I prezzi del rame sono saliti a livelli record lunedì, grazie alle misure di sostegno immobiliare della Cina e ai dati industriali migliori del previsto, che si sono aggiunti al momentum di acquisto che ha alimentato i prezzi dei metalli di base nell'ultimo mese.

Il rame a tre mesi sul London Metal Exchange è salito del 3,4% a $11.034,50 per tonnellata metrica entro lo 0602 GMT, dopo aver registrato un'impennata del 4,1% all'inizio della sessione, fino a raggiungere un massimo storico di $11.104,50.

Il contratto di rame di luglio più negoziato sullo Shanghai Futures Exchange è salito del 5,8% a 88.130 yuan ($12.189,15) la tonnellata. All'inizio della sessione, era salito del 6,8% al massimo storico di 88.940 yuan la tonnellata.

Venerdì la Cina ha annunciato misure "storiche" per stabilizzare il settore immobiliare in crisi, mentre la produzione industriale cinese è cresciuta oltre le aspettative del 6,7% su base annua ad aprile, grazie al miglioramento della domanda esterna.

Un trader ha detto che il rally del prezzo del metallo di lunedì è stato esacerbato dai trader sistematici che hanno semplicemente inseguito i prezzi più alti. Il rame LME ha registrato un'impennata del 29% quest'anno e il rame SHFE è balzato del 26% nello stesso periodo.

I prezzi dei futures, tuttavia, non riflettono un miglioramento della domanda nel mercato del rame fisico. Il premio per l'importazione di rame nell'area cinese di Yangshan è stato pari a zero venerdì, rispetto ai 60 dollari di marzo, riflettendo la debolezza della domanda di importazioni. < SMM-CUYP-CN>

Le scorte di rame dell'SHFE < CU-STX-SGH> si sono attestate a 290.376 tonnellate, rispetto alle 33.130 tonnellate dell'inizio dell'anno, nonostante maggio sia la stagione tradizionalmente forte della domanda di rame in Cina.

"La forza degli afflussi di investimenti è così forte che ha bisogno di qualcosa di grande per fermarsi. Il rallentamento delle importazioni cinesi, la loro esportazione di metallo in eccesso, le consegne di Trafigura che raggiungono i magazzini del CME sono probabili 'acceleratori'", ha detto Sandeep Daga, direttore del Metal Intelligence Centre.

Una stretta sul contratto di rame del Comex, che ha toccato un record la scorsa settimana, ha anche spinto i prezzi a livello globale, portando alcuni trader a cercare di acquistare metallo fisico e consegnarlo ai magazzini statunitensi.

"Se la storia è una guida, la paura di perdere il mercato porterà il rame ancora più in alto prima che la sanità mentale ritorni in tutti i mercati insieme al rallentamento globale che inizia a gettare la sua ombra", ha detto Daga, riferendosi al mercato del petrolio nel 2008.

L'alluminio LME è salito dell'1,2% a 2.644,50 dollari la tonnellata, lo zinco è salito dell'1,3% a 3.069,50 dollari, il piombo è aumentato dell'1,3% a 2.314 dollari, lo stagno è avanzato dell'1,3% a 34.710 dollari e il nichel è salito dell'1,4% a 21.370 dollari.

L'alluminio SHFE è salito dell'1,2% a 21.075 yuan la tonnellata, il nichel è balzato del 4,6% a 157.200 yuan, lo zinco è avanzato del 2,4% a 24.330 yuan, il piombo è aumentato dello 0,6% a 18.860 yuan e lo stagno è salito del 2,4% a 281.220 yuan.

Per le storie più importanti sui metalli e altre notizie, cliccare o

(1 dollaro = 7,2302 yuan) (Servizio di Mai Nguyen ad Hanoi; Redazione di Sohini Goswami)