Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

FACTBOX-Cinque fatti sullo stato della rete di ricarica dei veicoli elettrici negli Stati Uniti

01-09-2021 | 13:00

Il presidente Joe Biden vuole espandere la rete di ricarica degli Stati Uniti per i veicoli elettrici in modo significativo, una parte fondamentale della sua agenda per ridurre le emissioni di gas serra dal settore dei trasporti e combattere il cambiamento climatico.

Ecco cinque fatti sulla rete di ricarica dei veicoli elettrici negli Stati Uniti:

TIPI DI CARICATORI

I caricatori EV sono classificati in tre categorie: Livello 1, Livello 2 e caricatori veloci DC.

I caricatori di livello 1 usano una normale presa da 110 V, proprio come le normali spine di casa, ma impiegano molto tempo per caricare la batteria del veicolo. Sono considerati una soluzione da alcuni per ottenere la ricarica nei vecchi condomini, permettendo ai residenti di guidare da 30 a 40 miglia (da 50 a 65 km) con una carica notturna.

I caricabatterie di livello 2 offrono un'uscita di potenza superiore e utilizzano una presa da 240 V, proprio come le asciugatrici o i condizionatori d'aria. Sono usati in ambienti residenziali e commerciali, come centri commerciali e garage, e possono ricaricare un veicolo elettrico in circa cinque ore.

I caricabatterie veloci DC (DCFC) permettono la carica più veloce permettendo alla corrente continua di entrare nella batteria senza prima convertirla dalla corrente alternata, che i caricatori di livello 1 e 2 utilizzano. I DCFC usano una presa da 480 V e possono ricaricare un veicolo in meno di un'ora. Ma sono costosi da installare e meno diffusi dei caricatori di livello 2, e non tutti i veicoli elettrici possono ricaricarsi velocemente, con una capacità limitata da hardware e software.

ECONOMIA DEL CARICABATTERIE

Livello 2 caricabatterie costo tra $ 2.000 e $ 5.000 per installare, con molte sovvenzioni disponibili per i residenti e le imprese a coprire i costi iniziali.

I caricabatterie veloci sono significativamente più costosi, richiedendo più di 100.000 dollari per stazione in capitale iniziale.

I fornitori recuperano questi investimenti facendo pagare tariffe più alte. Mentre la ricarica a casa costa circa 16 centesimi per kilowattora, i caricatori pubblici di livello 2 costano circa 44 centesimi e quelli veloci fino a 59 centesimi per kwh, secondo un'analisi di PwC.

Per un grafico sull'economia dei caricabatterie: https://tmsnrt.rs/3sPxbsZ

I proprietari di veicoli elettrici che si affidano alla ricarica pubblica dovranno affrontare bollette significativamente più alte di quelli che si ricaricano a casa, alterando il calcolo del costo totale di proprietà per i veicoli elettrici.

STANDARD DI RICARICA

Mentre la ricarica di livello 1 e di livello 2 utilizza un connettore standard che funziona con tutti i veicoli elettrici, non esiste uno standard simile per la ricarica veloce.

Questo ha portato le case automobilistiche a installare diversi connettori di ricarica sui loro veicoli, con i produttori giapponesi principalmente utilizzando un connettore e le case automobilistiche statunitensi ed europee un altro.

Tesla Inc ha sviluppato il proprio connettore unico, ma offre adattatori per consentire ai proprietari di Tesla di caricare in stazioni diverse dalla rete Supercharger di Tesla.

Il CEO di Tesla Elon Musk a luglio ha detto che l'azienda avrebbe reso le sue stazioni Supercharger disponibili per altri EVs più tardi quest'anno.

RETE ATTUALE

Gli Stati Uniti hanno attualmente un totale di quasi 43.000 stazioni di ricarica EV pubbliche e circa 120.000 porte di ricarica, secondo il Dipartimento dell'energia degli Stati Uniti. Di questi, la stragrande maggioranza sono caricatori di livello 2.

I caricatori sono distribuiti in modo molto disomogeneo in tutto il paese, con la California che ha quasi la stessa quantità di stazioni di ricarica dei 39 stati con il numero più basso messi insieme.

Per un grafico sulla ricarica non uniforme negli Stati Uniti clicca qui: https://tmsnrt.rs/3DjRDY2

Le politiche di supporto EV di altri stati, in particolare Colorado, Utah e nel nord-ovest del Pacifico e nel nord-est degli Stati Uniti, hanno ampliato la stazione di ricarica su base pro-capite negli ultimi anni.

Per un grafico sulle stazioni di ricarica pro capite, clicca qui: https://tmsnrt.rs/3jk8MsI

L'Unione Europea ha attualmente quasi 275.000 porte di ricarica per EV, secondo i dati dell'Osservatorio europeo dei combustibili alternativi, o circa 62 punti di ricarica per 100.000 abitanti. Gli Stati Uniti hanno circa 37 porte sulla stessa base pro capite.

INDUSTRIA DI RICARICA

Ci sono più di 300 società di ricarica EV a livello globale, tra cui quasi 100 in Nord America. Molte hanno meno di cinque anni e poche hanno più di 10 anni.

Di loro, otto aziende sono andate, o hanno accettato di andare in pubblico nell'ultimo anno attraverso fusioni inverse sostenute da SPAC, tra cui EVgo Inc, Nuvve, ChargePoint e Volta Charging negli Stati Uniti.

Gli investitori hanno versato più di 2 miliardi di dollari in startup di ricarica EV, secondo Pitchbook, con la maggior parte del finanziamento che scorre negli ultimi cinque anni.

Gli investitori aziendali in startup di ricarica EV provengono da una serie di settori, tra cui le case automobilistiche come Toyota Motor Corp e Daimler AG; compagnie petrolifere e del gas tra cui Shell, e Chevron Corp; aziende tech come Qualcomm Inc e eBay Inc.

Molte stazioni di ricarica sono anche sovvenzionate o gestite da governi locali o servizi elettrici.

(Relazione di Tina Bellon a Austin e Paul Lienert a Detroit; modifica di Dan Grebler)


ę MarketScreener con Reuters 2021
Valori citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
CHARGEPOINT HOLDINGS, INC. -1.05%19.71 Prezzo in differita.-50.82%
CHEVRON CORPORATION 0.74%109.61 Prezzo in differita.29.79%
DAIMLER AG 0.52%83.65 Prezzo in differita.44.75%
EBAY INC. 0.29%74.9 Prezzo in differita.48.62%
EVGO, INC. -1.64%7.8 Prezzo in differita.-27.17%
LONDON BRENT OIL 0.72%84.89 Prezzo in differita.62.65%
NUVVE HOLDING CORP. -1.40%12 Prezzo in differita.0.00%
QUALCOMM, INC. 1.20%130.2 Prezzo in differita.-14.53%
TESLA, INC. 3.02%843.03 Prezzo in differita.19.47%
TOYOTA INDUSTRIES CORPORATION 3.64%9690 Prezzo di chiusura.18.32%
TOYOTA MOTOR CORPORATION 0.40%1993.5 Prezzo di chiusura.25.27%
WTI 1.09%82.468 Prezzo in differita.69.35%
Ultime notizie "Economia & Forex"
13:09Il gruppo indù sollecita l'India a regolare le piattaforme e le criptovalute
MR
02:49Esclusivo - La vendita della sede di Hong Kong da 1,7 miliardi di dollari di Evergrande fallisce perché l'acquirente si ritira - fonti
MR
02:48L'amministratore delegato di Evergrande a Hong Kong per la ristrutturazione, colloqui di vendita di beni, dicono le fonti
MR
02:47L'unità di veicolo elettrico svedese di Evergrande in colloqui di vendita, dice il CEO
MR
15/10El Salvador vede l'estrazione di criptovalute più verde nel suo futuro
MR
15/10La banca spagnola Sabadell taglierà fino a 1.605 posti di lavoro, dice il sindacato
MR
15/10JACK DORSEY: Il CEO di Square Dorsey dice che sta cercando di costruire un sistema di estrazione di bitcoin - tweet
MR
15/10Wall St finisce con Goldman; Dow registra il più grande rialzo settimanale da giugno
MR
15/10U.S. SEC pronta a consentire il primo ETF futures su bitcoin - Bloomberg News
MR
15/10Il dollaro sembra destinato a terminare la settimana al ribasso, lo yen si avvicina al minimo di 3 anni
MR
Ultime notizie "Economia & Forex"