Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Greggio in calo, recrudescenza virus alimenta timori domanda

19-04-2021 | 14:03
Una pompa petrolifera nel bacino del Permiano

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio registrano una flessione sui timori che l'aumento dei casi di coronavirus in India e altri Paesi possa provocare un calo della domanda di carburante, ma la debolezza del dollaro limita le perdite.

Alle 12,50 i futures sul Brent sono in calo di 11 centesimi, o lo 0,2%, a 66,65 dollari al barile, dopo aver registrato un +6% la scorsa settimana. I futures sul greggio Usa cedono 13 centesimi, o lo 0,2% a 63,35 dollari al barile, dopo aver archiviato la scorsa settimana in rialzo del 6,4%.

L'India ha registrato un aumento record di contagi da coronavirus, che ha portato il numero totale dei casi poco al di sopra dei 15 milioni, diventando il secondo Paese più colpito dopo gli Stati Uniti, che contano oltre 31 milioni di casi.

La regione di Delhi ha ordinato un lockdown di sei giorni, aggiungendosi ad altri 13 stati del paese che hanno deciso di imporre restrizioni, coprifuoco o lockdown nelle città.

"Questa nuova ondata di misure, sebbene finora probabilmente meno rigide di quelle viste a marzo 2020, quando la domanda di benzina e gasolio/diesel nel Paese è crollata di circa il 60%, è tuttavia destinata a pesare sui consumi di carburante per i trasporti", secondo Jbc.

Un dollaro più debole limita la flessione dei prezzi. La valuta statunitense scambia intorno ai minimi di un mese contro un paniere di divise, con i rendimenti del Treasury vicini ai livelli più bassi delle ultime cinque settimane.

Essendo il petrolio denominato in dollari, un biglietto verde più debole dà una spinta alla domanda da parte dei detentori di altre valute, facendo salire i prezzi.

Jp Morgan ha detto in una recente nota che i prezzi del Brent potrebbero superare la soglia dei 70 dollari entro maggio, rispetto a settembre della precedente previsione. La banca d'investimento Usa continua a prevedere che il benchmark chiuderà l'anno a un livello simile, intorno ai 74 dollari.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)


ę Reuters 2021
Ultime notizie "Economia & Forex"
03:30AUSTRALIA: -1,8% vendite dettaglio giugno
DJ
03/08ELEZIONI: Viminale, amministrative si terranno il 3-4 ottobre
DJ
03/08A. MERIDIONALI: comunicazione Mims su nuova concessione A3 Napoli-Pompei-Salerno
DJ
03/08STUDI LEGALI: LegisLab vince contro Fanocle per Serenissima Sgr
DJ
03/08STUDI LEGALI: Tonucci vince ancora per Cosenza Calcio al Tar Lazio
DJ
03/08BANCO DESIO: utile netto 1* sem. a 36,8 mln e Roe al 6,3%
DJ
03/08S.LEGALI: Grimaldi con Commissione Ue per futura strategia sui droni
DJ
03/08FERROVIE: Fit-Cisl, sì concorrenza in merci ma basata su qualità
DJ
03/08BANCO DESIO: utile netto cons. 1* sem. a 36,8 mln e Roe al 6,3%
DJ
03/08Boeing rinvia test cruciale per volo nello spazio
RE
Ultime notizie "Economia & Forex"