"Il Governo brasiliano ritiene che le dimostrazioni militari di sostegno a qualsiasi parte debbano essere evitate, in modo che il processo di dialogo in corso possa produrre risultati", ha dichiarato il Ministero degli Esteri brasiliano in un comunicato. Ha esortato tutte le parti a "contenersi" e a riprendere i colloqui.

La Gran Bretagna ha inviato la nave di pattuglia della Royal Navy HMS Trent in Guyana, dove sarebbe dovuta arrivare venerdì mattina.

Il Presidente venezuelano Nicolas Maduro giovedì ha criticato l'invio della nave da guerra e ha detto che ha violato lo "spirito" di un accordo raggiunto tra le autorità venezuelane e guyanesi.

I vicini Venezuela e Guyana hanno concordato all'inizio di questo mese di evitare l'uso della forza o di aumentare le tensioni nella loro lunga disputa di confine sul territorio di Esequibo.

La regione di 160.000 km² (62.000 miglia²) è generalmente riconosciuta come parte della Guyana, ma negli ultimi anni il Venezuela ha rilanciato le sue rivendicazioni sul territorio e sulle aree offshore dopo importanti scoperte di petrolio e gas.

I diplomatici occidentali hanno sollecitato il governo del Presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, che ha mantenuto relazioni amichevoli con Maduro, ad allentare le tensioni nella disputa sul confine con la Guyana.

Il Brasile ha detto venerdì che la "Dichiarazione di Argyle per il dialogo e la pace" firmata dalla Guyana e dal Venezuela il 14 dicembre è stata "una pietra miliare negli sforzi per affrontare pacificamente la questione".

"I due Paesi hanno anche concordato di cooperare per evitare incidenti sul terreno e misure unilaterali che potrebbero portare ad un'escalation della situazione", ha affermato la dichiarazione del Brasile.

Il Ministero della Difesa britannico ha dichiarato questo mese che la HMS Trent avrebbe visitato la Guyana come parte di una serie di impegni nella regione, senza fare riferimento al Venezuela o alla disputa sul confine.