Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietàMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaCalendarioSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Le esperienze che hanno portato questi oppositori dell'aborto statunitensi all'attivismo

23-06-2022 | 12:13
Abortion opponents in U.S. ready for Roe's reversal

Per un medico del Mississippi, si è trattato di intravedere un braccio fetale. Per un agente di polizia, è stato il trattamento dei manifestanti anti-aborto fuori da una clinica. Un leader cattolico è stato galvanizzato dal movimento per i diritti civili.

Queste e altre esperienze hanno plasmato i principali oppositori dell'aborto nel loro sforzo decennale di vedere la Corte Suprema degli Stati Uniti annullare la sentenza Roe v. Wade del 1973, che ha stabilito il diritto costituzionale all'aborto.

Questo potrebbe avvenire da un giorno all'altro. In attesa di una decisione della Corte Suprema nel caso Dobbs v. Jackson Women's Health Organization, che potrebbe sminuire le protezioni della Roe, alcuni leader del movimento anti-aborto hanno riflettuto su come sono arrivati a questo punto.

DR. BEVERLY MCMILLAN

La maggior parte dei venerdì, la dottoressa Beverly McMillan, 79 anni, può essere trovata a pregare fuori dall'unica clinica abortista del Mississippi.

La sua tranquilla opposizione è ben lontana dall'inizio della sua carriera di ostetrica e ginecologa. Nel 1975, la McMillan divenne il primo medico a fornire aborti nella prima clinica abortiva indipendente del Mississippi.

Si è dimessa bruscamente tre anni dopo, ha detto, "colpita dall'umanità" di una gravidanza che ha abortito. In un'intervista, ha ricordato come riusciva a distinguere il piccolo muscolo del braccio di un feto di 12 settimane, che le ricordava il suo giovane figlio.

La residente di Jackson, Mississippi, ha dedicato gran parte dei quattro decenni successivi a cercare di influenzare l'opinione pubblica contro l'aborto.

Circa il 60% degli americani sostiene che l'aborto dovrebbe essere legale in tutti o nella maggior parte dei casi. Nonostante ciò, la McMillan e i suoi colleghi sostenitori antiabortisti hanno spinto con successo per una legislazione come il divieto di aborto a 15 settimane nel suo Stato, che ha scatenato la battaglia legale che dovrebbe concludersi con la revisione dei diritti federali sull'aborto da parte della Corte Suprema.

"Chi avrebbe mai pensato che il limite di 15 settimane del Mississippi sugli aborti sarebbe arrivato alla Corte Suprema? Io no di certo", ha detto McMillan.

Ora che ricopre il ruolo di vicepresidente del consiglio di amministrazione di Pro-Life Mississippi, la McMillan ha detto che i leader dell'organizzazione si sono impegnati per ottenere il sostegno delle donne in difficoltà durante la gravidanza.

Spera che un giorno ci sia un "emendamento sulla personalità" alla Costituzione degli Stati Uniti che dica ciò che per lei è ovvio da tempo: "La vita umana inizia al momento del concepimento e ha gli stessi diritti inalienabili che hanno le persone nate".

TONY PERKINS

Tony Perkins, presidente del Family Research Council, un gruppo politico e di lobbying cristiano a Washington, dice di essersi sentito chiamato al movimento anti-aborto in un giorno d'estate del 1992.

Era fuori servizio dal suo lavoro di agente di polizia di riserva a Baton Rouge, in Louisiana, e si era unito ai membri della sua chiesa per controllare una protesta di Operation Rescue in una clinica abortista locale. Rimase scioccato da quello che definì un abuso della polizia nei confronti delle centinaia di manifestanti anti-aborto riuniti nella clinica.

Ha parlato e si è visto licenziare dall'esercito, ha detto.

"Per la prima volta ho visto tutto questo sotto una luce molto diversa", ha detto Perkins, un ministro battista del Sud ordinato. "Questa è davvero una battaglia colossale tra... il bene e il male".

Dopo essere entrato in politica e aver ricoperto il ruolo di rappresentante dello Stato della Louisiana dal 1996 al 2004, ha promosso una legislazione volta a limitare l'aborto, compresa la prima versione di una legge statale che regola le cliniche sanitarie femminili. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha bocciato la legge nel 2020.

Perkins, 59 anni, ha detto che l'aborto è diventato la cartina di tornasole per i cristiani evangelici quando la loro forza politica è cresciuta negli ultimi tre decenni: Se un politico si opponeva all'aborto, probabilmente era d'accordo con le altre posizioni politiche degli elettori evangelici.

Egli attribuisce alla Chiesa cattolica romana il merito di aver aperto la strada alla lotta contro l'aborto, ma ha detto che gli evangelici hanno iniettato nuova energia nel movimento a partire dagli anni '80, facendo eleggere politici anti-aborto negli Stati.

Questi legislatori socialmente conservatori hanno approvato una serie di restrizioni sull'aborto a livello statale.

"Lo slancio si sta accumulando verso questo. Non è un caso che la Corte abbia affrontato questo tema", ha detto a proposito del caso Dobbs.

THERESA BRENNAN

Nel febbraio 2020, Theresa Brennan ha lasciato il suo lavoro di avvocato aziendale per prendere il timone del gruppo anti-aborto che i suoi nonni hanno aiutato a fondare in California nel 1967.

La Right to Life League afferma di essere stata la prima organizzazione del Paese dedicata all'opposizione all'aborto. Brennan ricorda che da bambina desiderava unirsi ai nonni e ai genitori al gala annuale di raccolta fondi del gruppo.

Più tardi, da giovane donna, non era d'accordo con la loro posizione, ritenendo che non fosse suo compito dire agli altri cosa fare del loro corpo. Solo quando ha avuto i suoi figli, Brennan dice di aver abbracciato pienamente le convinzioni anti-aborto della sua famiglia e, in seguito, il suo attivismo.

"Credo che essere incinta e rendermi conto di cosa fosse mi abbia fatto pensare due volte", ha detto Brennan, 52 anni.

Da quando è diventata presidente del gruppo, Brennan ha messo a disposizione la sua esperienza legale per fornire consulenza alla rete di centri di gravidanza in crisi, cliniche mediche antiabortiste e case di maternità che l'organizzazione rappresenta.

Poiché alcuni centri di gravidanza si stanno orientando verso la trasformazione in cliniche che forniscono assistenza e servizi medici, Brennan li aiuta a conformarsi alle leggi statali che regolano tale attività.

La sua organizzazione svolge anche attività di lobby contro le proposte di legge sui diritti dell'aborto e fornisce donazioni di pannolini e altre forniture ai centri di gravidanza e alle case di maternità.

"Investiamo nelle famiglie - nelle madri, nei bambini - piuttosto che investire nell'aborto", ha detto.

ARCIVESCOVO JOSEPH NAUMANN

Sotto la direzione dell'Arcivescovo Joseph Naumann, l'Arcidiocesi di Kansas City ha investito 500.000 dollari in una misura elettorale di agosto che chiede agli elettori del Kansas di emendare la Costituzione dello Stato per dire che non include il diritto all'aborto.

Si tratta di un tipo di advocacy a livello statale in cui Naumann si aspetta di rimanere impegnato nel caso in cui la Corte Suprema dovesse ribaltare la sentenza Roe v. Wade, continuando il suo lavoro decennale contro l'aborto.

"Sono incoraggiato dal fatto che siamo a questo punto, ma non è certo la fine", ha detto. "Se la Corte si pronuncerà come previsto, questo diventerà un problema in tutti gli Stati".

Naumann, 73 anni, era in seminario nel 1973, quando la decisione Roe legalizzò l'aborto negli Stati Uniti. Come altri cattolici devoti, si opponeva all'aborto, ma all'epoca era più concentrato sul movimento per i diritti civili.

Ha detto che ha iniziato a vedere l'aborto attraverso la lente dei diritti civili nel 1984, quando gli è stato chiesto di guidare gli sforzi anti-aborto della Chiesa a St. Riteneva che il diritto alla vita fosse fondamentale per i non nati, che secondo lui erano pienamente umani dal momento del concepimento.

"Naturalmente è un diritto della donna decidere quando partorire un bambino, ma una volta che il bambino è stato concepito, ci sono due esseri umani che hanno entrambi dei diritti a quel punto", ha detto.

L'arcivescovo ha detto che il ruolo di St. Louis gli ha insegnato numerosi modi per combattere l'aborto, in chiesa e al di fuori di essa, e ha portato con sé questa conoscenza durante la sua ascesa nella gerarchia. Ha fatto parte per sette anni del Comitato dei vescovi statunitensi per le attività a favore della vita, anche come presidente.

Si è unito ai vescovi che hanno detto che il Presidente Joe Biden e altri leader cattolici che sostengono i diritti dell'aborto non dovrebbero fare la Comunione.

Naumann ha detto di avere una profonda simpatia per le donne che affrontano gravidanze non pianificate o difficili. È stato cresciuto da una madre single, ha detto, dopo che suo padre è stato assassinato sul lavoro mentre lei era incinta di Naumann.


© MarketScreener con Reuters 2022
Ultime notizie "Economia & Forex"
08:39Quattro feriti gravi, tre uccisi nella sparatoria al centro commerciale danese di domenica, dice la polizia
MR
08:28INFLAZIONE: il sacrificio del Pil (Mi.Fi.)
DJ
08:28FISCO: saldo e stralcio, per ora il piatto piange (IO)
DJ
08:27La linea di credito da 15 miliardi di euro della Germania per il gas potrebbe non essere sufficiente, avverte l'autorità di regolamentazione.
MR
08:27GERMANIA: a maggio bilancia commerciale a sorpresa in deficit
DJ
08:20L'amministratore delegato di Grafton Gavin Slark si dimette
MR
08:20IMMOBILI: meno mutui ma più salati (Mi.Fi.)
DJ
08:20IMMOBILI: prime crepe nella casa (Mi.Fi.)
DJ
08:12FISCO: stato di crisi, scoppia la rivolta (IO)
DJ
08:02CAMBI: Europa, in apertura usd/yen a 135,31/135,32
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"