L'Indonesia ha registrato un'eccedenza commerciale di 4,47 miliardi di dollari a marzo, secondo i dati dell'ufficio statistico di lunedì, più grande di un'eccedenza prevista di 1,13 miliardi di dollari in un sondaggio Reuters, poiché le importazioni sono diminuite più del previsto.

L'avanzo è stato anche superiore a quello di febbraio, pari a circa 870 milioni di dollari, che è stato il più basso degli ultimi nove mesi.

Le esportazioni sono scese del 4,19% a 22,43 miliardi di dollari su base annua a marzo, mentre le importazioni sono scese del 12,76% a 17,96 miliardi di dollari. Un sondaggio Reuters aveva previsto una contrazione del 9,03% delle esportazioni il mese scorso e un calo dell'1,57% delle importazioni.

Gli acquisti minori di macchinari e prodotti elettronici hanno contribuito al calo delle importazioni, mentre il calo delle esportazioni è stato dovuto principalmente al valore delle spedizioni di materie prime minerarie, ha dichiarato il capo di Statistica Indonesia Amalia Adininggar Widyasanti.

Anche se i numeri del commercio sono stati forti, l'economista di Trimegah Securities Fakhrul Fulvian ha detto di aspettarsi che la banca centrale fornisca una guida da falco durante la riunione politica di questa settimana, per proteggere la rupia traballante.

La rupia, colpita da un dollaro statunitense forte e dalle crescenti tensioni in Medio Oriente, è scesa al livello più basso della scorsa settimana. Lunedì ha guadagnato lo 0,12%, ma è rimasta vicina al minimo dal 2020.

Un sondaggio Reuters ha mostrato lunedì che 29 analisti su 35 si aspettavano che la banca centrale mantenesse invariato il suo tasso di riferimento nella riunione del 23-24 aprile, mentre sei si aspettavano un aumento di 25 punti base.

Lo stesso sondaggio ha anche mostrato che gli analisti hanno posticipato la loro aspettativa di taglio dei tassi indonesiani al prossimo trimestre, rispetto alle aspettative di un taglio nel secondo trimestre in un sondaggio di marzo, seguito da un'altra riduzione al 5,50% entro la fine di dicembre, rispetto al 5,25% visto in precedenza.