Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrazione
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Factbox: Le aziende vendono le loro attivitÓ in Russia

17-06-2022 | 09:54
FILE PHOTO: Shell logo

Alcune aziende occidentali hanno accettato di vendere i loro beni russi o di affidarli a manager locali, mentre si affannano a rispettare le sanzioni per il conflitto in Ucraina e ad affrontare le minacce del Cremlino di sequestrare i beni di proprietÓ straniera.

Le mosse, che fanno parte di un più ampio esodo aziendale dal Paese, probabilmente susciteranno preoccupazioni per il fatto che le aziende e le istituzioni russe stiano accaparrando beni preziosi a prezzi stracciati.

Di seguito è riportato un elenco di aziende per settore che hanno annunciato accordi per la vendita delle loro attività in Russia:

AUTOS

INCHCAPE

Il distributore automobilistico britannico ha dichiarato il 28 aprile di aver accettato di vendere la sua attività russa alla dirigenza locale per 76 milioni di euro (79,9 milioni di dollari). Ha aggiunto che la vendita comporterà una perdita eccezionale non in contanti prima delle imposte di circa 240 milioni di sterline (295,2 milioni di dollari).

RENAULT Il 16 maggio, la casa automobilistica francese ha dichiarato che avrebbe venduto la sua partecipazione di maggioranza nella più grande casa automobilistica russa, Avtovaz, ad un istituto scientifico russo, a quanto pare per un solo rublo con un'opzione di riacquisto di sei anni.

Renault ha anche dichiarato che il 100% delle azioni di Renault Russia andranno alla città di Mosca.

BANCHE

PPF

Il gruppo d'investimento ceco ha confermato il 31 maggio di aver venduto il 100% delle sue attività bancarie russe, il prestatore di credito al consumo Home Credit and Finance Bank e le sue filiali, ad un gruppo di investitori guidati da Ivan Tyryshkin, dopo l'annuncio del 17 maggio.

SOCIETE GENERALE La banca francese ha dichiarato il 18 maggio di aver chiuso la vendita della sua attività russa Rosbank al gruppo Interros, un'azienda legata all'oligarca russo Vladimir Potanin.

La vendita comporterà per la banca un impatto sul reddito netto di 3,2 miliardi di euro (3,4 miliardi di dollari).

COMPONENTI E ATTREZZATURE ELETTRICHE

SCHNEIDER ELECTRIC

Il produttore francese di apparecchiature elettriche venderà le sue attività in Russia e Bielorussia a dirigenti locali, ha dichiarato il 27 aprile, dopo aver firmato una lettera di intenti con gli acquirenti designati.

L'azienda cancellerà fino a 300 milioni di euro (315,5 milioni di dollari) di valore contabile netto ed effettuerà uno storno non monetario della conversione valutaria, stimato in 120 milioni di euro.

ENERGIA

ENEL

Il 16 giugno, l'utility italiana ha dichiarato di aver accettato di vendere la sua partecipazione del 56,43% in Enel Russia per circa 137 milioni di euro (144,1 milioni di dollari) al secondo produttore di petrolio russo, Lukoil, e al fondo privato Gazprombank-Frezia. Ha specificato che la vendita avrà un impatto negativo sull'utile netto di gruppo di circa 1,3 miliardi di euro.

EQUINOR

La società norvegese di petrolio e gas ha dichiarato il 25 maggio di essere uscita dalle sue quattro joint venture russe di petrolio e gas, trasferendo le attività alla società statale Rosneft, suo partner di lungo termine. Equinor ha anche firmato un accordo per uscire dal progetto petrolifero Kharyaga.

FORTUM

L'azienda di servizi finlandese prevede di vendere le sue attività elettriche russe entro il 1° luglio, con le principali aziende russe tra i probabili offerenti, ha riferito il quotidiano Kommersant il 14 giugno, citando fonti che hanno familiarità con la situazione.

L'agenzia di stampa RIA ha riferito il 16 giugno che l'azienda energetica russa T Plus farà un'offerta per le attività russe di Fortum, mentre la TASS ha riferito lo stesso giorno che Gazprom sta valutando l'acquisizione di azioni della società elettrica regionale russa TGK-1 da Fortum.

SHELL

Il gigante britannico dell'energia e del petrolchimico venderà la sua attività russa di vendita al dettaglio e di lubrificanti, che comprende 411 stazioni di vendita al dettaglio e l'impianto di miscelazione di lubrificanti di Torzhok, alla russa Lukoil, hanno dichiarato le società il 12 maggio. Shell non ha voluto commentare il valore dell'accordo.

ALIMENTI E BEVANDE

AB INBEV

Il 22 aprile, il produttore di birra olandese ha dichiarato che avrebbe venduto la sua partecipazione non di controllo nella joint venture russa AB InBev Efes, con un onere di svalutazione di 1,1 miliardi di dollari nel primo trimestre.

ATRIA

L'azienda finlandese di trasformazione alimentare ha dichiarato il 16 maggio di aver venduto la sua attività di fast food in Russia, Sibylla Rus, al produttore di carne russo Cherkizovo per circa 8 milioni di euro (8,4 milioni di dollari).

FAZER

L'azienda finlandese di panetteria e servizi alimentari ha dichiarato il 29 aprile di aver accettato di vendere la sua unità russa alla Kolomenskij Bakery and Confectionery Holding di Mosca. Fazer non ha rivelato il valore della transazione.

MCDONALD'S CORP

Il gigante americano dei fast food ha dichiarato il 19 maggio che venderà la sua attività russa al suo attuale licenziatario Alexander Govor e che i ristoranti opereranno con un nuovo marchio, anche se non ha rivelato i termini finanziari della transazione.

PAULIG

L'azienda privata finlandese di alimenti e bevande ha dichiarato il 5 maggio di aver venduto le sue attività in Russia all'investitore privato indiano Vikas Soi.

PIZZA HUT

Il franchising russo di Pizza Hut è stato acquistato dall'affiliante AmRest, quotato in borsa in Polonia, da Noi-M - che è legata al gruppo di ristoranti Rosinter che gestisce i franchising russi di Costa Coffee e T.G.I. Friday's - per 300 milioni di rubli (5,3 milioni di dollari), secondo quanto riportato da Kommersant il 7 giugno.

RAISIO

L'azienda finlandese di trasformazione alimentare ha dichiarato il 29 aprile di aver accettato di vendere la sua attività di consumo in Russia a Copacker Agro Ltd per circa 1,5 milioni di euro (1,6 milioni di dollari).

VALIO

Il produttore lattiero-caseario finlandese ha venduto la sua attività in Russia a GK Velkom, ha dichiarato l'azienda il 26 aprile. Valio non ha fornito alcun valore finanziario per l'accordo.

MINIERA

AMUR MINERALS CORP

La società mineraria russa quotata a Londra ha annunciato il 9 maggio di aver proposto di vendere il suo principale progetto Kun-Manie per 105 milioni di dollari a Stanmix Holding Limited, una società controllata da Vladislav Sviblov.

KINROSS GOLD CORP

Il minatore d'oro canadese ha dichiarato il 15 giugno di aver venduto le sue attività russe a Highland Gold Mining Group per 340 milioni di dollari in contanti, la metà del prezzo precedentemente annunciato.

ALTRI

APATOR SA

L'azienda polacca di dispositivi di commutazione e misurazione Apator ha annunciato il 20 maggio che la sua unità Powogaz ha ceduto l'intera partecipazione in AO Teplovodomer, con sede in Russia, per 5 milioni di rubli (88.496 dollari).

GRUPPO AUTHENTIC BRANDS

Il rivenditore turco di scarpe FLO Magazacilik è in trattative per acquistare più di 100 negozi di proprietà del marchio di fitness Reebok in Russia, che fa parte di Authentic Brands Group, ha detto il 16 maggio il Presidente di FLO Mehmet Ziylan. Ziylan ha aggiunto che l'accordo non è stato finalizzato.

BRUNEL INTERNATIONAL

L'azienda olandese di servizi per l'impiego è in procinto di vendere le attività in Russia ad un management locale, ha dichiarato il 29 aprile.

GRUPPO FLUGGER

Il produttore danese di vernici ha dichiarato l'8 aprile di aver avviato la vendita delle sue aziende russe e bielorusse, con una svalutazione di 115 milioni di corone danesi (16,2 milioni di dollari).

MARCHI IMPERIALI

Il gruppo britannico di tabacco ha dichiarato il 17 maggio che l'accordo per la vendita delle sue attività in Russia a "investitori con sede in Russia" era chiuso e non includeva una clausola che le permettesse di riacquistare le sue attività in quel Paese in futuro. In precedenza, il gruppo aveva dichiarato che avrebbe registrato un onere stimato di 225 milioni di sterline (276,7 milioni di dollari) per la transazione.

LPP

Il rivenditore di abbigliamento polacco ha annunciato il 19 maggio di aver deciso di vendere la sua società russa RE Trading ad un consorzio cinese.

MAERSK

La compagnia di navigazione danese ha trovato possibili acquirenti per la sua partecipazione del 30,75% in Global Ports Investments, che gestisce porti in Russia, ha dichiarato il 4 maggio.

OC OERLIKON CORPORATION AG PFAEFFIKON

Il gruppo industriale svizzero ha dichiarato il 2 giugno di aver raggiunto un accordo con il management locale per vendere la sua attività in Russia, che continuerà ad operare in modo indipendente sotto i suoi nuovi proprietari.

SOPRANO

La società di formazione finlandese ha dichiarato il 19 maggio di aver venduto la sua unità in Russia al management locale, aggiungendo che la vendita non avrà un impatto significativo sui risultati dell'azienda.

STORA ENSO

L'azienda forestale finlandese ha completato la sua uscita dalla Russia con la vendita di tre impianti di imballaggio in cartone ondulato alla direzione locale, ha dichiarato il 16 maggio.

Ad aprile, Stora aveva dichiarato di aver accettato di vendere le sue due segherie e le relative attività forestali in Russia alla gestione locale, registrando una perdita di 130 milioni di euro (136,7 milioni di dollari).

YIT

Il costruttore finlandese ha dichiarato il 30 maggio di aver completato la vendita delle sue attività in Russia a Etalon Group PLC per il prezzo precedentemente concordato di circa 50 milioni di euro (52,6 milioni di dollari).

ASSICURAZIONE DI ZURIGO

L'assicuratore svizzero ha dichiarato il 20 maggio di aver accettato di vendere la sua attività in Russia a 11 membri del team locale.

($1 = 0,8131 sterline)

(1 dollaro = 0,9508 euro)

(1 dollaro = 56,5000 rubli)

(1 dollaro = 7,0809 corone danesi)


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AMUR MINERALS CORPORATION 0.83%1.21 Prezzo in differita.-29.03%
ANHEUSER-BUSCH INBEV SA/NV 0.07%54.57 Prezzo in tempo reale.2.63%
AP MOLLER MAERSK 2.51%15495 Prezzo in differita.-33.92%
APATOR S.A. -0.40%15.04 Prezzo in differita.-24.42%
ATRIA OYJ 0.00%9.3 Prezzo in differita.-19.27%
BRENT OIL -1.44%83.79 Prezzo in differita.9.14%
ENEL RUSSIA 3.95%0.479 Prezzo di chiusura.-44.42%
ENEL S.P.A. 0.04%5.155 Prezzo in differita.-26.84%
EQUINOR ASA 0.96%366.5 Prezzo in tempo reale.55.36%
FEEDER CATTLE FUTURE (GF) - CMG/C1 -0.32%178.675 Prezzo di chiusura.7.42%
FLÜGGER GROUP A/S 0.44%452 Prezzo in differita.-30.67%
FORTUM OYJ 1.85%14.835 Prezzo in differita.-45.04%
GAZPROM 0.04%198 Prezzo di chiusura.-42.32%
GAZPROM NEFT 0.61%390.3 Prezzo di chiusura.-28.36%
GLOBAL PORTS INVESTMENTS PLC 0.00%0.635 Prezzo in differita.-83.02%
IMPERIAL BRANDS PLC 1.24%2126 Prezzo in differita.31.52%
INCHCAPE PLC 0.40%879 Prezzo in differita.-3.35%
KINROSS GOLD CORPORATION -2.45%5.57 Prezzo in differita.-24.11%
LIVE CATTLE FUTURE (LE) - CMG/C1 -0.16%153.1 Prezzo di chiusura.9.77%
LUKOIL -1.14%3911 Prezzo di chiusura.-40.47%
MCDONALD'S CORPORATION 0.63%275 Prezzo in differita.1.94%
MINING AND METALLURGICAL COMPANY NORILSK NICKEL 1.03%16720 Prezzo di chiusura.-26.76%
OC OERLIKON CORPORATION AG -0.31%6.39 Prezzo in differita.-31.77%
RAISIO PLC 2.72%2.08 Prezzo in differita.-38.28%
RENAULT -1.42%33.77 Prezzo in tempo reale.10.56%
ROSBANK 0.00%111.2 Prezzo di chiusura.46.32%
SCHNEIDER ELECTRIC SE -0.32%142.32 Prezzo in tempo reale.-17.48%
SHELL PLC 1.05%2367 Prezzo in differita.45.95%
SOCIÉTÉ GÉNÉRALE -0.29%24.295 Prezzo in tempo reale.-19.57%
SOPRANO OYJ 0.00%0.805 Prezzo in differita.128.69%
STORA ENSO OYJ -0.74%14.05 Prezzo in differita.-12.95%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) 1.51%60.65 Prezzo in differita.-19.47%
WTI -1.80%76.529 Prezzo in differita.3.43%
YIT OYJ -1.61%2.696 Prezzo in differita.-37.51%
ZURICH INSURANCE GROUP LTD 0.40%450.9 Prezzo in differita.12.61%
Ultime notizie "Economia"
12:56Banche: verso buy back meno generosi nel 2023 per timori recessione
AW
12:55Giappone: vendite ristorazione superano livelli pre-Covid
AW
12:28Il traffico degli acquirenti del Black Friday nel Regno Unito è aumentato del 3,7% - Sensormatic
MR
11:23L'indiana Oyo Hotels registra una perdita minore nel periodo luglio-settembre rispetto al trimestre precedente
MR
11:00L'incendio di un appartamento nella regione cinese dello Xinjiang uccide 10 persone
MR
10:09Nuova provocazione di Elon Musk, potrei creare il mio smartphone
AW
10:09Artemis 1, capsula Orion su orbita a 80.500 Km dalla Luna
AW
10:08Cambi: euro a 1,0408 dollari dopo la chiusura di Wall Street
AW
10:03La direzione della raffineria BP di Rotterdam e il sindacato si incontreranno lunedì.
MR
07:40La Costa d'Avorio completa il secondo terminal per container marittimi
MR
Ultime notizie "Economia"