I prestiti non garantiti - per lo più prestiti personali e carte di credito - non hanno alcuna garanzia e quindi presentano un rischio più elevato. Le banche indiane hanno incrementato il loro portafoglio di prestiti non garantiti quando lo stress indotto dalla pandemia ha iniziato a diminuire.

Gli incassi delle banche sulle carte di credito si sono attestati a 1,87 trilioni di rupie (22,77 miliardi di dollari) al 27 gennaio, in aumento rispetto ai 1,53 trilioni di rupie di un anno prima, secondo gli ultimi dati della Reserve Bank of India (RBI).

"I rischi nei prestiti non garantiti sono stati sul radar della RBI", ha detto un funzionario senior di una banca privata. "La RBI ha avvertito privatamente le banche in merito a tali rischi, chiedendo loro di rafforzare le pratiche di sottoscrizione".

I banchieri non hanno voluto essere identificati perché non erano autorizzati a parlare con i media.

GRAFICO: Livelli di morosità nel credito al consumo aggregato, https://www.reuters.com/graphics/INDIA-BANKS/klvygbkqjvg/chart.png

Secondo gli ultimi dati disponibili dal fornitore di informazioni sul credito CIBIL e pubblicati dalla RBI, a fine settembre 2022, i livelli di morosità nel credito al consumo aggregato in tutte le categorie di prodotti erano pari al 4,3% per le banche statali e all'1,5% per le banche private, rispetto al 4,8% e al 2,4%, rispettivamente, di un anno fa.

Secondo i banchieri, la RBI è preoccupata che il forte aumento dei tassi d'interesse possa innescare inadempienze e creare maggiori rischi. La RBI non ha risposto ad un'e-mail di richiesta di commento.

Il Comitato di Politica Monetaria (MPC) dell'India ha aumentato il tasso repo di 250 punti base (bps) da maggio dello scorso anno per contenere le pressioni inflazionistiche.

Questo ha fatto salire il tasso di prestito medio ponderato delle banche di 95 punti base nello stesso periodo.

Anche se l'MPC ha mantenuto il tasso repo fermo al 6,50% all'inizio di questo mese, i verbali dell'ultima riunione del gruppo hanno mostrato che i membri sono preoccupati per i rischi inflazionistici che giustificano ulteriori aumenti.

Il passaggio degli aumenti dei tassi ai nuovi prestiti bancari, tuttavia, è immediato, in quanto la maggior parte dei prestiti è legata ad un benchmark esterno, come il repo.

GRAFICO: Variazione dei tassi di prestito delle banche indiane, https://www.reuters.com/graphics/INDIA-BANKS/byprlejmqpe/chart.png

I prestiti aggressivi possono causare un surriscaldamento e portare ad un deterioramento della qualità degli asset se non vengono mantenuti i controlli e gli equilibri, ha detto una fonte a conoscenza delle riflessioni della banca centrale.

La RBI ha chiesto alle banche di monitorare i loro portafogli di prestiti non garantiti, in particolare le carte di credito, ha aggiunto questa persona.

"La preoccupazione principale della RBI sembra essere che i tassi d'interesse stiano aumentando e che il portafoglio non garantito delle banche si stia espandendo piuttosto rapidamente", ha detto un altro banchiere senior di un'importante banca del settore privato.

"Sta cercando di identificare i primi segnali di allarme nei prestiti non garantiti per non essere colti di sorpresa in seguito".

(1 dollaro = 82,1400 rupie indiane)