Il leader del più grande partito di opposizione del Sudafrica ha esortato domenica gli elettori a votare per il suo partito perché non offre promesse vuote, a pochi giorni da un'elezione che potrebbe vedere il Congresso Nazionale Africano (ANC) al potere perdere la sua maggioranza per la prima volta.

L'Alleanza Democratica (DA), che ha ottenuto la seconda quota di voti nelle ultime elezioni, ha esortato i sostenitori a usare le loro penne per chiudere il capitolo dell'ANC, che secondo lui era pieno di "disoccupazione, corruzione e malgoverno", e scriverne uno nuovo quando voteranno il 29 maggio.

"A differenza di tutti gli altri partiti in queste elezioni, il DA non fa promesse su ciò che faremo un giorno. Vi mostriamo le prove di ciò che stiamo già facendo oggi", ha detto il leader del DA John Steenhuisen ai sostenitori, che indossavano i colori blu del partito.

Il DA, favorevole agli affari, gestisce il governo provinciale di Western Cape, dove si trova la popolare città turistica di Città del Capo.

Il DA non è apparso dal nulla per promettervi il sole, la luna e il cielo", ha aggiunto.

I sondaggi elettorali prevedono che l'ANC perderà la sua maggioranza parlamentare per la prima volta da quando l'icona della lotta Nelson Mandela fu votata al potere nel 1994, alla fine dell'apartheid.

Il DA ha stretto un patto con alcuni partiti minori per cercare di conquistare oltre il 50% dei voti necessari per formare un governo, tra cui il partito nazionalista zulu Inkatha Freedom Party e ActionSA, un partito guidato da un ex sindaco di Johannesburg, il centro economico del Paese.

"Sono qui oggi per dirvi una cosa: l'aiuto sta arrivando!", ha detto Steenhuisen.