Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaCalendarioSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

I lavoratori del settore petrolifero della Repubblica del Congo pianificano uno sciopero della fame e un'interruzione del lavoro la prossima settimana

25-06-2022 | 11:51

I lavoratori del settore petrolifero della Repubblica del Congo inizieranno uno sciopero della fame a partire da lunedý, a causa dei bassi salari e di altre richieste che non sono state soddisfatte dal governo, ha dichiarato il sindacato dei lavoratori.

Una seconda fase dello sciopero, che inizierà il 29 giugno, comporterà l'interruzione del lavoro in tutti gli uffici e le basi industriali di Pointe-Noire, mentre lo sciopero della fame continuerà nelle raffinerie, nei terminali petroliferi, nelle basi onshore e offshore, si legge nella dichiarazione datata 22 giugno e vista da Reuters venerdì.

I lavoratori chiedono che i loro stipendi siano adeguati all'inflazione e che i dipendenti delle aziende che sono state costrette a chiudere durante la pandemia siano risarciti, ha detto a Reuters il leader del sindacato Jean Claude Tchibinda.

"Il nostro obiettivo è quello di continuare fino a quando le nostre richieste non saranno soddisfatte", ha detto, sostenendo che gli stipendi non sono stati aumentati dal 2019.

Un altro leader sindacale, Didier Mabiala, ha affermato che il Governo non ha fatto nulla per soddisfare le richieste dall'ultimo sciopero, sospeso nell'ottobre 2018.

Le autorità non hanno risposto alle chiamate.

I sindacati hanno inviato lettere alle principali compagnie petrolifere come ENI e TotalEnergies, che hanno attività nella Repubblica del Congo, per informarle dell'azione di sciopero prevista.

Total ed Eni non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

La Repubblica del Congo, un membro dell'OPEC che produce circa 300.000 barili al giorno, ha abbassato i tassi di royalty per il petrolio e il gas nel 2016 per incoraggiare gli investimenti in nuove esplorazioni.

Il settore petrolifero rappresenta più della metà del prodotto interno lordo del Paese dell'Africa occidentale e oltre l'80% delle esportazioni, secondo la Banca Mondiale. Ma la maggior parte dei suoi 5,7 milioni di abitanti non ha raccolto i benefici dei grandi investimenti nel settore.

Più della metà della popolazione vive in condizioni di estrema povertà ed è stata duramente colpita da un aumento del 3,4% dei prezzi dei generi alimentari lo scorso anno.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Ultime notizie "Economia & Forex"
22:14Sei morti nel bombardamento russo del distretto ucraino di Kharkiv - governatore regionale
MR
22:02Gli investitori guardano i dati occupazionali dell'Aussie, analizzano i verbali della Fed
MR
21:54I lavoratori del settore elettrico nigeriano scioperano, causando un blackout
MR
21:01Il Consiglio di amministrazione dell'FMI si riunirà il 29 agosto per decidere sulla tranche di 1,1 miliardi di dollari del Pakistan.
MR
20:51ANALISI: respinto dai repubblicani del Wyoming, Cheney punta a fermare Trump
MR
20:15Un albero (casa) cresce a Brooklyn; l'edificio di appartamenti di sei piani ha travi in legno
MR
19:50Un problema alla tuta spaziale costringe alla fine anticipata della passeggiata spaziale russa
MR
19:34Un'enorme esplosione colpisce la moschea di Kabul, si temono molte vittime
MR
19:34Un'enorme esplosione colpisce la moschea di Kabul, si temono molte vittime
MR
19:26ELEZIONI: Salvini, cosa buona proporre alcuni ministri prima
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"