La fiducia dei consumatori thailandesi è calata per il terzo mese consecutivo a maggio, scendendo al livello più basso dall'ottobre dello scorso anno, a causa delle preoccupazioni per la lenta ripresa economica e per l'incertezza politica, secondo un sondaggio condotto giovedì.

L'indice dei consumatori dell'Università della Camera di Commercio thailandese è sceso a 60,5 a maggio da 62,1 ad aprile, ha dichiarato l'università in un comunicato.

I tribunali thailandesi si riuniranno la prossima settimana per un trio di casi politicamente carichi, tra cui uno che potrebbe potenzialmente portare alla destituzione del Primo Ministro, aumentando la prospettiva di una maggiore instabilità governativa nel Paese del Sud-Est asiatico.

I consumatori non erano sicuri che l'economia si sarebbe ripresa rapidamente, soprattutto quando l'attuale situazione politica è diventata incerta, ha detto l'università.

Tuttavia, la fiducia dei consumatori potrebbe migliorare se il Governo accelerasse le erogazioni di bilancio e contribuisse a stimolare una ripresa economica nella seconda metà di quest'anno, ha affermato.

L'economia è cresciuta dell'1,5% nel primo trimestre rispetto a un anno prima, rallentando rispetto alla crescita dell'1,7% del trimestre precedente, in ritardo rispetto ai colleghi regionali.

La banca centrale prevede una crescita del 2,6% quest'anno, dopo l'espansione dell'1,9% dello scorso anno.