Il rame di Londra è stato scambiato in un range ristretto mercoledì, dato che il recente rally dei prezzi ha smorzato il consumo in Cina, il principale consumatore, anche se le interruzioni dell'offerta, causate principalmente dalla chiusura della miniera Cobre Panama, hanno continuato a fornire un certo sostegno.

Il rame a tre mesi sul London Metal Exchange era in rialzo dello 0,1% a $9.714 per tonnellata metrica, alle 0135 GMT, dopo un calo di due giorni.

Il contratto di rame di giugno più negoziato allo Shanghai Futures Exchange è scivolato dello 0,5% a 78.460 yuan ($10.832,08) per tonnellata.

Cobre Panama, una delle più grandi miniere di rame a cielo aperto del mondo, è stata costretta a chiudere a dicembre, invertendo l'offerta globale di concentrato di rame in un deficit di fornitura quest'anno.

I prezzi del rame sono aumentati finora quest'anno, grazie al sostegno delle chiusure delle miniere e alle prospettive ottimistiche della domanda cinese.

Il rame LME ha toccato un massimo di due anni venerdì.

I fabbricanti di tubi e fili di rame in Cina stanno lottando per trasferire i costi più elevati ai loro clienti, hanno detto gli analisti di ANZ, citando i commenti di una conferenza di settore a Hangzhou.

Il premio del rame di Yangshan, un indicatore della domanda di importazioni, è crollato quasi a zero martedì ed è il più basso, secondo i dati di Shanghai Metals Market che tiene traccia dei record dal 2013. < SMM-CUYP-CN>

Il London Metal Exchange si è mosso martedì per impedire ai commercianti di prelevare l'alluminio russo dai suoi magazzini approvati e di restituirlo in un secondo momento, al fine di trarre vantaggio dalle modifiche alle regole per conformarsi alle nuove sanzioni.

Il nichel LME ha ceduto lo 0,2% a 18.975 dollari per tonnellata, lo stagno ha guadagnato lo 0,2% a 32.000 dollari, l'alluminio è sceso dello 0,3% a 2.571,50 dollari, mentre lo zinco è salito dello 0,5% a 2.806,50 dollari e il piombo è salito dello 0,1% a 2.187 dollari.

Lo stagno SHFE è crollato del 4,6% a 253.010 yuan la tonnellata, l'alluminio è sceso dell'1,3% a 20.115 yuan, il nichel è diminuito dell'1,8% a 141.350 yuan e lo zinco si è mosso poco a 22.465 yuan, mentre il piombo è salito dell'1,3% a 17.045 yuan.

Per le storie più importanti sui metalli e altre notizie, clicchi o

(1 dollaro = 7,2433 yuan cinesi) (Relazioni di Siyi Liu e Mei Mei Chu; Redazione di Sherry Jacob-Phillips)