Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 

Inflazione : Gentiloni; rallenterÓ, caro gas non fermi transizione (Stampa)

15-10-2021 | 08:22

ROMA (MF-DJ)--"Molto si è discusso dei rischi che si manifestano, legati alle strozzature nelle catene del valore, prezzi dell'energia, inflazione, alto debito. Si è parlato della transizione ambientale, indispensabile per evitare ulteriori pericoli. C'è un fenomeno di aumento dei prezzi a cui bisogna far fronte, ma non può farci rallentare il percorso". Lo ha detto, come riporta La Stampa, il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, a margine della missione ai vertici delle istituzioni finanziarie internazionali.

Gentiloni ha elencato gli errori da evitare, e le iniziative da prendere, per non compromettere la tendenza positiva dell'economia. "Fra i possibili rischi ci sono quelli che il sistema ha già incorporato e sta affrontando da settimane, legati alle strozzature in alcuni settori, in particolare l'automotive, i macchinari, le costruzioni. Dobbiamo guardare a queste difficoltà dal lato giusto: sono effetti collaterali di una travolgente ripresa economica. Quindi improvvisamente hai una ripresa senza precedenti, e questo produce una domanda di gas a cui non sei in grado di rispondere", ha spiegato.

Sull'inflazione "il consenso è che si tratti di un fenomeno transitorio", ma nell'immediato servono rimedi. Le soluzioni possibili a livello europeo sono principalmente tre: mitigare subito l'effetto dei prezzi alti sulle categorie più deboli, "come ha fatto il governo stanziando fra 3 e 4 miliardi"; immagazzinamento europeo da cui poi distribuire le risorse a chi ne ha più bisogno; pensare a sistemi di acquisto comuni, anche se ciò è complicato dalla diversità dei fornitori. La condizione irrinunciabile, però, è che i problemi del presente non vengano usati come scusa per "rallentare il percorso" della transizione ecologica, perché l'Europa importa il 90% del suo fabbisogno, e quindi "la misura fondamentale è rinnovabili, rinnovabili, rinnovabili. Il gas è comunque una fonte transitoria".

vs

(END) Dow Jones Newswires

October 15, 2021 02:21 ET (06:21 GMT)

Ultime notizie "Materie Prime"
08/12L'agenda di domani
DJ
08/12BORSA: commento di chiusura
DJ
08/12USA: +2,733 mln barili scorte settimanali carburante distillato
DJ
08/12USA: +3,882 mln barili scorte settimanali benzina a 219,304 mln
DJ
08/12USA: -0,241 mln barili scorte settimanali petrolio a 432,87 mln
DJ
08/12TERNA: confermata in indice sostenibilità FTSE4GOOD
DJ
08/12Le azioni indiane aprono più in alto prima della decisione sui tassi della banca centrale
MR
08/12ENEL: tra leader mondiali sostenibilità in indice FTSE4GOOD
DJ
08/12Gb fa pressioni su Usa per intervento rapido su dazi acciaio e alluminio
RE
08/12MODA: la Omicron non spaventa il lusso (MFF)
DJ
Ultime notizie "Materie Prime"