Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

GM, i risultati di Ford probabilmente rifletteranno i diversi impatti della carenza di chip sul settore

25-10-2021 | 12:06
FILE PHOTO: Ford Motor Co's logo pictured in 2019

General Motors Co e Ford Motor Co probabilmente mostreranno agli investitori sia gli impatti finanziari positivi che negativi della carenza globale di chip semiconduttori quando le case automobilistiche statunitensi riferiranno i risultati del terzo trimestre mercoledý.

GM e Ford hanno dovuto fermare alcune linee di assemblaggio per mancanza di semiconduttori, e fare i conti con l'aumento dei costi per altre parti e materie prime e per le spedizioni. La produzione persa e l'aumento dei costi della catena di approvvigionamento mettono sotto pressione i margini di profitto.

Tuttavia, GM e Ford sono state in grado di compensare questa pressione grazie alla forte domanda per i loro lucrativi camion e SUV full-size, che ha permesso loro di tagliare gli sconti e mantenere forti profitti.

Gli investitori ascolteranno attentamente ciò che i rispettivi CEO di GM e Ford, Mary Barra e Jim Farley, diranno su quanto a lungo potranno proteggere i profitti dalla tempesta della catena di approvvigionamento.

Sia GM che Ford hanno recentemente delineato strategie per generare più entrate da servizi alimentati da software, e hanno sostenuto che le loro attività meritano di essere valutate di più come la casa automobilistica elettrica Tesla Inc.

Ma ora e per i prossimi anni, le case automobilistiche di Detroit - come Tesla - dipenderanno principalmente dal profitto della vendita di hardware.

La carenza di chip https://www.reuters.com/article/chips-shortage-explainer-int-idUSKBN2BN30J ha colpito duramente le vendite mentre le scorte sui lotti dei concessionari si prosciugano. Le vendite di nuovi veicoli negli Stati Uniti nel mese di settembre sono scese a un tiepido tasso annuale di poco più di 12 milioni di veicoli, e il mese scorso il previsore industriale IHS Markit ha tagliato le sue previsioni di produzione globale di veicoli leggeri del 2022 di 8,5 milioni di veicoli o 9,3%, citando le interruzioni della catena di approvvigionamento.

Il mese scorso, il direttore finanziario di GM Paul Jacobson ha avvertito che le consegne all'ingrosso del terzo trimestre dell'azienda potrebbero essere inferiori di 200.000 veicoli a causa della carenza di chip.

Nel frattempo, l'aumento del prezzo dell'acciaio e di altre materie prime è stato inesorabile. E le interruzioni nella catena di approvvigionamento globale, sia che si tratti di porti congestionati o di una carenza di materiali come resina e magnesio, hanno continuato a far salire i costi operativi e a interrompere i programmi di produzione.

I recenti avvertimenti sulle interruzioni della catena di approvvigionamento da parte di fornitori come Magna International, Continental, Autoliv, Aptiv Plc, Lear Corp e ABB Ltd suggeriscono che il peggio della ricaduta potrebbe ancora accadere.

Diversi dirigenti auto, tra cui il presidente GM Mark Reuss, hanno detto che vedono la situazione dei chip stabilizzarsi l'anno prossimo, anche se a livelli inferiori a quelli desiderati. Tuttavia, alcuni dirigenti, come l'amministratore delegato di Daimler AG, Ola Kallenius, ritengono che l'impatto potrebbe durare fino al 2023.

Wells Fargo ha detto all'inizio di questo mese che si aspettava che GM e Ford guidassero gli investitori all'estremità inferiore delle loro previsioni finanziarie per l'anno quando faranno rapporto.


ę MarketScreener con Reuters 2021
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
APTIV PLC -3.63%163.41 Prezzo in differita.25.42%
AUTOLIV, INC. -2.55%96.39 Prezzo in differita.4.66%
DAIMLER AG -5.91%83.16 Prezzo in differita.43.90%
GENERAL MOTORS COMPANY -3.25%60.17 Prezzo in differita.44.50%
TESLA, INC. -3.05%1081.92 Prezzo in differita.53.32%
Ultime notizie "Economia & Forex"
27/11Temendo gli scaffali vuoti, i "mattinieri" del Black Friday si dirigono verso i negozi statunitensi
MR
27/11L'offerta di KKR spinge il consiglio di amministrazione di Telecom Italia alla resa dei conti sul futuro dell'amministratore delegato
MR
26/11Nota di chiusura
DJ
26/11SANITÀ: necessario coinvolgere cooperative a sostegno medicina generale
DJ
26/11PORSCHE C.: transizione digitale trasforma sostenibilità da costo a valore
DJ
26/11S. LEGALI: Pavia e Ansaldo con Primonial nell'acquisizione di 2 Rsa
DJ
26/11CONFINDUSTRIA MODA: al Mastertech esempi di sostenibilità del settore
DJ
26/11FIERE: Mecspe 2021, 48 mila visitatori e 2 mila aziende presenti
DJ
26/11BAPR: arriva in Sicilia Hope, 1* piattaforma di investimento Pir alternative
DJ
26/11ASKOLL: partecipa alla Next Gems Conference 2021
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"