Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietąIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Esclusivo-Exxon uscirą dalla Guinea Equatoriale nell'ambito di un pił ampio ritiro del greggio africano

29-11-2022 | 08:38
FILE PHOTO: The logo of Exxon Mobil Corporation is shown on a monitor above the floor of the New York Stock Exchange in New York

Exxon Mobil Corp interromperą la produzione di petrolio in Guinea Equatoriale e lascerą il Paese dell'Africa Occidentale dopo la scadenza della sua licenza nel 2026, hanno dichiarato a Reuters due fonti vicine alla questione.

La partenza riflette una mossa più ampia da parte dei principali produttori di petrolio per ridurre la produzione di greggio in Africa Occidentale e spostare gli investimenti verso lo sviluppo di gas naturale a basse emissioni di carbonio nel continente e verso progetti più redditizi nelle Americhe.

"Si tratta di una regione ad alto costo, dove anche le emissioni di carbonio sono un problema", ha dichiarato Gail Anderson, direttore di ricerca per l'Africa sub-sahariana presso la società di consulenza energetica Wood Mackenzie.

Exxon ha tagliato la sua produzione nel Paese a meno di 15.000 barili di petrolio al giorno (bpd) attraverso l'unità di produzione esistente Serpentina, ha detto lunedì una delle fonti a condizione di anonimato per discutere informazioni non pubbliche. Quest'anno ha evacuato il personale dalla piattaforma di produzione offshore Zafiro a causa dell'ingresso di acqua nella nave ormai obsoleta.

L'Europa, che è alla ricerca di fornitori di petrolio alternativi dopo le sanzioni imposte quest'anno contro la Russia, è la destinazione principale delle esportazioni di petrolio della Guinea Equatoriale.

GIACIMENTI PETROLIFERI CHE INVECCHIANO

La produzione di petrolio di Exxon in Guinea Equatoriale, un membro dell'Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC), ha raggiunto un picco di oltre 300.000 bpd otto anni fa e da allora è in calo. Exxon sta cercando di vendere la sua operazione Zafiro dal 2020. L'anno scorso l'azienda ha pompato circa 45.000 bpd in Guinea Equatoriale, rispetto alla produzione totale del Paese di 93.000 bpd.

L'Africa sta lottando per soddisfare le quote OPEC a causa della mancanza di investimenti nella produzione di greggio. La produzione dei suoi due principali produttori, Angola e Nigeria, membri dell'OPEC, è scesa di un terzo a 2,1 milioni di bpd in ottobre, rispetto ai 3,2 milioni di bpd del 2019. Dal 2013, è diminuita del 41%.

Anche la quota di flussi di cassa petroliferi della regione è in calo, secondo uno studio della società di consulenza Deloitte. Per i produttori di petrolio del Medio Oriente e dell'Africa, la liquidità è scesa al 30% dei flussi globali negli ultimi due anni, dal 50% tra il 2010 e il 2020.

I produttori stranieri di petrolio Chevron Corp, Shell Plc ed Exxon si sono ritirati dalla Nigeria a causa dei livelli dilaganti di furto di petrolio, vendendo le loro attività per lo più a società locali.

La produzione della Nigeria è ai minimi da 32 anni e quest'anno il Paese è scivolato dietro l'Angola come maggiore esportatore dell'Africa. Anche TotalEnergies è uscita dall'Angola all'inizio dell'anno.

SPOSTAMENTO VERSO LE AMERICHE

Mentre la produzione di greggio in Africa Occidentale si riduce, la produzione nelle Americhe dovrebbe crescere a 28 milioni di bpd il prossimo anno, con un aumento di 2,3 milioni di bpd rispetto ai livelli pre-pandemia, secondo le stime dell'OPEC. Gran parte dell'aumento proviene da Stati Uniti, Canada, Guyana e Brasile, alcuni dei luoghi in cui Exxon ha aumentato la spesa per la produzione di petrolio.

Exxon ha deciso di smantellare Zafiro e di rimorchiare la piattaforma, ha confermato un portavoce di Exxon, rifiutandosi di commentare ulteriormente.

Exxon potrebbe recuperare parte della produzione di Zafiro e raggiungere circa 25.000-30.000 bpd aggiungendo una terza piattaforma chiamata Jade, in attesa delle approvazioni governative e aziendali, ha detto una delle persone.

NAMIBIA E IL GAS NATURALE

Mentre la produzione di greggio diminuisce in Africa Occidentale, il futuro del gas naturale liquefatto (LNG) del continente è in aumento e la produzione di combustibili fossili potrebbe crescere altrove in Africa. I principali produttori stanno investendo nel gas e nel GNL, mentre l'Europa cerca di sostituire le forniture della Russia, bloccata dalle sanzioni.

L'aumento della domanda a livello globale potrebbe portare ad un aumento del 30% della produzione di gas in Africa entro la fine del decennio, secondo Deloitte.

Il Mozambico ha esportato il suo primo carico di GNL all'inizio di questo mese dal consorzio Coral South floating LNG da 8 miliardi di dollari, guidato dall'azienda petrolifera italiana Eni e da Exxon. L'anno scorso Chevron ha esportato il primo carico di GNL dal progetto di gas Alen che gestisce in Guinea Equatoriale.

La Libia e l'Algeria producono petrolio a livelli di costo più bassi e potrebbero continuare ad attrarre investimenti se adottassero misure per ridurre le emissioni di carbonio dalle operazioni attuali, secondo uno studio della società di consulenza McKinsey and Company.

In Namibia sono state scoperte riserve promettenti di petrolio e gas, con pozzi di valutazione che dovrebbero essere perforati nella prima metà del prossimo anno, ha detto Anderson di Wood Mackenzie.

"Potrebbe essere la prossima Guyana", ha detto, riferendosi alla nazione sudafricana che ospita la più grande scoperta di petrolio al mondo nell'ultimo decennio. "I segnali sono molto positivi".


© MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BRENT OIL 0.27%82.06 Prezzo in differita.-0.55%
CHEVRON CORPORATION -1.37%169.01 Prezzo in differita.-4.53%
DOW JONES AFRICA TITANS 50 INDEX -1.68%486.36 Prezzo in tempo reale.7.74%
EURO / BRAZILIAN REAL (EUR/BRL) -0.12%5.4803 Prezzo in differita.-2.69%
EXXON MOBIL CORPORATION -3.13%111.15 Prezzo in differita.4.03%
S&P AFRICA 40 INDEX -0.15%161.63 Prezzo in tempo reale.8.22%
S&P GSCI CRUDE OIL INDEX -0.12%415.9815 Prezzo in tempo reale.-1.50%
S&P GSCI NATURAL GAS INDEX -0.49%114.4302 Prezzo in tempo reale.-40.02%
SHELL PLC -1.23%2337.5 Prezzo in differita.0.49%
TOTALENERGIES SE -1.41%55.18 Prezzo in tempo reale.-5.92%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) -0.03%70.0719 Prezzo in differita.-2.01%
WTI -0.21%75.96 Prezzo in differita.-1.72%
Ultime notizie "Economia"
03:44Le azioni indiane sono destinate a salire grazie all'attenuazione delle preoccupazioni sull'inflazione; i titoli Adani in primo piano
MR
03:36Le azioni asiatiche si ritirano, il dollaro recupera terreno in vista dei dati sulle buste paga statunitensi
MR
03:15Factbox-Palloni spia ad alta quota: vecchio concetto, nuove applicazioni
MR
03:06I guadagni del settore tecnologico hanno messo in pausa il rally del mercato
MR
02:55L'investitore Ryan Cohen prende una partecipazione in Nordstrom - WSJ
MR
02:51Gli Stati Uniti affermano che i prodotti della Sime Darby Plantation non sono più prodotti con lavoro forzato
MR
02:49Il miliardario Cohen costruisce una partecipazione in Nordstrom, sollecitando un cambiamento del consiglio di amministrazione
MR
02:37La RBA alzerà i tassi di 25 bps il 7 febbraio, e di nuovo al 3,60% a marzo
MR
02:34Il petrolio si dirige verso una perdita settimanale in attesa dei segnali di ripresa della Cina
MR
02:01Il dollaro sale perché le banche centrali vedono allontanarsi i rischi di inflazione
MR
Ultime notizie "Economia"