Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietąMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Bce : ennesima stoccata Lagarde a criptovalute (milanofinanza.it)

07-05-2021 | 17:40

MILANO (MF-DJ)--I governatori delle principali banche centrali mondiali continuano a esprimersi in maniera fortemente negativa sulle criptovalute. Oggi, a ribadire tutto il proprio scetticismo, sono stati la presidente della Bce, Christine Lagarde, e il governatore della Bank of England, Andrew Bailey, si legge su milanofinanza.it.

Le criptovalute "sono una categoria che non ha nulla a che fare con l'eventuale euro digitale o le valute digitali di altre anche centrali, sono criptoasset su cui le persone sono libere di investire assumendosene tutti i rischi. A mio parere, servono per il riciclaggio e il finanziamento di strane attività", ha affermato la Lagarde, intervenendo al convegno The State of the Union dello European Institute di Firenze.

Per Andrew Bailey, le criptovalute sono tutt'altro che delle ottime alternative alle valute tradizionali. "Non hanno alcun valore intrinseco", ha tuonato il numero uno della BoE, "ciò significa che sono le persone a dargli valore, hanno un valore estrinseco. Lo dirò di nuovo in modo molto schietto", ha poi aggiunto, "si possono acquistare solo se si è pronti a perdere tutti i soldi". Dello stesso avviso Lagarde, secondo cui chi investe in criptovalute "si assume un rischio totale", scegliendo strumenti che tra le altre cose "sono utilizzati per il riciclaggio di denaro sporco", ed escludendo per l'ennesima volta qualsiasi legame con le stable coin e le valute digitali, le quali sono invece allo studio da parte della banche centrali, Bce in primis.

Lagarde, infatti, ha sottolineato la totale apertura al progetto di un euro digitale, che gode di ampio sostegno dei cittadini dell'Unione. "Se si presta ascolto a ciò che ci stanno dicendo gli europei", ha notato, "è che sono molto interessati, lo vogliono. Tanto più che la pandemia ha accelerato questo processo. Ad oggi, oltre il 60% degli europei dice che vorrebbe usare un mezzo di pagamento come l'euro digitale", ha sottolineato il numero uno dell'Eurotower. A proposito di tale argomento, Lagarde ha anche ricordato che quando era alla guida del Fondo monetario internazionale "valutammo che le valute digitali delle Banche centrali potevano essere molto più inclusive, economiche, efficienti e veloci". Chiaramente, ci sono "una serie di aspetti tecnici, di principio, di sovranità, di ruolo da essere valutati", ha proseguito, sottolineando: "Penso che quello che dobbiamo agli europei è valutare, esplorare e poi dire se procedere sull'euro digitale. È una questione che non si può lasciare solo alla banca centrale, bisognerà coinvolgere anche i legislatori".

Lagarde ha poi ribadito come, al contrario di quanto avvenuto nella crisi finanziaria, quando il ruolo internazionale dell'euro come valuta di riserva è diminuito, "nella crisi Covid-19 la valuta comune ha mantenuto il suo status". Interrogata su una possibile unione del mercato dei capitali, si è apertamente dichiarata a favore, ribadendo così quanto già detto ieri. "Ci aiuterebbe ad andare più velocemente verso un'unione dei mercati dei capitali di cui abbiamo bisogno perché' l'euro possa giocare un ruolo maggiore a livello internazionale", ha aggiunto Lagarde, ricordando che "nell'Unione europea abbiamo 27 mercati dei capitali, non uno", e che "un rafforzamento del ruolo internazionale dell'euro non accadrà in assenza di un'unione dei mercati dei capitali".

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(END) Dow Jones Newswires

May 07, 2021 11:39 ET (15:39 GMT)

Ultime notizie "Economia & Forex"
21/06Nota di chiusura
DJ
21/06FLORENTIA VILLAGE : compie 10 anni
DJ
21/06IMMIGRAZIONE : Draghi, con Merkel vicinanza vedute su "dimensione esterna"
DJ
21/06DEUTSCHE BANK F.A. : 15 nuovi professionisti sul territorio
DJ
21/06EURO 2020 : Draghi; finale a Roma? Mi adopererò
DJ
21/06PNRR : Franco; decisivo per uscire da crisi, sfida è realizzarlo
DJ
21/06G20 : Franco, auspicabile accordo su tasse multinazionali
DJ
21/06PIL : Franco, gettare basi crescita duratura per calo debito
DJ
21/06PIL : Franco; oltre 4,5% stimato, rafforzare questo trend
DJ
21/06UE : Draghi, impegnati in riforme sistema per Italia più competitiva
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"