Il mais e la soia del Chicago Board of Trade sono scesi negli scambi incerti di martedì, mentre gli operatori soppesavano i progressi della semina negli Stati Uniti e le forti valutazioni del mais con il clima sfavorevole in Messico, importatore, e con le revisioni al ribasso delle previsioni di raccolto della soia in Brasile, grande esportatore.

Il contratto di mais più attivo sul Chicago Board of Trade (CBOT) era in calo di 1/4 di centesimo a $4,43-1/4 al bushel alle 1610 GMT. I semi di soia del CBOT sono scesi di 1/2 centesimo a $11,84 al bushel.

"Il mercato sta iniziando a guardare all'arena internazionale del clima", ha detto Dan Basse, presidente di AgResource.

Una siccità e un caldo intenso in Messico potrebbero danneggiare il raccolto del Paese e stimolare la domanda di mais statunitense, hanno detto gli operatori.

Le perdite di soia legate alle recenti inondazioni nello Stato brasiliano più meridionale di Rio Grande do Sul sono state stimate in 2,71 milioni di tonnellate, ha dichiarato martedì l'agenzia per i raccolti Emater, in linea con le previsioni private che andavano da 2,8 a 3 milioni di tonnellate.

Il rapporto del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti di lunedì sull'andamento dei raccolti ha sottolineato l'inizio favorevole della stagione di coltivazione statunitense e le forti condizioni per il mais americano, ma i commercianti hanno detto che le notizie positive sono state per lo più considerate dal mercato.

"La gente si aspettava una buona valutazione e un buon raccolto, quindi non è una grande sorpresa", ha detto Austin Schroeder, analista di Brugler Marketing.

I futures sul grano sono scesi a causa delle forti valutazioni sul grano invernale statunitense, mentre il raccolto avanza, hanno detto i commercianti. Le preoccupazioni per i danni causati dal gelo e dalla siccità al raccolto di grano russo stanno svanendo, hanno detto gli analisti.

"La storia russa si sta esaurendo", ha detto Schroeder. "E' ancora di supporto a lungo termine, ma sta perdendo slancio".

Il grano CBOT è scivolato di 12-3/4 centesimi a 6,60-1/2 dollari al bushel.