Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Milano Finanza: Nava (Ue), l'anno in corso Ŕ cruciale per l'attuazione del Pnrr

16-09-2022 | 13:13

MILANO (MF-DJ)--"La Commissione ha ricevuto da parte dell'Italia la seconda richiesta di pagamento nel contesto dell'attuazione del PNRR. Questa è stata fatta a valle del raggiungimento da parte dell'Italia di 44 milestones e un obiettivo, per un valore di 21 miliardi di euro", dice Mario Nava, che è a capo della DG Reform della Commissione Europea, nell'intervista pubblicata sul numero di MF-Milano Finanza in edicola domani. "Le principali riforme incluse nella richiesta di pagamento riguardano il pubblico impiego, gli appalti pubblici, la professione di insegnante, l'amministrazione fiscale e la sanità territoriale. I principali investimenti interessati dalla richiesta di pagamento riguardano una serie di aree politiche chiave, tra cui la banda ultra-larga e il 5G, il turismo e la cultura, l'idrogeno, la rigenerazione urbana e la digitalizzazione delle scuole" continua Nava, che guida la struttura che controllerà l'andamento del Pnrr in Italia.

In questa richiesta di finanziamento sono previsti nuovi posti di lavoro? "L'obiettivo incluso in questa richiesta di pagamento riguarda l'assunzione di 168 unità di personale per i tribunali amministrativi, importante per rafforzare la capacità amministrativa e sostenere la riduzione dell'arretrato" continua l'alto funzionario della Commissione Europea che spiega come l'erogazione all'Italia "avrà luogo dopo l'adozione della decisione finale da parte della Commissione".

E col futuro governo? "La Commissione valuterà ulteriori richieste di pagamento da parte dell'Italia, quando saranno presentate, in base al soddisfacente raggiungimento delle tappe e degli obiettivi successivi. L'anno in corso sarà cruciale per l'attuazione del PNRR. La terza richiesta di pagamento contiene importanti riforme, come la legge annuale sulla concorrenza, che richiedono uno stretto coordinamento fin da ora".

E i rapporti tra Bruxelles e l'Italia? "Siamo molto soddisfatti della continua collaborazione con le autorità italiane durante la valutazione della seconda richiesta di pagamento e ci auguriamo sarà lo stesso in vista della presentazione della terza".

Cosa può fare la Commissione per l'emergenza energetica? "La proposta della Commissione punta a misure eccezionali di riduzione della domanda di elettricità, che contribuiranno a ridurre il costo dell'elettricità per i consumatori, e misure per ridistribuire le eccedenze di entrate del settore energetico ai clienti finali".

Nel concreto, di quanti soldi sta parlando? "Per centrare gli obiettivi di REPowerEU servono 210 miliardi di euro di investimenti supplementari entro il 2027, in un'ottica di indipendenza e sicurezza future. Inoltre, ridurre le importazioni di combustibili fossili dalla Russia può farci risparmiare quasi 100 miliardi di euro l'anno. Questi investimenti devono essere sostenuti dal settore pubblico e privato a livello nazionale ed europeo", dice ancora Nava che spiega come "a sostegno di REPowerEU sono già disponibili 225 miliardi di euro sotto forma di prestiti nell'ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza (RRF)".

Cosa sta facendo Bruxelles per la transizione ecologica? "Per quanto riguarda l'attuazione del Green Deal, che comprendono anche il tema dello sviluppo sostenibile e l'economia circolare, finora la DG REFORM ha finanziato in tutti gli Stati Membri 121 progetti per oltre 100 milioni di euro attraverso lo Strumento di Sostegno Tecnico. L'Italia è interessata da più di 10 progetti in questo ambito, molti dei quali sono stati completati con successo dalle amministrazioni interessate. Nell'ambito di REPowerEU, forniamo supporto tecnico per ridurre gradualmente la dipendenza dell'Italia dai combustibili fossili russi e aiutare le autorità a individuare gli investimenti e le riforme più pertinenti, come la sicurezza dell'approvvigionamento di gas, lo snellimento delle procedure autorizzative per la creazione di impianti da fonte di energia rinnovabili e la predisposizione di misure per la decarbonizzazione dei settori industriali maggiormente dipendenti dai combustibili fossili".

alb


(END) Dow Jones Newswires

September 16, 2022 07:12 ET (11:12 GMT)

Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
NAVA LIMITED 0.60%184.8 Prezzo di chiusura.67.77%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) 1.62%62.572 Prezzo in differita.-18.33%
Ultime notizie "Economia"
17:31La Borsa saudita lancia un quadro di market-making per incrementare la liquidità
MR
17:13L'importante politico sudanese Wagdi Salih è stato rilasciato
MR
16:25Analisi: il principe saudita cerca la leadership e l'indipendenza del Medio Oriente con la visita di Xi
MR
15:03La profonda inversione della curva dei rendimenti del Canada si aggiunge al dilemma del rialzo dei tassi della BoC
MR
14:59Opec+ mantiene invariati i livelli di produzione di petrolio
AW
13:56Inabili al lavoro in forte aumento, record di malattie mentali
AW
11:04L'OPEC+ non ha intenzione di cambiare politica nei colloqui di domenica - fonti
MR
08:37Luberef di Saudi Aramco prevede di raccogliere fino a 1,32 miliardi di dollari dall'IPO
MR
01:05Il legislatore dice che l'UE dovrebbe presentare un reclamo all'OMC per la legge sulla riduzione dell'inflazione degli Stati Uniti.
MR
03/12La polizia spagnola dice che l'origine delle lettere bomba era la città di Valladolid - giornale
MR
Ultime notizie "Economia"