Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

I vaccini COVID aggiornati offrono una protezione migliore rispetto a quelli originali - Studio statunitense

22-11-2022 | 20:08
FILE PHOTO: People receive their second COVID-19 boosters in Waterford, Michigan

I booster COVID-19 aggiornati offrono una maggiore protezione contro le nuove varianti nelle persone che hanno ricevuto in precedenza fino a quattro dosi del vecchio vaccino, come dimostra uno studio reale condotto negli Stati Uniti.

Lo studio su oltre 360.000 persone, pubblicato su Morbidity and Mortality Weekly Report, offre la prima prova che i nuovi vaccini di Pfizer-BioNTech e Moderna forniscono una protezione migliore rispetto ai vaccini originali.

Dalla loro introduzione a settembre, i booster del vaccino, che contengono sia il ceppo originale che il ceppo di coronavirus Omicron BA.4/5, hanno fornito maggiori benefici agli adulti più giovani di età compresa tra i 18 e i 49 anni, rispetto a quelli della fascia di età più avanzata.

Quando sono stati somministrati a distanza di otto mesi o più, l'efficacia vaccinale relativa dei nuovi booster rispetto alle iniezioni di vaccino originale è stata del 56% tra le persone di età compresa tra i 18 e i 49 anni, del 48% tra quelle di età compresa tra i 50 e i 64 anni e del 43% tra le persone di età pari o superiore ai 65 anni, ha dimostrato lo studio.

La variazione di efficacia era inferiore, nell'ordine del 28-31%, quando i richiami venivano somministrati a 2-3 mesi di distanza.

Gli autori dello studio, tuttavia, hanno avvertito che i partecipanti potrebbero non aver ricordato il loro stato vaccinale, la storia di infezioni precedenti e le condizioni mediche sottostanti, e che la scarsa accettazione dei richiami bivalenti potrebbe aver influenzato i risultati.

Finora sono stati somministrati circa 35 milioni di richiami aggiornati negli Stati Uniti, che rappresentano circa il 10% della popolazione totale, secondo i dati governativi.

Gli autori hanno avvertito che lo studio potrebbe non essere generalizzabile alle varianti future, poiché le varianti dominanti continuano a cambiare.

Negli ultimi due mesi, le sottovarianti BQ.1 e BQ.1.1 sono diventate i ceppi dominanti di coronavirus negli Stati Uniti, subentrando alla sottovariante BA.5 di Omicron, in base alla quale sono stati aggiornati i vaccini.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BIONTECH SE 0.00%142.1 Prezzo in differita.-5.43%
MODERNA, INC. 0.01%173.34 Prezzo in differita.-3.55%
PFIZER, INC. -0.22%43.975 Prezzo in differita.-14.01%
Ultime notizie "Economia"
17:36ASTE BOND : bid to cover Bill 3 mesi al 2,69
DJ
17:36ASTE BOND : Usa collocano 48 mld usd Bill 6 mesi al 4,755%
DJ
17:36ASTE BOND : Usa collocano 60 mld usd Bill 3 mesi al 4,59%
DJ
17:35BOND : spread Btp/bund chiude in allargamento di 2,79 pb a 186,566 pb
DJ
17:33Puglia : Maraschio (Ass. Ambiente), su Autonomia siamo preoccupati e contrari
DJ
17:33Puglia : Maraschio (Ass. Ambiente), al lavoro su politiche abitative e reddito energetico
DJ
17:33Puglia : Maraschio (Ass. Ambiente), in fotovoltaico ed eolico leader in Italia
DJ
17:33Puglia : Maraschio (Ass. Ambiente), siamo green ma autorizzazioni non arrivano
DJ
17:32Puglia : Maraschio (Ass. Ambiente), su progetti green manca strategia nazionale
DJ
17:29I titoli dell'AI sono in rally nell'ultima mania di Wall Street scatenata da ChatGPT
MR
Ultime notizie "Economia"