Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Clima: acquista slancio piano da 1.000 mld usd per aiutare Paesi in via di sviluppo

24-11-2022 | 14:41

MILANO (MF-DJ)--I leader globali stanno spingendo la Banca mondiale e altre banche internazionali di sviluppo a rinnovare le loro politiche di prestito per aiutare le Nazioni più povere ad affrontare il cambiamento climatico e l'aumento del debito.

Lo sforzo, che arriva mentre le Nazioni povere soffrono per le difficoltà economiche amplificate dalla guerra in Ucraina, ha acquisito slancio durante il vertice sul clima delle Nazioni Unite (Cop27) di questo mese. Le Nazioni hanno concordato in quell'occasione di istituire un fondo per pagare i danni legati al clima nei Paesi ritenuti particolarmente vulnerabili.

I sostenitori hanno detto che le Nazioni ricche devono riformare le banche di sviluppo in modo che possano fornire fondi a tassi inferiori a quelli di mercato - o "concessioni" - alle Nazioni in via di sviluppo per finanziare progetti e infrastrutture per l'energia pulita. Tali sforzi potrebbero espandere i prestiti in modo sicuro fino a 1.000 miliardi di dollari, dicono.

"Abbiamo bisogno di un'ondata di finanziamenti agevolati", ha detto il presidente francese Emmanuel Macron durante la conferenza. Macron è tra i leader che sostengono la cosiddetta Bridgetown Initiative appoggiata dal primo ministro delle Barbados, Mia Mottley. L'iniziativa richiede un uso più aggressivo delle risorse finanziarie presso la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale per espandere i prestiti ai Paesi a basso e medio reddito di 1.000 miliardi di dollari.

Separatamente, a luglio un panel convocato dal G20 ha formulato raccomandazioni volte ad aumentare i prestiti delle banche di "diverse centinaia di miliardi di dollari nel medio termine" attraverso un uso più efficiente dei loro bilanci, compreso l'aumento della tolleranza al rischio. Le proposte non richiedono specificamente una nuova infusione di capitale tradizionale dalle Nazioni ricche. Piuttosto, fanno affidamento sulla leva del capitale esistente e sull'utilizzo di strumenti finanziari, inclusi i diritti speciali di prelievo dell'Fmi,. Sono in discussione anche altri strumenti come le garanzie sui prestiti e la cartolarizzazione dei progetti.

Gli analisti di Moody's Investors Service hanno affermato in un rapporto di novembre che si aspettavano che le banche adottassero la maggior parte, se non tutte, le raccomandazioni del panel del G20, che hanno un ampio sostegno da parte della Casa Bianca. In risposta alle discussioni alla Cop27, il presidente della Banca mondiale David Malpass ha affermato che la banca prevede di pubblicare un documento entro la fine dell'anno, delineando una roadmap per espandere il proprio ruolo in modo da riflettere le recenti spinte dei governi membri, comprese le raccomandazioni del panel del G20, si legge in una documento del 14 novembre inviato a tutto il personale della banca. Riconoscendo che gli sforzi in corso della banca per affrontare il clima e altre sfide che le Nazioni in via di sviluppo devono affrontare non erano sufficienti, ha affermato di aver accolto con favore le richieste di un ruolo maggiore per la banca. "Ciò è in linea con la nostra capacità storica di evolvere costantemente come istituzione per affrontare le mutevoli esigenze dello sviluppo", ha detto.

cos


(END) Dow Jones Newswires

November 24, 2022 08:40 ET (13:40 GMT)

Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BRIDGETOWN HOLDINGS LIMITED 0.10%9.86 Prezzo in differita.0.31%
MOODY'S CORPORATION -0.66%290.3 Prezzo in differita.-25.42%
Ultime notizie "Economia"
19:54Il tribunale degli Stati Uniti valuta l'inedita questione della proprietà delle criptovalute nel fallimento
MR
19:44La SEC statunitense voterà sulle proposte che potrebbero rivedere il trading di Wall St.
MR
19:32Nota di chiusura
DJ
19:32L'agenda di domani
DJ
19:31L'agenda di domani - Energy Italia
DJ
19:31L'agenda di domani - Energy Corporate Italia
DJ
19:31L'agenda di domani - Energy e sostenibilitá
DJ
19:31L'agenda di domani - Energy Corporate Mondo
DJ
19:31L'agenda di domani - Energy Bruxelles
DJ
19:31Estrima: Birò scelto da Ordine di Malta per assistenza a Torino
DJ
Ultime notizie "Economia"