Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Il capo del gruppo fiscale del Congresso degli Stati Uniti appoggia l'obbligo per i presidenti di rendere pubbliche le dichiarazioni dei redditi

02-12-2022 | 01:12
House Ways and Means Committee Chairman Neal discusses request for copies of President Donald Trump's tax returns at Capitol in Washington

Il presidente della commissione del Congresso degli Stati Uniti che ha avuto accesso alle dichiarazioni dei redditi di Donald Trump, giovedý ha dichiarato di essere a favore di una legislazione che richieda ai futuri presidenti di rendere pubbliche tali informazioni.

"Penso che sarebbe giusto dire che sarebbe una buona idea per i presidenti, in futuro, essere obbligati a rilasciare le loro dichiarazioni dei redditi", ha detto ai giornalisti il Presidente della Commissione per gli Affari e i Mezzi della Camera dei Rappresentanti, Richard Neal.

Neal ha aggiunto di non sapere se i candidati alla presidenza degli Stati Uniti dovrebbero essere inclusi in tale requisito.

L'ex Presidente Trump, a differenza dei suoi predecessori degli ultimi decenni, si è rifiutato di rendere volontariamente pubbliche le sue dichiarazioni dei redditi, affermando che erano sotto controllo da parte dell'Internal Revenue Service.

Neal ha parlato con i giornalisti dopo una riunione a porte chiuse con i Democratici della commissione per esaminare i complessi vincoli legali e di riservatezza che la commissione deve rispettare nel momento in cui esamina ed elabora le dichiarazioni dei redditi di Trump e delle sue aziende dal 2015 al 2020. La commissione vuole esaminare il processo di revisione di questi documenti.

Neal ha usato i suoi commenti ai giornalisti per contestare un'affermazione "falsa" secondo cui i Democratici della commissione giovedì si sarebbero riuniti per esaminare le dichiarazioni dei redditi di Trump.

La Corte Suprema degli Stati Uniti il 22 novembre ha autorizzato il rilascio di tali dichiarazioni alla commissione di Neal, che le ha richieste per quasi quattro anni.

Con l'inizio del nuovo Congresso il 3 gennaio, che porterà al controllo repubblicano della Camera, la commissione di Neal non ha molto tempo a disposizione per terminare il suo lavoro e prendere decisioni su qualsiasi risposta formale della commissione alle informazioni che potrebbe ricavare dai documenti di Trump.

Ma il presidente democratico ha aggiunto: "Intendo continuare a lavorare su questo tema per portarlo a termine".


ę MarketScreener con Reuters 2022
Ultime notizie "Economia"
19:02Bper : Montani; sul tavolo nessun dossier M&A, in futuro vedremo
DJ
18:56Fs, lavori per circonvallazione Trento da oltre 934 million a consorzio con Webuild
RE
18:56Analisi-Il terremoto in Siria offre una leva ad Assad isolato
MR
18:56La Commissione europea concede a Sika un'approvazione condizionata per l'accordo con MBCC
MR
18:55Bper raddoppia dividendo dopo conti 2022, Cet1 al 13,2%
RE
18:54Google rafforza motore ricerca con AI, sfida a Bing di Microsoft
RE
18:54Bper : Montani, intendiamo puntare su Banca Cesare Ponti
DJ
18:54B.P.Sondrio : Pedranzini, livelli default imprese decisamente bassi (Class-Cnbc)
DJ
18:53Borsa Usa in calo su timori rialzi tassi
RE
18:52B.P.Sondrio : Pedranzini, in M&A guarderemmo a sinergie di ricavo (Class-Cnbc)
DJ
Ultime notizie "Economia"