La Cina faciliterà le quotazioni in borsa di Hong Kong da parte delle principali società cinesi e amplierà il programma di investimenti transfrontalieri Stock Connect per promuovere lo status di Hong Kong come centro finanziario globale, ha dichiarato venerdì il regolatore dei titoli cinese.

Il collegamento di investimento tra la Cina continentale e Hong Kong sarà ampliato per includere i fondi di investimento immobiliare (REIT) e le azioni denominate in yuan quotate a Hong Kong, ha dichiarato la China Securities Regulatory Commission (CSRC) in un comunicato.

Inoltre, la soglia sarà abbassata per i fondi negoziati in borsa (ETF) nell'ambito di Stock Connect.

"Il Governo centrale cinese sostiene pienamente Hong Kong nel mantenere il suo status unico e i suoi vantaggi a lungo termine", ha dichiarato l'autorità di vigilanza.

Una dichiarazione separata della Borsa di Hong Kong, venerdì, ha affermato di aver concordato con le sue controparti di Shanghai e Shenzhen di ampliare la portata degli ETF ammissibili nell'ambito di Stock Connect.

Le varie misure mirano a "rafforzare lo status di centro finanziario di Hong Kong e a promuovere sviluppi coordinati del mercato dei capitali" tra Cina e Hong Kong, ha dichiarato il CSRC.

La borsa di Hong Kong ha iniziato l'anno scorso ad offrire azioni cinesi denominate in yuan nel cosiddetto schema a doppio contatore. L'inclusione di tali azioni nello schema Connect aiuterebbe a promuovere l'uso internazionale dello yuan, ha aggiunto il CSRC.

Inoltre, la CSRC ha dichiarato che espanderà le vendite di prodotti nell'ambito del Mutuo Riconoscimento dei Fondi - uno schema che consente ai fondi idonei in Cina e a Hong Kong di essere venduti nei rispettivi mercati. (Redazione di Pechino Redazione di David Goodman )