Il compenso di Salil Parekh, CEO di Infosys, è aumentato del 17,3% a 662,4 milioni di rupie (7,9 milioni di dollari) nell'anno fiscale 2024, rendendolo uno dei capi IT indiani più pagati attualmente in carica.

Il CEO non fondatore più longevo dell'azienda tecnologica ha portato a casa 74,7 milioni di rupie di retribuzione fissa totale e 197,5 milioni di rupie di bonus, incentivi e retribuzione variabile, ha rivelato il produttore di software numero 2 del Paese nel suo rapporto annuale di lunedì.

La retribuzione comprendeva anche 390,3 milioni di rupie come benefit a causa dell'esercizio di stock option.

L'aumento della retribuzione rispetto all'anno scorso è stato determinato principalmente dal maggior numero di stock option esercitate durante l'anno.

Nell'anno fiscale 2024, l'azienda ha registrato il tasso di crescita del fatturato annuale più lento di sempre in termini di crescita a valuta costante. Per l'anno fiscale 2025, Infosys prevede una crescita dei ricavi tra l'1% e il 3% a valuta costante, mentre la maggior parte degli analisti si aspettava una crescita di almeno il 2%-5%.

Tata Consultancy Services, la più grande azienda IT indiana, il mese scorso ha dichiarato che il suo Amministratore Delegato, K Krithivasan, guadagnerà 253,6 milioni di rupie nell'anno finanziario 2024, il che probabilmente lo renderà l'Amministratore Delegato meno pagato tra le prime quattro aziende IT indiane.

Il nuovo CEO di Wipro, Srinivas Pallia, guadagnerà tra i 4,5 e i 7 milioni di dollari all'anno per i prossimi due anni. Il veterano dell'azienda è stato nominato al vertice in aprile.

L'amministratore delegato uscente Thierry Delaporte, che si è dimesso ad aprile, ha guadagnato 20,1 milioni di dollari nell'anno fiscale 2024.

(1 dollaro = 83,1272 rupie indiane) (Segnalazione di Sai Ishwarbharath B; Redazione di Sonia Cheema)