La Banca del Giappone potrebbe alzare i tassi di interesse se i forti cali dello yen dovessero aumentare l'inflazione o se la percezione dei prezzi futuri da parte del pubblico si muovesse più del previsto, ha dichiarato mercoledì il membro del Consiglio di amministrazione Seiji Adachi.

Sebbene i movimenti valutari a breve termine da soli non inneschino un cambiamento di politica, la Banca centrale potrebbe aumentare i tassi di interesse se i cali eccessivi dello yen persistono e hanno un forte impatto sulle aspettative di inflazione, ha detto Adachi in un discorso.

Ha anche detto che la BOJ deve guardare non solo ai rischi di ribasso dell'economia e dei prezzi, ma anche ai rischi di rialzo, nel guidare la politica.

"Dobbiamo assolutamente evitare di aumentare i tassi di interesse prematuramente. Ma se ci concentriamo troppo sui rischi di ribasso, potremmo assistere ad un'accelerazione dell'inflazione che ci costringerebbe a inasprire bruscamente la politica monetaria in seguito", ha detto Adachi.

"Finché l'inflazione di fondo continuerà a dirigersi verso il 2%, è importante regolare gradualmente il grado di sostegno monetario in base agli sviluppi economici, dei prezzi e finanziari", ha detto, segnalando la possibilità di un rialzo dei tassi a breve termine. (Relazione di Leika Kihara; Redazione di Himani Sarkar e Jacqueline Wong)