Telecom Italia (TIM) non si aspetta alcun problema specifico di antitrust legato alla prevista vendita della sua rete di telefonia fissa a KKR, ha detto giovedì il capo del più grande gruppo telefonico italiano.

"Non prevediamo problemi specifici... a livello di antitrust", ha detto Labriola in una telefonata successiva ai risultati, sostenendo che l'operazione, del valore di 22 miliardi di euro (23,61 miliardi di dollari), non creerà alcuna "concentrazione" nel mercato.

(1 dollaro = 0,9316 euro) (Servizio di Elvira Pollina, redazione di Alvise Armellini)