Si tratta del primo grande piano EV annunciato da Maruti Suzuki per l'India, nel tentativo di allinearsi alla strategia nazionale per ridurre la dipendenza dal petrolio e tagliare l'inquinamento atmosferico debilitante nelle principali città.

Il Primo Ministro giapponese Fumio Kishida, in visita al suo omologo indiano Narendra Modi, ha annunciato sabato 42 miliardi di dollari di investimenti in India nei prossimi cinque anni.

Suzuki Motor Gujarat Private investirà 31 miliardi di rupie entro il 2025 per aumentare la capacità di produzione di batterie EV e 73 miliardi di rupie per la costruzione di impianti di batterie per veicoli, ha dichiarato l'azienda.

"La missione futura di Suzuki è quella di raggiungere la neutralità delle emissioni di carbonio con le auto di piccole dimensioni", ha dichiarato il Presidente di Suzuki Motor, Toshihiro Suzuki.

Tata Motors è il più grande venditore di auto elettriche in India, mentre la rivale Mahindra & Mahindra e il produttore di moto TVS Motor stanno rafforzando i loro piani EV.