Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 

Energia : Gse, caro bolletta non per incentivi rinnovabili

20-10-2021 | 15:11

ROMA (MF-DJ)--Gli incentivi alle rinnovabili non sono la causa degli aumenti delle bollette, se mai la soluzione, visto che il loro peso sulla componente Asos va progressivamente diminuendo e che le rinnovabili consentono di accelerare la transizione energetica (svincolandoci dal gas, che è il principale imputato degli aumenti in bolletta).

E' la posizione espressa dal Gse nel corso di un'audizione sul Decreto taglia bollette presso la commissione Industria del Senato. "L'incremento delle bollette energetiche non è dovuto a un aumento degli oneri generali di sistema e in particolare non è dovuto a un incremento degli oneri per l'incentivazione delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica. Anzi, tali oneri, anche in virtù delle politiche tariffarie definite dall'Autorità e delle azioni varate dal Governo, si sono ridotti nel corso degli ultimi due anni", ha detto l'a.d. Andrea Ripa di Meana.

"Difatti, considerando ad esempio la bolletta elettrica media annua della famiglia tipo, gli oneri di sistema sono passati dai 126 euro del 2019 ai 113 euro del 2020 ai 73 euro del 2021", ha precisato il manager.

Più in generale, astraendosi dall'esempio della bolletta elettrica della famiglia tipo e dal tema degli aggiornamenti tariffari, "la tendenza a una diminuzione dell'esigenza di gettito per fianziare gli incentivi alle fonti rinnovabili va al di là delle specificità degli ultimi aggiornamenti tariffari". Essa è il frutto di differenti fattori, tra cui due sono i principali, ha spiegato l'a.d.

In primo luogo, grazie al meccanismo della "feed in premium", in base al quale più è alto il costo dell'energia e minore è l'incentivo riconosciuto, gli incentivi alle rinnovabili in bolletta scenderanno di oltre 1 mld nel 2021 e di quasi 1,4 mld nel 2022. Inoltre, dallo scenario elaborato dal Gse, "business as usual", si evince come gli incentivi alle rinnovabili andranno progressivamente diminuendo fino ad azzerarsi quasi del tutto nel 2040. Questo decalage riguarda anche gli incentivi al fotovoltaico (Conto Energia) per via del fatto che i vecchi impianti che godono di incentivi alti escono dal periodo di incentivazione, mentre entrano nuovi impianti, che però percepiscono incentivi più bassi.

gug

(END) Dow Jones Newswires

October 20, 2021 09:10 ET (13:10 GMT)

Ultime notizie "Materie Prime"
03/12Il futuro del petrolio e del gas del Regno Unito nel Mare del Nord si oscura dopo l'uscita di Cambo della Shell
MR
03/12ENERGIA: ok Cdm a 6 impianti eolici per 347 MW
DJ
03/12ELETTRICITÀ: Unc ad Arera, per interruzioni salgano indennizzi
DJ
03/12BOLLETTE: Unc, ottima idea contributo solidarietà redditi alti
DJ
03/12BOLLETTE: Assoutenti, intervenire su profitti società no redditi
DJ
03/12ELETTRICITÀ: Arera, con regolazione meno interruzioni e più brevi
DJ
03/12CONNEXT: Confindustria, Enel X, Eni premiano best economia circolare
DJ
03/12FORMAZIONE: Enel, Eni, Leonardo, Poste I. a Scuola Polizia
DJ
03/12ENEL X: con Policlinico Gemelli lancia Smart Axistance e-Well
DJ
03/12INNOVAZIONE: Smau Napoli torna in presenza il 16/17 dicembre
DJ
Ultime notizie "Materie Prime"