Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Le scommesse improbabili sulla rottura dell'ancoraggio del dollaro di Hong Kong si stanno accumulando

05-12-2022 | 00:02
FILE PHOTO: Illustration photo of a Hong Kong dollar note

Si tratta di quello che nei mercati Ŕ noto come "rischio di coda": uno scenario altamente improbabile in cui il peg valutario di Hong Kong si spezza improvvisamente. Tuttavia, i prezzi di mercato suggeriscono che le scommesse su un tale shock si stanno accumulando nel mondo degli hedge fund, e alcuni trader dicono che ha molto senso.

Il money manager miliardario Bill Ackman ha scommesso pubblicamente la scorsa settimana che i giorni dell'ancoraggio del dollaro di Hong Kong al dollaro statunitense, che dura da 39 anni, sono finiti.

Le oscillazioni nel mercato dei derivati indicano che non è l'unico, in quanto il trading "macro" - ovvero le scommesse sui grandi cambiamenti globali - torna in voga e la prospettiva di raccogliere un'enorme ricompensa a fronte di un rischio relativamente basso fa rivivere un'attività perennemente infruttuosa.

La maggior parte degli analisti fondamentali afferma che tali scommesse sono insensate, sottolineando le riserve ancora massicce della città e il sostegno della Cina.

Ma possono essere relativamente economiche e persino redditizie, a prescindere dal fatto che il peg rimanga intatto, e acquistano un'assicurazione contro catene di eventi improbabili ma non impossibili, come un'improvvisa esplosione in Cina, una svalutazione o una crisi geopolitica.

"Per me, il peg del dollaro di Hong Kong è come una scommessa ritardata, o in ritardo, contro la Cina", ha detto Diego Parrilla, che gestisce Quadriga Igneo, un fondo da 240 milioni di dollari progettato per trarre profitto dalle turbolenze del mercato.

"Si sta approfittando dell'estrema compiacenza del mercato", ha detto. "Il rovescio della medaglia è limitato al premio speso... Sto rischiando pochissimo e posso guadagnare molto".

Anche il fondatore di Saba Capital, Boaz Weinstein, è posizionato per una rottura del peg, e ha dichiarato su Twitter che il guadagno potrebbe essere "superiore a 200 a 1".

Il costo e l'entità di queste posizioni non sono chiari, ma Ackman e Parrilla hanno detto che le loro scommesse vengono effettuate utilizzando le opzioni.

Le opzioni sono contratti che, a fronte di una commissione iniziale, consentono agli investitori di scommettere sul movimento dei prezzi delle attività senza il rischio di perdite oltre la commissione iniziale, e ci sono segnali che tali scommesse stanno aumentando.

Una misura dello spread, o skew, tra put e call nel mercato delle opzioni ha raggiunto il massimo degli ultimi tre anni a favore delle call sul dollaro americano, suggerendo che le scommesse contro il dollaro di Hong Kong stanno diventando un po' più affollate.

Il dollaro di Hong Kong è stato ancorato in una fascia stretta tra 7,75 e 7,85 per il biglietto verde per quasi quattro decenni. La sua stabilità e la sua fungibilità sono state le basi principali del successo di Hong Kong come centro finanziario e hub per il denaro che entra ed esce dalla Cina.

STATUS QUO

La Cina commenta raramente il peg, ma nel 2014 il suo gabinetto ha dichiarato che il governo avrebbe "sostenuto fermamente" Hong Kong nel mantenere il peg e la stabilità della città.

L'Autorità Monetaria di Hong Kong (HKMA) mantiene il peg spostando i tassi di interesse in sintonia con gli Stati Uniti e con l'intervento valutario, che drena la liquidità dal sistema ed è progettato per far salire i tassi locali fino a quando gli afflussi non stabilizzano la valuta.

Le scommesse contro il peg, forse incoraggiate dagli esempi spettacolari di rottura dei peg in passato in luoghi come la Svizzera o l'Argentina, sembrano riemergere ogni volta che i tassi d'interesse statunitensi salgono, e il ragionamento degli investitori varia.

Un possibile risultato, piuttosto che una rottura netta, è un nuovo ancoraggio dai dollari alla valuta cinese yuan.

Tuttavia, i funzionari cinesi e di Hong Kong non hanno mai lasciato intendere che si stia valutando un cambiamento, e gli analisti non ritengono che il disagio sia superiore all'utilità del peg.

"Finché i controlli sui capitali rimarranno in Cina... Hong Kong offre ancora una buona finestra per l'afflusso e il deflusso di denaro", ha detto Redmond Wong, stratega della Grande Cina presso Saxo Markets. "Non vedo perché ci sia un innesco immediato... per cambiare lo status quo".

OPZIONI APERTE

Anche le scommesse sbagliate sulla rottura del peg possono essere redditizie e protette dal peg stesso.

Se, invece delle opzioni, i trader scommettono contro il peg utilizzando i forward - un altro contratto in cui le parti concordano di scambiare valute in futuro - la posizione può guadagnare se il dollaro di Hong Kong non sale. Le perdite sarebbero inoltre limitate dall'estremità forte della banda valutaria.

Nel breve termine, il mercato si sta muovendo contro questo stile di trading, poiché i tassi di interesse locali e il dollaro di Hong Kong salgono.

Ma alcuni investitori vedono ancora il valore dei contratti a più lunga scadenza. Un forward di un anno può essere redditizio se i prezzi spot sono più deboli di circa 7,78 per dollaro, dove la valuta è stata scambiata venerdì, tra un anno.

"Il mercato dei forward lontani prezza ancora tassi statunitensi più alti rispetto a quelli di Hong Kong", ha detto Mukesh Dave, fondatore e CIO di Aravali Asset Management a Singapore, che in teoria dovrebbe contenere i guadagni del dollaro di Hong Kong.

Il costo di un'opzione call sul dollaro americano da 1 milione di dollari a un anno con un prezzo d'esercizio di 7,95 dollari di Hong Kong, per fare un confronto, è di circa 55 punti base o 5.500 dollari, secondo Dave.

Sebbene sia più costoso in anticipo, e senza la prospettiva di profitto se il peg rimane, gli scommettitori sembrano preferire la strada delle opzioni e dicono che offre un miglior rischio-ricompensa.

John Floyd, che gestisce un proprio hedge fund dal New Jersey e che a febbraio ha raccomandato opzioni short sullo yuan e sul dollaro di Hong Kong, ha affermato che una posizione forward è pericolosamente esposta nel caso in cui la Cina ponga fine al peg con una conversione in yuan ad un prezzo più forte della banda valutaria.

"L'unico modo di esprimere questo trade che controlla il rischio di ribasso e permette di ottenere un profitto di rialzo... è attraverso un'esposizione di opzioni lunghe".


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
AUSTRALIAN DOLLAR / CHINESE YUAN RENMINBI (AUD/CNY) -0.38%4.71052 Prezzo in differita.-0.50%
AUSTRALIAN DOLLAR / HONGKONG-DOLLAR (AUD/HKD) -0.40%5.4442 Prezzo in differita.1.62%
AUSTRALIAN DOLLAR / US DOLLAR (AUD/USD) -0.39%0.6934 Prezzo in differita.1.10%
BRITISH POUND / CHINESE YUAN RENMINBI (GBP/CNY) 0.30%8.208548 Prezzo in differita.-2.08%
BRITISH POUND / HONGKONG-DOLLAR (GBP/HKD) 0.27%9.484 Prezzo in differita.-0.13%
BRITISH POUND / US DOLLAR (GBP/USD) 0.26%1.2084 Prezzo in differita.-0.58%
CANADIAN DOLLAR / CHINESE YUAN RENMINBI (CAD/CNY) -0.29%5.0551 Prezzo in differita.-0.80%
CANADIAN DOLLAR / HONGKONG-DOLLAR (CAD/HKD) -0.32%5.84207 Prezzo in differita.1.23%
CANADIAN DOLLAR / US DOLLAR (CAD/USD) -0.33%0.74421 Prezzo in differita.0.73%
EURO / ARGENTINE PESO (EUR/ARS) 0.21%203.7363 Prezzo in differita.7.22%
EURO / CHINESE YUAN RENMINBI (EUR/CNY) 0.02%7.2852 Prezzo in differita.-1.29%
EURO / HONGKONG-DOLLAR (EUR/HKD) 0.03%8.42304 Prezzo in differita.0.76%
EURO / US DOLLAR (EUR/USD) 0.01%1.07308 Prezzo in differita.0.25%
HECKLER & KOCH AG -12.50%112 Prezzo in tempo reale.4.07%
INDIAN RUPEE / CHINESE YUAN RENMINBI (INR/CNY) 0.15%0.08214 Prezzo in differita.-1.56%
INDIAN RUPEE / HONGKONG-DOLLAR (INR/HKD) 0.21%0.094993 Prezzo in differita.0.43%
INDIAN RUPEE / US DOLLAR (INR/USD) 0.20%0.012102 Prezzo in differita.-0.04%
MSCI SINGAPORE (GDTR) 0.32%5920.12 Prezzo in tempo reale.6.11%
NEW ZEALAND DOLLAR / US DOLLAR (NZD/USD) -0.18%0.6307 Prezzo in differita.-0.65%
THE HOWARD HUGHES CORPORATION -1.57%85.74 Prezzo in differita.13.99%
UNITED STATES DOLLAR (B) / CHINESE YUAN IN HONG KONG (USD/CNH) 0.25%6.79504 Prezzo in differita.-2.06%
US DOLLAR / ARGENTINE PESO (USD/ARS) 0.17%189.84 Prezzo in differita.6.99%
US DOLLAR / CHINESE YUAN RENMINBI (USD/CNY) -0.05%6.7872 Prezzo in differita.-1.52%
US DOLLAR / HONGKONG-DOLLAR (USD/HKD) 0.02%7.84965 Prezzo in differita.0.49%
Ultime notizie "Economia"
18:18Bper : Montani; integrata Banca Carige, avanti con il piano
DJ
18:18Gas : Pichetto, rigassificatore Piombino per non più di 2 anni e mezzo
DJ
18:18TOP STORIES ITALIA: Mediolanum vede al rialzo stime 2023, bene la Spagna
DJ
18:13KfW è in trattative avanzate per acquisire una partecipazione nella rete elettrica di EnBW - fonti
MR
18:06L'indiana Adani ha affrontato una richiesta di margine su un prestito di 1,1 miliardi di dollari, prima di rimborsarlo interamente- FT
MR
18:04Webuild : in consorzio 934 mln per circonvallazione Trento
DJ
18:01JPMorgan assumerà più di 500 banchieri per le piccole imprese in 2 anni
MR
18:01Meloni domani avrà incontro bilaterale con Zelensky a Bruxelles - fonte
RE
18:01TOP STORIES ITALIA : Urso, nessun aumento prezzi carburanti dopo nuovo embrago
DJ
18:01TOP STORIES ITALIA: domani Consiglio Ue, Italia chiede flessibilità su fondi
DJ
Ultime notizie "Economia"