L'azione, un giorno prima del secondo anniversario dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, significa che le aziende saranno inserite nella "Lista delle Entità" del Dipartimento del Commercio, vietando essenzialmente le spedizioni degli Stati Uniti verso di loro.

Delle nuove entità elencate, 63 provengono dalla Russia, 16 dalla Turchia, otto dalla Cina e quattro dagli Emirati Arabi Uniti.

La mossa è un elemento dell'ultima serie di sanzioni e controlli sulle esportazioni da parte degli Stati Uniti, dei partner e degli alleati in risposta alla guerra in corso in Ucraina da parte della Russia, iniziata il 24 febbraio 2022.

Gli Stati Uniti hanno anche annunciato che imporranno altre sanzioni a oltre 500 obiettivi per la guerra e la morte del leader dell'opposizione russa Alexei Navalny.

All'inizio di questa settimana, l'Unione Europea ha approvato un 13° pacchetto di sanzioni contro la Russia legate all'Ucraina, vietando quasi 200 entità e persone accusate di aiutare Mosca a procurarsi armi o di essere coinvolte nel rapimento di bambini ucraini.