Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietàMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaCalendarioSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

La Gran Bretagna si impegna ad affrontare le barriere commerciali per gli esportatori

30-06-2022 | 01:10
FILE PHOTO: British Secretary of State for International Trade Anne-Marie Trevelyan reacts during an interview with a foreign media at a hotel in New Delhi

Il Ministro del Commercio britannico si impegnerà giovedì a colpire decine di barriere burocratiche alle esportazioni in un'iniziativa a favore di un commercio più libero, il giorno dopo aver esteso un pacchetto protezionistico di tariffe e quote sui prodotti in acciaio.

Anne-Marie Trevelyan ha riconosciuto che la mossa di aumentare le barriere alle importazioni di acciaio viola le regole del commercio internazionale, ma ha detto che la situazione giustificava l'estensione delle salvaguardie, anche se lei si considera una sostenitrice del libero commercio.

In vista del suo discorso di giovedì, il Ministero del Commercio ha dichiarato di voler affrontare 100 questioni prioritarie per un valore di 20 miliardi di sterline (24,24 miliardi di dollari), che potrebbero essere risolte al di fuori dei negoziati sui nuovi Accordi di Libero Scambio per sostituire gli accordi con cui la Gran Bretagna ha operato nell'Unione Europea.

Tra gli ostacoli al commercio elencati, sono stati citati i blocchi alle esportazioni di carne verso i Paesi asiatici, le regole che ritardano l'ingresso dei dispositivi medici in Sudafrica e le restrizioni per gli avvocati formati nel Regno Unito che esercitano in Giappone.

"Sappiamo che le aziende che esportano pagano salari più alti e sono più produttive di quelle che non lo fanno, ma troppo spesso le complesse regole commerciali e gli ostacoli pratici impediscono loro di vendere all'estero", ha dichiarato Trevelyan in un comunicato.

Il Ministero del Commercio ha dichiarato di aver acquisito maggiori poteri per rimuovere tali barriere commerciali a causa della Brexit - anche se la Gran Bretagna e l'Unione Europea devono affrontare la prospettiva di una possibile guerra commerciale a causa di una disputa sugli accordi commerciali in Irlanda del Nord.

Il dipartimento ha affermato di aver già sostenuto la "risoluzione" di circa 400 barriere al commercio in più di 70 Paesi negli ultimi due anni.

Tuttavia, i tempi per l'effettiva rimozione delle barriere potrebbero non essere sempre così brevi - ad esempio, il Ministero ha affermato che la rimozione delle restrizioni sulla carne bovina britannica diretta in Corea del Sud, che potrebbe valere 2,5 miliardi di sterline (3,03 miliardi di dollari), sarà risolta nei prossimi cinque anni.

(1 dollaro = 0,8249 sterline)


© MarketScreener con Reuters 2022
Ultime notizie "Economia & Forex"
15:37SPECTRUM MARKETS: Serix, a luglio investitori in modalità risk off
DJ
15:25Usa, indice prezzi al consumo invariato a luglio, sotto attese
RE
15:23IRAN: Usa, sta addestrando Russia a utilizzare i suoi droni avanzati
DJ
15:20Fed, trader attendono rialzo tassi 50 pb a settembre su allentamento inflazione
RE
15:16I nemici dell'aborto ottengono i voti dei governatori repubblicani in Wisconsin, Minnesota
MR
15:14USA: Trump interrogato oggi a Ny in indagine su frode fiscale
DJ
15:11Forex, dollaro perde terreno dopo dati inflazione Usa sotto attese
RE
15:01TOP STORIES ITALIA: borse accelerano, inflazione Usa inferiore a stime
DJ
15:01TOP STORIES ITALIA: Fondo Mise salva Conbipel con 3,8 mln, avrà 49% Newco
DJ
15:01TOP STORIES ITALIA: da Rfi (FS) gara da 1,1 mld per passante AV Firenze
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"