Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Cina, COVID e greggio

28-11-2022 | 11:32
FILE PHOTO: COVID-19 outbreak in Shanghai

Uno sguardo alla giornata in corso nei mercati statunitensi e globali da parte di Mike Dolan.

I rari disordini antigovernativi che si sono verificati nelle città della Cina nel fine settimana hanno innervosito i mercati mondiali, indebolendo i prezzi del greggio e aggiungendo nuovi rischi politici ad una fine d'anno fragile.

Nel fine settimana, le manifestazioni contro i rigidi limiti del COVID-19 sono divampate in tutto il Paese e le infezioni sono salite, i manifestanti hanno dato una dimostrazione di disobbedienza civile senza precedenti da quando il leader Xi Jinping ha assunto il potere un decennio fa.

Temendo che sia i disordini che la crisi COVID aggravino il colpo economico alla Cina e al mondo, la reazione iniziale del mercato lunedì è stata quella di vendere le azioni cinesi, lo yuan e il petrolio - con i prezzi del greggio che sono scesi a quasi 80 dollari al barile, il minimo da gennaio. Le altre borse asiatiche si sono indebolite di pari passo.

Un giro di vite normativo degli Stati Uniti sui giganti cinesi del settore tecnologico, che citano preoccupazioni per la sicurezza nazionale, ha pesato anche sulle azioni delle aziende tecnologiche.

Inoltre, gli sviluppi in strada hanno fatto sì che la decisione della banca centrale di venerdì di tagliare i coefficienti di riserva richiesti dalle banche non sia stata di grande conforto, anche se questo e la prospettiva di un ulteriore allentamento hanno aggiunto pressione alla valuta cinese.

Anche le azioni europee e i futures statunitensi sono scesi lunedì. I guadagni del dollaro si sono rapidamente invertiti, tuttavia, mentre i rendimenti del Tesoro americano a 10 anni sono scesi ai minimi da quasi due mesi.

Il segnale di recessione della curva dei rendimenti statunitensi tra i 3 mesi e i 10 anni si è ulteriormente invertito, raggiungendo quasi 70 punti base, il valore più negativo in quasi 22 anni.

Per settimane i mercati finanziari hanno guardato con favore anche al più vago accenno di allentamento delle limitazioni cinesi, con molti gestori patrimoniali che continuano a ritenere che le restrizioni saranno abolite entro la fine del primo trimestre del 2023.

Ora potrebbe sembrare più difficile da analizzare.

Non è chiaro se i crescenti disordini creino un nuovo livello di rischio politico imprevedibile in Cina o se si limitino ad accelerare l'uscita del governo dalla strategia draconiana 'zero COVID' - o addirittura un'inversione di rotta sull'acquisto di vaccini stranieri.

Al ritorno dei mercati statunitensi dopo il weekend del Ringraziamento, l'attenzione tornerà sulla stretta della Federal Reserve, sul mercato del lavoro e sul quadro dell'inflazione. Il Presidente della Fed Jerome Powell parlerà mercoledì, mentre il rapporto sull'occupazione statunitense di novembre sarà pubblicato venerdì.

Il rally del mercato orso nelle azioni potrebbe continuare fino al prossimo anno, prima di ricadere in una recessione dell'economia mondiale, ha affermato Deutsche Bank nel suo outlook economico 2023 pubblicato lunedì. Il gigante bancario tedesco ha detto di aspettarsi che la produzione degli Stati Uniti scenderà del 2% nell'arco dell'intero anno, la produzione della zona euro scenderà dell'1% e la crescita economica mondiale rallenterà a un 2% di recessione.

Prevede inoltre che il tasso di cambio euro/dollaro aumenterà costantemente fino a 1,10 dollari entro la fine del 2023, i rendimenti del Tesoro a 10 anni rimarranno costanti al 3,65%, il greggio Brent scenderà a 80 dollari al barile e gli spread di credito si allargheranno.

Sviluppi che potrebbero fornire una direzione ai mercati statunitensi nel corso della giornata di lunedì:

* Indice manifatturiero di Dallas Fed Nov; parla il Presidente della Federal Reserve di New York John Williams.

* Il Presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde al Parlamento Europeo. Il membro del Consiglio di amministrazione della BCE Elizabeth McCaul parla a Londra.

* Il Primo Ministro del Regno Unito Rishi Sunak interviene al banchetto del sindaco.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AUSTRALIAN DOLLAR / CHINESE YUAN RENMINBI (AUD/CNY) -1.59%4.684746 Prezzo in differita.2.30%
AUSTRALIAN DOLLAR / EURO (AUD/EUR) -1.14%0.6411 Prezzo in differita.1.88%
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) -2.19%0.6917 Prezzo in differita.4.91%
BRENT OIL -2.83%79.73 Prezzo in differita.-3.41%
BRITISH POUND / CHINESE YUAN RENMINBI (GBP/CNY) -0.77%8.164163 Prezzo in differita.0.02%
BRITISH POUND / EURO (GBP/EUR) -0.36%1.1162 Prezzo in differita.-0.43%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) -1.37%1.20531 Prezzo in differita.2.41%
CANADIAN DOLLAR / CHINESE YUAN RENMINBI (CAD/CNY) -0.01%5.0531 Prezzo in differita.-0.39%
CANADIAN DOLLAR / EURO (CAD/EUR) 0.46%0.691831 Prezzo in differita.-0.81%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) -0.57%0.7461 Prezzo in differita.2.05%
DEUTSCHE BANK AG 0.65%11.53 Prezzo in differita.8.20%
EURO / CHINESE YUAN RENMINBI (EUR/CNY) -0.41%7.3106 Prezzo in differita.0.34%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) -1.02%1.0793 Prezzo in differita.2.90%
HALMA PLC 1.14%2315 Prezzo in differita.15.96%
INDIAN RUPEE / CHINESE YUAN RENMINBI (INR/CNY) 0.16%0.082164 Prezzo in differita.-1.09%
INDIAN RUPEE / EURO (INR/EUR) 0.51%0.011231 Prezzo in differita.-1.40%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) -0.50%0.012132 Prezzo in differita.1.21%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) -2.31%0.63245 Prezzo in differita.2.63%
S&P GSCI BRENT CRUDE INDEX -2.71%680.3413 Prezzo in tempo reale.-4.35%
S&P GSCI CRUDE OIL INDEX -3.40%402.2251 Prezzo in tempo reale.-4.05%
UNITED STATES DOLLAR (B) / CHINESE YUAN IN HONG KONG (USD/CNH) 1.08%6.8055 Prezzo in differita.-2.71%
US DOLLAR / CHINESE YUAN RENMINBI (USD/CNY) 0.66%6.7728 Prezzo in differita.-2.27%
US DOLLAR / EURO (USD/EUR) 1.03%0.926526 Prezzo in differita.-2.82%
WTI -3.33%73.419 Prezzo in differita.-4.63%
Ultime notizie "Economia"
03/02Gli hacker dicono di aver pagato un riscatto nel caso dell'azienda di dati sui derivati ION, l'azienda rifiuta di commentare
MR
03/02Le entrate russe saranno ulteriormente colpite dai massimali sui suoi prodotti petroliferi - Yellen
MR
03/02La banca centrale delle Filippine si concentrerà sull'inflazione nella prossima riunione politica - governatore
MR
03/02Il rapporto sui posti di lavoro scuote i tori di Wall Street, mentre tornano i timori per l'inflazione
MR
03/02Il ministero delle Finanze brasiliano sosterrà l'aumento del salario minimo a partire da maggio - fonti
MR
03/02Il sindacato italiano presenta una denuncia legale contro il terminale GNL di Snam per problemi ambientali
MR
03/02I consumatori di generi alimentari fanno causa per bloccare l'acquisto da 25 miliardi di dollari di Albertsons da parte di Kroger
MR
03/02Il Canada ritira le misure proposte per vietare alcuni fucili e fucili da caccia
MR
03/02I prezzi dell'energia all'ingrosso aumentano nel Nordest degli Stati Uniti con l'arrivo dell'ondata artica.
MR
03/02La disoccupazione Usa ai minimi dalla fine degli anni '60
AW
Ultime notizie "Economia"