Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

G7 : crescenti minacce Russia e Cina al centro di riunione min.Esteri

04-05-2021 | 11:43

MILANO (MF-DJ)--I ministri degli Esteri del G7 si incontrano oggi a Londra per discutere delle sfide geopolitiche più urgenti che il mondo deve affrontare, tra cui svettano Russia e Cina.

Si tratta del primo incontro faccia a faccia tra i ministri degli Esteri e dello Sviluppo del G7 dall'inizio della pandemia di coronavirus.

Le questioni geopolitiche che "minacciano di minare la democrazia, le libertà e i diritti umani" saranno all'ordine del giorno oggi e comprenderanno "le relazioni con Russia, Cina e Iran, così come la crisi in Myanmar, la violenza in Etiopia e la guerra in corso in Siria", ha detto il Governo britannico.

Le "attività maligne in corso" da parte della Russi, tra cui l'accumulo di truppe al confine con l'Ucraina, l'incarcerazione del politico dell'opposizione Alexei Navalny e la situazione in Bielorussia, sono in cima all'agenda, ha aggiunto l'Esecutivo Uk.

Ieri il ministro degli Esteri britannico, Dominic Raab, ha incontrato il segretario di Stato americano, Antony Blinken. I due, in una conferenza stampa, hanno ribadito il loro impegno comune a "mantenere l'unità transatlantica in difesa dei valori comuni e in risposta alle minacce dirette", ha detto Blinken.

I colloqui arrivano in vista di un vertice più ampio del G7 in Cornovaglia all'inizio di giugno, a cui parteciperanno i leader del gruppo, tra cui il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, che farà il suo primo viaggio all'estero da quando è insediato in tale occasione.

Dopo i colloqui di oggi i ministri degli Esteri terranno una cena con i rappresentanti dei Paesi ospiti: Australia, India, Corea del Sud, Sud Africa e Brunei (in quanto attuale presidente dell'Asean).

Le relazioni diplomatiche tra i Paesi del G7 e la Russia rimangono tese dalla sua annessione della Crimea dall'Ucraina nel 2014, che ha portato all'uscita della Russia da quello che allora era il G8 e alle sanzioni internazionali imposte contro Mosca. Da allora, l'interferenza della Russia nelle elezioni statunitensi del 2016, l'attacco con un agente nervino nel 2018 nel Regno Unito, un attacco informatico contro il Governo degli Stati Uniti e alcune reti aziendali e la presunta interferenza nelle elezioni del 2020 hanno portato all'introduzione di ulteriori sanzioni contro il Paese. Il Governo russo ha ripetutamente negato tutte le accuse.

Nel frattempo, le relazioni tra l'Occidente e la Cina rimangono in un vicolo cieco dalla fine della presidenza Trump ma restano interrogativi sul futuro del commercio internazionale.

Anche le relazioni internazionali con l'Iran sono sotto i riflettori dopo che l'amministrazione Biden ha dichiarato di essere disposta a tenere colloqui per rilanciare potenzialmente l'accordo sul nucleare del 2015 con la Repubblica islamica. Trump ha ritirato gli Stati Uniti dall'accordo nel 2018.

Il Regno Unito detiene attualmente la presidenza di turno del G7 e il ministro degli Esteri Raab ha commentato che la presidenza britannica "è un'opportunità per riunire società aperte e democratiche e dimostrare unità in un momento in cui è molto necessaria per affrontare sfide condivise e minacce crescenti".

Le discussioni di oggi tra i ministri riguarderanno anche le tensioni e l'escalation dei conflitti in altre parti del mondo, tra cui quelle successive al colpo di stato in Myanmar. Il Regno Unito ha affermato che solleciterà le Nazioni del G7 a intraprendere un'azione più forte contro la giunta militare, che includa l'espansione delle sanzioni mirate contro coloro che sono collegati alla giunta; il sostegno agli embarghi sulle armi; e una maggiore assistenza umanitaria per i più vulnerabili del Paese. Anche la situazione in Libia e la guerra in corso in Siria sono all'ordine del giorno. Nel pomeriggio il gruppo discuterà della situazione in Etiopia, Somalia, Sahel e Balcani occidentali.

Il Regno Unito ha affermato che l'incontro di oggi è un'opportunità cruciale per rivitalizzare l'attività diplomatica di persona spiegando che, oltre alle questioni geopolitiche, "cercherà di stabilire un approccio condiviso tra le principali democrazie del mondo sull'equo accesso ai vaccini, di concordare obiettivi globali sull'istruzione delle ragazze, rigorosi obiettivi sui finanziamenti per il clima e nuove misure per prevenire carestie e insicurezza alimentare".

cos

(END) Dow Jones Newswires

May 04, 2021 05:42 ET (09:42 GMT)

Ultime notizie "Economia & Forex"
18:41P.SAN FAUSTINOá: al 31 marzo Ebitda a 0,91 mln (-8,1% a/a)
DJ
18:35TOP STORIES ITALIAá: Gentiloni, riforma fiscale non scritta a Bruxelles
DJ
18:31B. SISTEMAá: Giovanni Puglisi nominato Vice Presidente
DJ
18:21CAMBIá: gbp/usd su massimi da 2 settimane e mezzo a 1,4001
DJ
18:11COVIDá: Speranza; Sicilia, Sardegna e Valle d'Aosta in arancione
DJ
17:55BORSA: commento di chiusura
DJ
17:48COVIDá: 10.544 nuovi casi e 207 deceduti
DJ
17:46HIPPOCRATESá: avvia in farmacie campagna vaccinale contro Covid
DJ
17:40BCEá: ennesima stoccata Lagarde a criptovalute (milanofinanza.it)
DJ
17:36BONDá: spread Btp/Bund chiude in allargamento a 118,7 punti base
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"