato di commentare.

L'amministratore delegato del gruppo sanitario Michael Sen, che ha assunto l'incarico lo scorso ottobre, sta tagliando i costi e eliminando le unità non strategiche.

Ha dichiarato che il gruppo si concentrerà sull'unità di farmaci generici Kabi e sull'operatore ospedaliero Helios, mentre Vamed e una partecipazione nell'attività di dialisi Fresenius Medical Care saranno trattati come investimenti finanziari.

Il mese scorso Fresenius ha accettato di vendere la sua attività di servizi di fertilità Eugin a un consorzio guidato dal gruppo di medicina riproduttiva IVI RMA di KKR per un importo massimo di 500 milioni di euro.

(1 dollaro = 0,9321 euro)