Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

I rendimenti della zona euro mantengono i guadagni, guardando oltre i numeri dei rimborsi dei prestiti della BCE

18-11-2022 | 13:35
FILE PHOTO: A picture illustration of euro banknotes

I rendimenti dei titoli di Stato di riferimento della zona euro sono saliti venerdý, estendendo i guadagni del giorno precedente grazie ai commenti da falco dei responsabili politici delle banche centrali e scrollando in gran parte la notizia che le banche del blocco rimborseranno meno del previsto i prestiti della BCE.

Gli istituti di credito europei sono pronti a rimborsare 296 miliardi di euro (307,1 miliardi di dollari) di prestiti pluriennali dalla Banca Centrale Europea la prossima settimana, ha dichiarato la BCE venerdì.

Si tratta di una cifra inferiore ai circa 500 miliardi di euro che molti analisti si aspettavano per la prima finestra di rimborso volontario dell'Operazione mirata di rifinanziamento a lungo termine (TLTRO) della BCE, da quando i termini sono stati modificati il mese scorso.

L'obbligazione italiana a due anni è salita di prezzo dopo l'annuncio, con il rendimento che si è attestato al 2,703% rispetto al 2,724% precedente. Una cifra più alta del previsto per i rimborsi avrebbe potuto pesare sui titoli di Stato periferici della zona euro a breve scadenza, secondo gli analisti.

Le obbligazioni a più lunga scadenza sono state poco influenzate dalla notizia e il rendimento dei titoli di Stato tedeschi a 10 anni è salito di 4,4 punti base al 2,07%. Il rendimento del titolo italiano a 10 anni è salito di 4 punti base al 3,98%.

Richard McGuire, responsabile della strategia dei tassi presso Rabobank, ha affermato che due fattori hanno guidato l'aumento dei rendimenti europei giovedì e venerdì: la retorica molto falco della Federal Reserve statunitense e il bilancio britannico.

Il ministro delle Finanze britannico Jeremy Hunt ha annunciato una serie di aumenti delle tasse e una spesa pubblica più rigida in un piano di bilancio giovedì, affermando che l'economia è già in recessione e che si ridurrà il prossimo anno.

I rendimenti dei titoli di Stato britannici sono aumentati di conseguenza, il che, secondo McGuire, è dovuto "al doppio colpo della visibile stretta di cinghia promessa - ma ritardata - che ha visto il mercato speculare sul fatto che la Banca d'Inghilterra debba fare di più nel breve termine (per aumentare i tassi)".

Il rendimento del gilt britannico a 10 anni si è attestato al 3,27%, in rialzo di 7 punti base, e McGuire ha detto che questa mossa sta influenzando anche le obbligazioni della zona euro.

Nel frattempo, dall'altra parte dell'Atlantico, il Presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, ha dichiarato giovedì che i tassi di interesse potrebbero dover raggiungere un intervallo compreso tra il 5 e il 5,25%, rispetto all'attuale livello di poco inferiore al 4,00%, per essere "sufficientemente restrittivi" per frenare l'inflazione, facendo salire i rendimenti dei Treasury statunitensi.

Il capo della BCE Christine Lagarde ha mantenuto il tono da falco venerdì, affermando che la banca centrale potrebbe aver bisogno di aumentare i tassi di interesse a tal punto da frenare la crescita nella lotta contro un'inflazione alle stelle.

Le osservazioni hanno in qualche modo minato la speranza, che ha sostenuto i prezzi dei titoli di Stato questo mese, che le banche centrali di tutto il mondo, e in particolare degli Stati Uniti, siano vicine alla fine dei loro aumenti dei tassi di interesse.

I guadagni dei prezzi delle obbligazioni all'inizio della settimana su queste speranze, tuttavia, hanno fatto sì che il rendimento a 10 anni dell'Italia sia ancora diretto verso un calo settimanale di 20 punti base, il secondo in successione.

Il rendimento tedesco a 10 anni, il benchmark per la zona euro, è in linea con un calo settimanale di circa 8 punti base, dopo aver registrato un calo leggermente maggiore la settimana precedente.

Sarebbe la prima volta che i rendimenti italiani o tedeschi a 10 anni scendono per due settimane di seguito da luglio.

Con i cali dei rendimenti italiani superiori a quelli tedeschi, lo spread tra i rendimenti dei titoli decennali dei due Paesi si è ristretto a 186,9 punti base nelle prime contrattazioni, circa il minimo da luglio.

(1 dollaro = 0,9638 euro)


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AUSTRALIAN DOLLAR / EURO (AUD/EUR) 0.18%0.65014 Prezzo in differita.0.86%
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) 0.43%0.69942 Prezzo in differita.1.10%
BRITISH POUND / EURO (GBP/EUR) 0.13%1.12483 Prezzo in differita.-0.82%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) 0.36%1.21005 Prezzo in differita.-0.58%
CANADIAN DOLLAR / EURO (CAD/EUR) -0.02%0.695855 Prezzo in differita.0.53%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) 0.19%0.7483 Prezzo in differita.0.73%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) 0.22%1.07551 Prezzo in differita.0.25%
INDIAN RUPEE / EURO (INR/EUR) 0.09%0.011264 Prezzo in differita.-0.26%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) 0.29%0.012113 Prezzo in differita.-0.04%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) 0.32%0.6344 Prezzo in differita.-0.65%
UK 10Y CASH 1.93%3.3015 Prezzo in differita.-11.47%
US DOLLAR / EURO (USD/EUR) -0.22%0.929887 Prezzo in differita.-0.25%
Ultime notizie "Economia"
10:26Banche : Enria, in 3* trim. 2022 redditività più altà da inizio Vigilanza Ue
DJ
10:24Bce, focus su deteriorati dopo rilievi su buffer troppo bassi per alcune banche
RE
10:23Banche : Enria, aspettative su qualità attivi rimangono positive
DJ
10:22CEO di TotalEnergies: Le sanzioni alla Russia stanno creando un mercato petrolifero "grigio".
MR
10:20Banche : Enria, qualità attivi ha continuato a migliorare in 2022
DJ
10:18Le vendite di auto in Cina sono crollate del 38% a gennaio - CPCA
MR
10:18Banche : Enria, quasi tutte le significative Cet 1 al di sopra nuovi requisiti
DJ
10:18Banche: Enria; Cet 1 leggermente sotto 15%, poco meno di scorso anno
DJ
10:17La banca centrale islandese alza il tasso di riferimento mentre le prospettive di inflazione peggiorano
MR
10:14Fisco : un marzo complicato per bonus edilizi (IO)
DJ
Ultime notizie "Economia"