Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Le azioni scivolano a causa delle deboli PMI che indicano prospettive di crescita negative

03-10-2022 | 11:53

Le azioni dei mercati emergenti hanno toccato i minimi di 2 anni e mezzo nel primo giorno dell'ultimo trimestre dell'anno, in quanto la produzione manifatturiera a livello globale ha peggiorato le prospettive di crescita, mentre la lira della Turchia ha toccato i minimi storici lunedì dopo che l'inflazione è salita a un nuovo massimo di 24 anni.

Le azioni asiatiche sono scivolate dello 0,9%, con le contrattazioni assottigliate dalle festività di mercato in Cina e Corea del Sud. Anche i titoli dell'Europa centrale e del Sudafrica sono scesi, mentre alcune borse sono salite, con le azioni della Turchia che hanno fatto un balzo del 2,7%.

Il sentimento è rimasto debole, in quanto i dati sull'attività delle fabbriche di tutto il mondo hanno mostrato una continua debolezza a causa del rallentamento della domanda in Cina e nelle economie avanzate, con pressioni sui costi.

Un indice dei titoli dei mercati emergenti è sceso dello 0,9%, mentre la controparte valutaria ha perso lo 0,4%.

"Ci aspettiamo che le condizioni rimangano sottotono, poiché la domanda globale più debole, l'inflazione elevata e la politica monetaria più restrittiva continuano a trascinare l'attività manifatturiera", ha dichiarato Gareth Leather, economista per l'Asia seniore di Capital Economics.

I mercati emergenti hanno avuto un anno difficile a causa delle preoccupazioni di recessione derivanti dalle banche centrali che hanno intrapreso una stretta monetaria aggressiva per domare l'inflazione in aumento. L'indice dei titoli EM è sceso di quasi il 30% finora nel 2022, in linea con il peggior calo annuale dalla crisi finanziaria globale del 2008.

La lira turca ha toccato il minimo storico di 18,56 dopo che i dati hanno mostrato che l'inflazione annuale a settembre è salita all'83,45%, anche se meno dell'84,63% previsto.

Nonostante l'inflazione in crescita, la banca centrale turca ha effettuato due tagli dei tassi quest'anno, e la successiva discesa della lira ha contribuito ulteriormente all'aumento dei prezzi.

I controlli sui capitali, in vigore da dicembre, hanno rallentato lo scivolamento della lira, ma con la richiesta di stimoli da parte del Governo, le prospettive di ripresa appaiono poco rosee. La valuta è scesa di circa il 28% quest'anno.

La rupiah dell'Indonesia è stata tra i maggiori ribassi in Asia, con un calo dello 0,5% dopo che l'inflazione annuale a settembre ha accelerato fino a raggiungere il valore più alto dall'ottobre 2015, pari al 5,95%.

La Russia ha sovraperformato dopo che i dati hanno mostrato che l'attività manifatturiera è cresciuta al ritmo più veloce in 3-1/2 anni a settembre, grazie all'aumento della produzione, dei nuovi ordini e della domanda dei clienti. Le sanzioni occidentali, tuttavia, hanno continuato a pesare sulle esportazioni.

Gli investitori osserveranno i mercati brasiliani dopo che il primo turno delle elezioni presidenziali di domenica ha mostrato che il Presidente di estrema destra Jair Bolsonaro ha superato i sondaggi e ha impedito all'ex Presidente di sinistra Luiz Inacio Lula da Silva di ottenere una vittoria assoluta. Secondo gli analisti, questo potrebbe risollevare i mercati, dato che gli elettori si recheranno nuovamente alle urne il 30 ottobre. Per il GRAFICO sulla performance FX dei mercati emergenti nel 2022, vedere http://tmsnrt.rs/2egbfVh Per il GRAFICO sulla performance dell'indice MSCI emergente nel 2022, vedere https://tmsnrt.rs/2OusNdX

Per le TOP NEWS sui mercati emergenti

Per il rapporto di mercato sull'EUROPA CENTRALE, vedere

Per il rapporto sul mercato turco, vedere

Per il rapporto sul mercato della RUSSIA, vedere (Servizio di Susan Mathew a Bengaluru; redazione di Uttaresh.V)


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
EURO / BRAZILIAN REAL (EUR/BRL) -0.08%5.4637 Prezzo in differita.-12.73%
SOUTH AFRICA 10Y CASH 0.22%10.5037 Prezzo in differita.12.21%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) 0.24%62.547 Prezzo in differita.-17.77%
US DOLLAR / TURKISH LIRA (USD/TRY) -0.05%18.62847 Prezzo in differita.39.66%
Ultime notizie "Economia"
03:13Prezzi del petrolio stabili dopo aver toccato i minimi del 2022
MR
01:38I Paesi Bassi prevedono dei limiti alle esportazioni di chip dalla Cina in un accordo con gli Stati Uniti - Notizie di Bloomberg
MR
01:06Il Regno Unito registra il calo dei prezzi delle case più diffuso da maggio 2020: RICS
MR
00:54Il giudice della bancarotta di Celsius ordina la restituzione di alcuni beni in criptovaluta ai clienti
MR
00:51Giappone : Pil luglio-settembre annualizzato rivisto a -0,8% t/t
DJ
00:51Giappone : Pil luglio-settembre rivisto a -0,2% da -0,3% t/t
DJ
00:50Il Canada rafforzerà le regole sugli investimenti stranieri per affrontare i rischi per la sicurezza nazionale
MR
00:09La commissione della Camera dei Deputati del 6 gennaio prevede di pubblicare il rapporto la settimana del 19 dicembre, secondo NBC News.
MR
00:03La maggior parte delle aziende giapponesi non sostiene il premier Kishida, citando la leadership, i prezzi - Sondaggio Reuters
MR
07/12Il CEO di Blackstone dice che gli investitori in difficoltà finanziaria guidano i rimborsi dei REIT
MR
Ultime notizie "Economia"