Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

La repressione della criptovaluta cinese si diffonde a Yunnan nel sud-ovest - media

12-06-2021 | 11:31
FILE PHOTO: Picture illustration of small toy figurines and representations of the Bitcoin virtual currency displayed in front of an image of China's flag

Il giro di vite della Cina sulle criptovalute si è diffuso nel sud-ovest del paese con una campagna contro l'uso improprio dell'elettricità da parte dei minatori di bitcoin nella provincia di Yunnan, i media locali hanno riferito sabato.

Oltre alle preoccupazioni per le enormi quantità di energia necessarie per la potenza di calcolo per creare criptovalute, il governo centrale è anche preoccupato per la speculazione dopo un'impennata del prezzo del bitcoin.

La Cina rappresenta oltre la metà della produzione globale di bitcoin, ma alcuni minatori stanno considerando di spostarsi altrove dopo che il Consiglio di Stato, il gabinetto cinese, ha giurato di porre un freno all'estrazione e al commercio di bitcoin il mese scorso.

L'amministrazione dell'energia dello Yunnan venerdì ha emesso un avviso che ordina una sonda sull'appropriazione indebita e l'uso non autorizzato dell'elettricità da parte dei minatori di bitcoin, promettendo una punizione, ha detto il Science and Technology Innovation Express News.

Una copia dell'avviso, che stabilisce una scadenza di fine giugno, stava circolando sui social media cinesi. Le chiamate all'amministrazione dell'energia dello Yunnan non hanno avuto risposta sabato.

L'indagine nello Yunnan, il quarto più grande centro di estrazione di bitcoin della Cina, segue le restrizioni in diverse altre aree. La provincia nordoccidentale di Qinghai e un distretto nel vicino Xinjiang hanno ordinato ai progetti di estrazione di criptovaluta di chiudere.

La Mongolia interna ha svelato misure per sradicare il cryptomining, mentre il Sichuan sta sondando l'industria.

Un numero crescente di minatori cinesi di criptovalute sta considerando di piegare il business in Cina, e di spostarsi all'estero, ha detto Lei Tong, amministratore delegato per i servizi finanziari di Babel Finance, un prestatore di criptovalute e asset manager con sede a Hong Kong.


ę MarketScreener.com 2021
Valori citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
BITCOIN - EURO -3.26%32028.19 Prezzo in tempo reale.40.07%
BITCOIN - UNITED STATES DOLLAR -3.15%37968.95 Prezzo in tempo reale.35.69%
INNER MONGOLIA YILI INDUSTRIAL GROUP CO., LTD. 3.47%35.49 Prezzo di chiusura.-20.01%
Ultime notizie "Economia & Forex"
19:29ELEZIONI: Viminale, amministrative si terranno il 3-4 ottobre
DJ
19:29A. MERIDIONALI: comunicazione Mims su nuova concessione A3 Napoli-Pompei-Salerno
DJ
19:25STUDI LEGALI: LegisLab vince contro Fanocle per Serenissima Sgr
DJ
19:17STUDI LEGALI: Tonucci vince ancora per Cosenza Calcio al Tar Lazio
DJ
19:17BANCO DESIO: utile netto 1* sem. a 36,8 mln e Roe al 6,3%
DJ
19:13S.LEGALI: Grimaldi con Commissione Ue per futura strategia sui droni
DJ
19:11FERROVIE: Fit-Cisl, sì concorrenza in merci ma basata su qualità
DJ
18:57BANCO DESIO: utile netto cons. 1* sem. a 36,8 mln e Roe al 6,3%
DJ
18:54Boeing rinvia test cruciale per volo nello spazio
RE
18:53SUPERBONUS: al via il sito Quantobonus110.Ance.It
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"