Il produttore di zucchero francese Cristal Union prevede di raddoppiare le esportazioni del dolcificante nella prossima stagione, per alleggerire un'eccedenza prevista nell'Unione Europea, legata alle maggiori piantagioni di barbabietole, attratte dagli alti prezzi dello zucchero, ha dichiarato martedì.

Il gruppo cooperativo, che come molti altri colleghi ha registrato risultati record per l'esercizio finanziario 2023/24 grazie ai prezzi elevati, prevede che la superficie seminata dai suoi membri aumenterà del 5% quest'anno, il che, insieme agli aumenti in altre parti d'Europa, potrebbe pesare sui prezzi.

"Nel caso in cui il raccolto sia molto buono, ci stiamo preparando all'esportazione, in particolare nella regione mediterranea e nell'Africa occidentale. Abbiamo riservato dei magazzini. Siamo pronti. Esporteremo per mantenere l'equilibrio sul mercato interno europeo", ha dichiarato Stanislas Bouchard, Vice Direttore Generale di Cristal Union.

L'azienda si è già assicurata un mese fa un deposito supplementare di 50.000 tonnellate metriche nel porto di Anversa, ha detto.

Bouchard ha valutato le esportazioni del gruppo lo scorso anno a "ben oltre le 200.000 tonnellate", rifiutando di fornire ulteriori dettagli.

L'amministratore delegato di Tereos, il più grande produttore di zucchero francese, Olivier Leducq, ha dichiarato a Reuters la scorsa settimana che tutti i produttori europei dovrebbero prendere la loro quota di esportazioni nella prossima stagione per preservare il mercato europeo.

I prezzi dello zucchero europeo sono stati sostenuti da un deficit nel blocco, ma le prospettive di un raccolto più abbondante, un flusso di importazioni ucraine e un forte calo sui mercati globali dello zucchero hanno pesato sui prezzi locali dalla fine dello scorso anno.

Ad aprile, l'ultimo prezzo ufficiale disponibile, i prezzi medi dello zucchero bianco nell'UE erano inferiori del 3% rispetto alla fine del 2023, a 831 euro a tonnellata. Sul mercato spot erano più vicini a 700 euro, in calo del 30% rispetto ai 1.000 euro scambiati nello stesso periodo dell'anno precedente.

La Commissione Europea ritiene che la superficie coltivata a barbabietola da zucchero nel blocco sia aumentata del 2% rispetto all'anno precedente, in quanto gli agricoltori si sono affrettati ad approfittare dell'impennata dei prezzi dello zucchero.

Si prevede che i risultati di Cristal Union, come quelli dei suoi colleghi, si indeboliranno quest'anno a causa del calo dei prezzi, ma l'entità del calo dipenderà dal clima e da eventuali danni causati dalla malattia del gialletto, ha dichiarato il presidente dell'azienda Olivier de Bohan. (Relazioni di Sybille de La Hamaide, a cura di Mark Potter)