Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaCalendarioSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Erdogan collega l'offerta NATO di Svezia e Finlandia al ritorno dei 'terroristi'.

18-05-2022 | 23:15
FILE PHOTO: Turkey's President Tayyip Erdogan holds a news conference during the NATO summit at the Alliance's headquarters in Brussels, Belgium

Il Presidente Tayyip Erdogan ha detto mercoledý che la Svezia non deve aspettarsi che la Turchia approvi la sua candidatura alla NATO senza rimpatriare i "terroristi", e che le delegazioni svedese e finlandese non devono venire in Turchia per convincerla a sostenere la loro adesione all'Alleanza.

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e gli alti funzionari della sua amministrazione hanno ripetuto di essere fiduciosi che l'obiezione di Ankara non sarà un ostacolo per il processo di adesione dei Paesi nordici, anche se non hanno specificato come la posizione della Turchia potrebbe essere cambiata.

La Finlandia e la Svezia hanno presentato mercoledì la domanda formale di adesione alla NATO guidata dagli Stati Uniti, una decisione stimolata dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, e il processo di adesione dovrebbe durare solo poche settimane, nonostante le obiezioni della Turchia.

Ankara sostiene che la Svezia e la Finlandia ospitano persone legate a gruppi che considera terroristi, in particolare il gruppo militante del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) e i seguaci di Fethullah Gulen, che la Turchia accusa di aver orchestrato un tentativo di colpo di stato nel 2016.

"Abbiamo una sensibilità tale da proteggere i nostri confini dagli attacchi delle organizzazioni terroristiche", ha detto Erdogan ai legislatori del suo partito AK al potere in Parlamento.

Erdogan ha detto che gli alleati della NATO non hanno mai sostenuto la Turchia nella sua lotta contro i gruppi militanti curdi, compreso l'YPG curdo siriano, che Ankara considera anche un gruppo terroristico strettamente legato al PKK.

"L'espansione della NATO è significativa per noi solo in proporzione al rispetto che verrà mostrato alla nostra sensibilità", ha detto.

Il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, in un briefing ha detto di credere che Finlandia e Svezia alla fine avranno un processo di adesione "efficace ed efficiente". Ha aggiunto che le preoccupazioni della Turchia "possono essere affrontate".

Il Ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, in visita negli Stati Uniti, ha anche detto di aver comunicato al Segretario di Stato americano Antony Blinken, durante un incontro a New York, che Ankara aveva "legittime preoccupazioni sulla sicurezza" che dovevano essere affrontate.

"Loro (Blinken) hanno detto che trasmetteranno i messaggi necessari per superare le preoccupazioni della Turchia", ha detto.

L'incontro è stato "positivo e costruttivo", ha detto un funzionario del Dipartimento di Stato americano.

Alla domanda sull'obiezione della Turchia, Biden ha detto ai giornalisti: "Non vado in Turchia, ma penso che andremo bene".

Biden ospiterà i leader di Svezia e Finlandia alla Casa Bianca giovedì per discutere le loro candidature alla NATO.

LE OBIEZIONI DI ERDOGAN

L'emittente statale turca TRT Haber ha dichiarato lunedì che Svezia e Finlandia non hanno concesso l'approvazione per il rimpatrio di 33 persone richiesto dalla Turchia.

"Quindi non ci restituite i terroristi, ma ci chiedete l'adesione alla NATO? La NATO è un'entità per la sicurezza, un'organizzazione per la sicurezza. Pertanto, non possiamo dire 'sì' a questa organizzazione di sicurezza privandola della sicurezza", ha detto Erdogan.

Il principale consigliere di Erdogan per la politica estera, Ibrahim Kalin, ha avuto telefonate con i suoi omologhi di Finlandia, Svezia e Stati Uniti, tra gli altri, ha dichiarato la Presidenza turca. Kalin ha detto che i progressi sulla candidatura dei Paesi nordici alla NATO saranno possibili solo se verranno compiuti passi concreti per affrontare le preoccupazioni della Turchia in materia di sicurezza nazionale.

Erdogan ha anche accusato gli alleati della NATO di sostenere i terroristi, citando le loro forniture di armi per l'YPG, una delle principali fonti di disaccordo tra Ankara e Washington, così come altri Paesi occidentali. Cavusoglu ha dichiarato di aver detto a Blinken che Washington dovrebbe interrompere il suo sostegno all'YPG.

Nel 2019, Ankara ha ricevuto poco sostegno internazionale per i suoi piani di costruzione di una zona sicura nel nord della Siria, compreso l'insediamento di 1 milione di siriani in una parte del nord-est della Siria che la Turchia e i suoi alleati ribelli siriani hanno sequestrato dall'YPG.

Erdogan ha anche detto che la Turchia si opporrà alle offerte della NATO da parte di coloro che hanno imposto sanzioni ad Ankara. Svezia e Finlandia hanno vietato le esportazioni di armi alla Turchia dopo la sua incursione in Siria contro l'YPG nel 2019.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Ultime notizie "Economia & Forex"
00:59Il Nuovo Messico protegge le cliniche abortive in vista del previsto aumento di pazienti
MR
00:58La società britannica di private equity Actis acquisterà il 10% della brasiliana Omega Energia
MR
00:11Biden annuncerà l'estensione della presenza di truppe statunitensi in Polonia -NBC News
MR
27/06Morgan Stanley, Bank of America aumentano i dividendi, JPMorgan rimane piatta
MR
27/06Lockheed si aggiudica un contratto da 2,3 miliardi di dollari per la costruzione di elicotteri Black Hawk
MR
27/06Il fatturato trimestrale di Nike è superiore alla domanda di abbigliamento sportivo
MR
27/06Morgan Stanley coprirà i viaggi dei dipendenti statunitensi per i servizi di aborto - fonte
MR
27/06Albemarle progetta un importante impianto di lavorazione del litio negli Stati Uniti
MR
27/06FTX di Bankman-Fried sta cercando di acquistare Robinhood - Bloomberg News
MR
27/06Factbox - I produttori globali di latte artificiale inviano prodotti per rifornire gli scaffali degli Stati Uniti.
MR
Ultime notizie "Economia & Forex"