Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

La banca centrale australiana Ŕ scettica sul dollaro digitale, ma questo potrebbe cambiare

08-12-2021 | 23:22
FILE PHOTO: A worker is reflected in a wall of the Reserve Bank of Australia head office in central Sydney, Australia

Il capo della banca centrale australiana non vede ancora un caso forte per una valuta digitale al dettaglio nel paese, anche se ha ammesso che uno potrebbe emergere come la tecnologia e le preferenze del pubblico stanno cambiando rapidamente.

In un discorso sul sistema dei pagamenti di giovedì, il governatore della Reserve Bank of Australia (RBA) Philip Lowe ha anche detto che i regolatori stavano rivedendo il trattamento delle cripto-asset, e ha messo in guardia gli investitori ad essere cauti sui rischi quando acquistano.

Questo arriva mentre il governo sta lanciando la più grande revisione dell'industria dei pagamenti australiana da 650 miliardi di dollari al giorno (466 miliardi di dollari) in un quarto di secolo.

Lowe ha detto che la crescita dei portafogli digitali potrebbe consentire lo scambio di token o forme digitali di denaro che potrebbero essere sostenute dalla RBA.

"Questa sarebbe una forma di valuta digitale della banca centrale al dettaglio (CBDC) - o un eAUD", ha detto Lowe. "Finora, però, non abbiamo visto un forte caso di politica pubblica per muoversi in questa direzione, specialmente dato il sistema di pagamenti elettronici efficiente, veloce e conveniente dell'Australia".

Lowe ha detto che un caso potrebbe emergere man mano che la tecnologia si evolve e ci sarebbero vantaggi in qualsiasi token di pagamento digitale sostenuto dalla banca centrale.

"Una lezione dalla storia è che il denaro emesso e sostenuto privatamente troppo spesso finisce in instabilità finanziaria e perdite per i consumatori", ha aggiunto.

Se i token digitali privati, o stablecoin, dovessero svilupparsi, dovrebbero essere sostenuti da beni di alta qualità e soddisfare elevati standard di sicurezza, ha detto.

Era scettico sulla necessità di una criptovaluta non legata direttamente al dollaro australiano o sostenuta da una particolare entità o attività, in parte a causa della loro volatilità. (1 dollaro = 1,3943 dollari australiani)


ę MarketScreener con Reuters 2021
Ultime notizie "Economia & Forex"
00:57Microsoft batte le stime sui ricavi trimestrali sulla forza della nuvola
MR
00:48Analisi-Un metaverso con caratteristiche cinesi è un metaverso pulito e conforme
MR
25/01Wall St scivola oltre il 2% mentre la crisi tecnologica si approfondisce; riunione della Fed in vista
MR
25/01Texas Instruments prevede entrate Q1 sopra le stime sulla forte domanda di chip
MR
25/01YouTube esplorerà le funzioni NFT per i creatori
MR
25/01YouTube esplorerà le funzioni NFT per i creatori
MR
25/01ValueAct esorta Seven & i Holdings ad ascoltare, considerare alternative strategiche
MR
25/01Il FTSE 100 rimbalza dal minimo di un mese mentre i titoli delle materie prime salgono
MR
25/01ANDERSEN: con famiglia Casasola in operazione straordinaria Tubotec
DJ
25/01QUIRINALE: Letta-Speranza-Conte, no condivisione su nomi centodestra
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"