Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrazione
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietàIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

L'Ucraina prende di mira i soldati russi che minacciano la più grande centrale nucleare d'Europa

14-08-2022 | 05:56
Ukrainian serviceman fires with a D-30 howitzer near a frontline in Mykolaiv region

L'Ucraina sta prendendo di mira i soldati russi che sparano alla centrale nucleare più grande d'Europa o la usano come base per sparare, mentre i Paesi del G7, temendo una catastrofe nucleare, hanno chiesto a Mosca di ritirare le sue forze dall'impianto.

L'Ucraina e la Russia si sono scambiate accuse su molteplici incidenti di bombardamenti presso la struttura di Zaporizhzhia, nel sud dell'Ucraina. Le truppe russe hanno catturato la stazione all'inizio della guerra.

"Ogni soldato russo che spara alla centrale, o spara usando la centrale come copertura, deve capire che diventa un bersaglio speciale per i nostri agenti di intelligence, per i nostri servizi speciali, per il nostro esercito", ha detto il Presidente Volodymyr Zelenskiy in un discorso serale sabato.

Zelenskiy, che non ha fornito alcun dettaglio, ha ribadito che la Russia sta usando l'impianto come ricatto nucleare.

L'impianto domina la riva sud di un vasto bacino idrico sul fiume Dnipro. Le forze ucraine che controllano le città sulla riva opposta sono state sottoposte a intensi bombardamenti da parte della Russia.

Il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha accusato la Russia di "colpire la parte della centrale nucleare dove viene generata l'energia che alimenta il sud dell'Ucraina".

"L'obiettivo è quello di disconnetterci dalla (centrale) e incolpare l'esercito ucraino per questo", ha scritto Podolyak su Twitter.

L'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (AIEA), che sta cercando di ispezionare l'impianto, ha messo in guardia da un disastro nucleare se non cessano gli scontri. Gli esperti nucleari temono che gli scontri possano danneggiare le piscine di combustibile esaurito dell'impianto o i reattori.

Il capo delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha chiesto l'istituzione di una zona demilitarizzata intorno all'impianto di Zaporizhzhia, che è ancora gestito da tecnici ucraini.

Kyiv ha dichiarato da settimane che sta pianificando una controffensiva per riconquistare Zaporizhzhia e le vicine province di Kherson, la parte più grande del territorio sequestrato dalla Russia dopo l'invasione del 24 febbraio e ancora in mano russa.

Le forze russe e ucraine hanno combattuto in precedenza per il controllo di Chornobyl, il sito ancora radioattivo del peggior incidente nucleare del mondo, sollevando anche il timore di un disastro.

LA FRATTURA DIPLOMATICA SI APPROFONDISCE

L'invasione della Russia, che definisce una "operazione militare speciale" per smilitarizzare e "denazificare" il suo vicino più piccolo, ha spinto le relazioni tra Mosca e Washington a un punto basso, con la Russia che ha avvertito che potrebbe interrompere i legami.

Gli Stati Uniti hanno guidato gli alleati occidentali dell'Ucraina nel fornire armi per difendersi e sanzioni punitive contro Mosca.

Un alto funzionario russo venerdì ha detto che Mosca ha comunicato a Washington che se il Senato degli Stati Uniti approvasse una legge che individua la Russia come "sponsor statale del terrorismo", i rapporti diplomatici sarebbero gravemente danneggiati e potrebbero persino essere interrotti.

Sabato un alto funzionario del Ministero degli Esteri russo ha avvertito che qualsiasi sequestro di beni russi da parte degli Stati Uniti distruggerebbe completamente le relazioni bilaterali, ha riferito la TASS.

"Avvertiamo gli americani delle conseguenze dannose di tali azioni che danneggeranno in modo permanente le relazioni bilaterali, il che non è né nel loro né nel nostro interesse", ha detto AlexanderDarchiev, capo del Dipartimento Nordamericano del Ministero. Non è stato chiaro a quali beni si riferisse.

Darchiev ha detto che l'influenza degli Stati Uniti sull'Ucraina è aumentata al punto che "gli americani stanno diventando sempre più una parte diretta nel conflitto".

Gli Stati Uniti e l'Europa, diffidando di essere trascinati direttamente nella guerra, hanno rifiutato la richiesta dell'Ucraina di istituire una no-fly zone per aiutarla a proteggere i suoi cieli dai missili e dagli aerei da guerra russi.

NAVI DI GRANO IN UCRAINA

Altre due navi che trasportavano grano hanno lasciato i porti ucraini del Mar Nero sabato, ha dichiarato il Ministero della Difesa turco, portando a 16 il numero di navi in partenza nell'ambito di un accordo mediato dalle Nazioni Unite, volto in parte ad alleviare la crisi alimentare globale.

Il Ministero delle Infrastrutture ucraino ha dichiarato sabato che 16 navi che trasportavano 450.000 tonnellate di prodotti agricoli sono partite dai porti marittimi ucraini dall'inizio di agosto in base all'accordo, che ha garantito un passaggio sicuro per le navi.

L'accordo, firmato dall'Ucraina, dalla Russia, dalla Turchia e dalle Nazioni Unite nel mese di luglio, in seguito agli avvertimenti di possibili epidemie di amminoacidi, ha permesso di riprendere le esportazioni di cereali dai porti ucraini del Mar Nero, dopo averle bloccate per cinque mesi a causa della guerra.

Zelenskiy ha detto che in meno di due settimane, l'Ucraina è riuscita ad esportare da tre porti la stessa quantità di grano che aveva esportato su strada per tutto il mese di luglio.

"Questo ha già permesso di ridurre la gravità della crisi alimentare", ha detto sabato.

L'Ucraina spera di aumentare le sue esportazioni marittime a oltre 3 milioni di tonnellate di grano e altri prodotti agricoli al mese nel prossimo futuro.

L'Ucraina e la Russia sono i principali esportatori di cereali. Il blocco dei porti ucraini ha intrappolato decine di milioni di cereali nel Paese, sollevando il timore di gravi carenze alimentari e persino di epidemie di carestia in alcune parti del mondo.


© MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) 3.21%61.925 Prezzo in differita.-21.25%
US DOLLAR / TURKISH LIRA (USD/TRY) 0.12%18.56942 Prezzo in differita.39.32%
Ultime notizie "Economia"
22:51Le azioni scendono, i rendimenti salgono mentre la Fed rimane ferma sui rialzi
MR
22:45Il TSX crolla a causa dell'aumento dei prezzi del petrolio, che spegne le speranze di un cambio di rotta della banca centrale.
MR
22:36Wall Street chiude in ribasso, mentre la Fed martella il rialzo dei tassi.
MR
22:24AMD prevede un fatturato nel terzo trimestre di 5,6 miliardi di dollari
MR
22:16Il dollaro statunitense registra forti guadagni mentre gli investitori si preparano per le buste paga non agricole
MR
22:10Levi Strauss taglia le previsioni di profitto per il 2022 a causa delle pressioni inflazionistiche e del dollaro forte
MR
22:04OFFERTA DEL MATTINO - Mettere la schiena nel biglietto verde
MR
22:01Il Cile denuncia la società mineraria per una gigantesca voragine
MR
22:00Wall Street chiude in ribasso, mentre la Fed martella il rialzo dei tassi.
MR
21:57LME chiede l'opinione del mercato sul possibile divieto di utilizzo dei metalli russi
MR
Ultime notizie "Economia"