MILANO (Reuters) - Indici piatti, con tendenza negativa, a Piazza Affari.

Gli investitori si mostrano ancora cauti dopo il calo dei mercati di ieri a seguito degli esiti del voto europeo e del conseguente annuncio di elezioni anticipate in Francia.

Prevale, inoltre, l'attesa per la riunione del Fomc, che si apre oggi per concludersi domani, quando saranno in calendario anche i dati sull'inflazione Usa di aprile.

Dopo i numeri forti sull'occupazione pubblicati venerdì scorso, i trader hanno ridotto le scommesse su un ribasso dei tassi Fed a settembre a meno del 50%, ridimensionando le aspettative anche riguardo al numero delle mosse di allentamento previste per quest'anno.

Continua la fase di vendite sulle banche, già penalizzate ieri dal ribasso degli istituti di credito francesi. Anche oggi la peggiore a Milano è Banco Bpm, in flessione del 2,6%, penalizzata dalla decisione di Morgan Stanley di tagliare la raccomandazione a "Equal-weight" da "Overweight", portando però il prezzo obiettivo a 7,7 euro da 7,1 euro. Fra le big Intesa Sanpaolo perde lo 0,5% e UniCredit lo 0,4%. In calo anche Bper (-1,3%) e Mps l'1,7%.

Spunti su doValue che avanza dell'1,5% dopo l'annuncio del recupero di 23 milioni di euro circa in relazione a un tax claim pregresso.

Ben raccolta Iveco (+1,7%).

(Giancarlo Navach, editing Gianluca Semeraro)