Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Fed. di New York: I maggiori sgravi sul debito studentesco favoriscono i meno abbienti

27-09-2022 | 21:44
Activists call for the cancellation of student debt in Washington

Il piano dell'amministrazione Biden per il condono del debito studentesco andrÓ a beneficio soprattutto degli americani che vivono nelle zone meno ricche del Paese, in particolare nel Sud, secondo un rapporto della Federal Reserve Bank di New York, pubblicato martedý.

Il piano dell'amministrazione "spinge più dollari di condoni verso i mutuatari che vivono in quartieri a reddito medio-basso rispetto a quelli che vivono in comunità a reddito più elevato", ha dichiarato la Fed di New York in un post sul sito web della banca. Se attuata, "la riduzione della prevalenza e dei saldi del debito studentesco creerà un sostanziale miglioramento finanziario per i mutuatari".

Il rapporto ha rilevato che circa il 65% dei mutuatari di prestiti studenteschi governativi vive in quartieri con un reddito familiare mediano annuale inferiore a 83.000 dollari.

La Fed di New York ha affermato che, a livello regionale, coloro che si trovano negli Stati del Sud - dove le critiche al piano di Biden da parte dei Repubblicani sono state spesso più forti - vedranno i maggiori benefici dal piano di cancellazione del debito.

La banca ha affermato che la proposta del Presidente cancellerà poco meno di mezzo trilione di dollari di prestiti in essere, eliminando i saldi in sospeso per il 40,5% di coloro che hanno contratto prestiti federali, mentre eliminerà quasi un terzo di tutti i prestiti studenteschi federali in essere.


Perdono dei prestiti studenteschi per Stato

La Casa Bianca afferma che il tipico studente universitario si laurea con un debito di 25.000 dollari in prestiti studenteschi, con un debito totale di prestiti studenteschi federali distribuito tra 45 milioni di mutuatari pari a 1.600 miliardi di dollari.

Il rapporto della Fed di New York fa il punto sul piano del Presidente, annunciato alla fine di agosto, di condonare fino a 20.000 dollari di prestiti studenteschi per mutuatario. Il piano di condono del debito esclude le persone ad alto reddito, anche se il rapporto della Fed di New York afferma che solo il 5,1% dei mutuatari non sarebbe ammissibile al condono a causa del superamento della soglia di reddito.

La proposta di riduzione del debito ha suscitato polemiche su diversi fronti. Alcuni temono che possa esacerbare i deficit di bilancio federali già elevati, mentre altri ritengono che favorisca le persone benestanti, molte delle quali detengono livelli sostanziali di debito studentesco.

Il piano del Presidente ha un futuro incerto e potrebbe affrontare sfide legali che potrebbero ritardare o far deragliare la sua attuazione. L'amministrazione ha difeso il suo costo in un clima di riduzione generale del deficit, con il divario del bilancio federale nell'anno fiscale fino ad agosto diminuito del 65% rispetto al periodo precedente.

Altri hanno anche affermato che il piano non affronta la causa principale dell'aumento del debito degli studenti, ossia la rapida espansione del costo dell'università. La Fed di New York riferisce che il piano di condono una tantum dovrebbe comunque aiutare i titolari di prestiti statali, in quanto queste famiglie sono complessivamente più stressate finanziariamente rispetto agli altri americani.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) 0.48%0.6716 Prezzo in differita.-8.40%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) 0.09%1.19581 Prezzo in differita.-11.61%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) 0.29%0.7381 Prezzo in differita.-6.29%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) -0.01%1.0323 Prezzo in differita.-9.04%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) 0.24%0.012281 Prezzo in differita.-8.79%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) 0.65%0.62377 Prezzo in differita.-9.85%
Ultime notizie "Economia"
18:22La Juventus non ha bisogno di capitale aggiuntivo, dice Elkann di Exor
MR
18:20La produzione di petrolio dell'OPEC è diminuita a novembre dopo l'impegno a tagliare - sondaggio
MR
18:13TOP STORIES ITALIA: Exor ha 6,5 mld cash pronti per shopping e investimenti
DJ
18:10REUTERS NEXT: Il presidente del NYSE afferma che i proventi delle IPO calano di oltre il 90% a causa dell'incertezza
MR
18:09L'UE apre un'indagine approfondita sull'accordo Vivendi-Lagardere
MR
18:05Fastweb : nuovo impianto a energia verde con Statkraft
DJ
18:04'Non si è mai troppo vecchi per imparare l'inglese', dicono le nonne del Vietnam
MR
18:03La Camera degli Stati Uniti approverà la proposta di legge per bloccare lo sciopero ferroviario
MR
18:01Esclusivo-General Electric, L3Harris tra i pretendenti in lizza per Aerojet - fonti
MR
18:01Gli incendi uccidono nove persone mentre gli ucraini cercano di riscaldare le case dopo gli attacchi russi
MR
Ultime notizie "Economia"