Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Greggio, nuovi massimi a quasi 75 dollari su aumento domanda, calo scorte

16-06-2021 | 11:41
Una pompa petrolifera a Permian Basin a Loving County, in Texas

di Alex Lawler

LONDRA (Reuters) - Il petrolio estende il recente rally, avanzando verso 75 dollari al barile ai massimi da aprile 2019, grazie alla ripresa della domanda dalla pandemia e dal calo delle scorte di greggio statunitense.

I dati Api mostrano un calo delle scorte di greggio Usa di 8,5 milioni di barili, secondo due fonti di mercato, oltre le attese degli analisti. I dati ufficiali Eia sono previsti oggi alle ore 16,30 italiane.

Intorno alle 10,35 italiane, i futures sul Brent avanzano di 22 centesimi, o lo 0,3%, a 74,22 dollari il barile, dopo aver raggiunto 74,73 dollari durante la sessione, ai massimi da aprile 2019. I futures sul greggio Usa guadagnano 20 centesimi, o lo 0,3%, a 72,32 dollari il barile, dopo aver toccato 72,83 dollari, ai massimi da ottobre 2018.

"La crescita della domanda sta superando l'offerta e continuerà così per i prossimi mesi", ha detto Stephen Brennock di PVM.

Nonostante la revoca dei tagli record imposti lo scorso anno all'inizio della pandemia, l'Opec+ sta ancora tagliando dall'offerta giornaliera milioni di barili.

I dirigenti delle principali major petrolifere prevedono che i prezzi resteranno sopra i 70 dollari il barile e che la domanda ritornerà ai livelli precedenti alla pandemia nella seconda metà del 2022.

La prospettiva di un imminente aumento delle esportazioni di greggio iraniano sembra meno probabile, secondo gli analisti. I colloqui indiretti tra Teheran e Washington sul riavvio dell'accordo nucleare del 2015 sono ricominciati sabato a Vienna.

"Gli attuali sforzi per ripristinare l'accordo nucleare iraniano finora non hanno avuto successo", secondo Stephen Brennock di PVM.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri)


ę Reuters 2021
Ultime notizie "Economia & Forex"
05:45Bitcoin balza del 12% ai massimi di sei settimane
23/07Nota di chiusura
DJ
23/07NOMISMA: mondo biologico punta al 30% superficie agricola bio entro il 2027
DJ
23/07IMPRESE: solo 10% leader in inclusione/diversity nelle funzioni tecnologiche
DJ
23/07LEXANT: per Executive Programme in Credit Management di Luiss Business School
DJ
23/07DEDAGROUP: riceve certificato Family Audit Executive
DJ
23/07GOVERNO: Lega, profonda irritazione per 5S e Pd
DJ
23/07COVID: 5.143 contagi e 17 vittime, tasso al 2,2%
DJ
23/07BANCHE: Bce non estende raccomandazione su dividendi oltre settembre
DJ
23/07TOP STORIES ITALIA: Colao, entro 2026 digitale 80% servizi pubblici
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"