Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Russia: da Ue ok ad aiuti per 2 mld per riassicurazione credito gas/energia

30-09-2022 | 18:50

TORINO (MF-DJ)--La Commissione europea ha approvato, alla luce delle norme in materia di aiuti di Stato, un regime italiano da 2 miliardi di euro per la riassicurazione del rischio di credito legato agli scambi di gas naturale ed energia elettrica nel contesto della guerra della Russia contro l'Ucraina.

Margrethe Vestager, Vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: "Il regime italiano da 2 miliardi di EUR in oggetto contribuirà a garantire che l'assicurazione del credito commerciale rimanga disponibile per le imprese, in modo che queste possano salvaguardare i loro scambi commerciali. La misura aiuterà le imprese a soddisfare il loro fabbisogno di liquidità e a proseguire le attività nel contesto dell'attuale crisi geopolitica e dell'aumento dei costi dell'energia elettrica e del gas naturale che essa ha generato. Continuiamo a restare al fianco dell'Ucraina e del suo popolo. Contemporaneamente, proseguiamo la stretta collaborazione con gli Stati membri per garantire che le misure nazionali di sostegno possano essere attuate in modo tempestivo, coordinato ed efficace, tutelando nel contempo la parità di condizioni nel mercato unico".

L'Italia ha notificato alla Commissione un regime di garanzia statale per la riassicurazione del rischio di credito legato agli scambi di gas naturale ed energia elettrica a sostegno delle imprese colpite dall'attuale crisi geopolitica e dall'aumento dei costi dell'energia elettrica e del gas naturale che essa ha generato. Il regime sarà gestito dalla Sace, l'agenzia italiana per il credito all'esportazione. In particolare, la Sace sottoscriverà con gli assicuratori contratti di riassicurazione a copertura dei rischi di credito legato agli scambi di gas naturale ed energia elettrica, ricevendo una controgaranzia dallo Stato italiano per coprire i rischi propri.

Alla luce dell'impatto economico dell'attuale crisi, la misura italiana in oggetto, la cui dotazione di bilancio stimata è pari a 2 miliardi, si prefigge di limitare i rischi cui sono attualmente esposti gli assicuratori offrendo ai clienti una copertura assicurativa del credito commerciale. La misura renderà inoltre più facile per questi clienti ottenere un rinvio del pagamento delle bollette energetiche fino a 24 mesi, sulla base di un accordo con i loro fornitori di energia. Allo stesso tempo, essa garantirà che l'assicurazione del credito commerciale continui a risultare disponibile per le imprese, evitando che esse debbano pagare le bollette energetiche in anticipo o entro qualche settimana, riducendo così il loro fabbisogno immediato di liquidità.

La Commissione ha valutato la misura alla luce delle norme dell'Ue in materia di aiuti di Stato, in particolare alla luce dell'articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (Tfue), riconoscendo che l'economia dell'Ue sta attraversando un grave turbamento.

La Commissione ha constatato che la misura notificata dall'Italia è compatibile con i principi enunciati nel trattato Ue e che risulta adeguata a porre rimedio a un grave turbamento dell'economia italiana. In particolare, gli assicuratori del credito commerciale si sono impegnati a mantenere lo stesso livello di protezione offerto al 22 marzo 2022 e a ridurre i premi che i clienti devono versare per le transazioni coperte dalla misura, rispetto ad uno scenario in cui quest'ultima non viene applicata; ii) la garanzia si limita esclusivamente ai crediti commerciali concessi fino alla fine di quest'anno; il regime è aperto a tutti gli assicuratori del credito in Italia e il meccanismo di garanzia garantisce la condivisione dei rischi tra gli assicuratori e lo Stato, fino a un importo pari a 2 miliardi di euro.

La Commissione ha concluso che la misura contribuirà a gestire l'impatto economico della crisi attuale in Italia. Il regime risulta necessario, adeguato e proporzionato per porre rimedio a un grave turbamento dell'economia di uno Stato membro in linea con l'articolo 107, paragrafo 3, lettera b), Tfue e con i principi generali stabiliti nel quadro temporaneo di crisi, che la Commissione ha applicato per analogia.

Su queste basi la Commissione ha approvato la misura in quanto conforme alle norme dell'Unione sugli aiuti di Stato.

com/cce

MF-DJ NEWS

3018:48 set 2022


(END) Dow Jones Newswires

September 30, 2022 12:49 ET (16:49 GMT)

Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
GENERALI 0.61%17.23 Prezzo in differita.-7.51%
S&P GSCI NATURAL GAS INDEX -6.78%294.0819 Prezzo in tempo reale.80.64%
US DOLLAR / RUSSIAN ROUBLE (USD/RUB) 1.62%62.572 Prezzo in differita.-18.33%
Ultime notizie "Economia"
08:48La Corte Suprema della Nigeria permette a Shell di appellarsi all'ordine che blocca la vendita delle attività
MR
08:45L'OMS dice che non ha ancora pieno accesso al Tigray, in Etiopia.
MR
04:49Esclusivo-Delta offre un aumento di stipendio del 34% ai piloti nel nuovo contratto
MR
02:23Esclusivo: un dirigente di Twitter dice che si sta muovendo velocemente sulla moderazione, mentre i contenuti dannosi aumentano
MR
01:30Il Pakistan rimborsa 1 miliardo di dollari di obbligazioni internazionali - portavoce della banca centrale
MR
00:45Wall Street va a caccia di giochi di recessione per affrontare le potenziali turbolenze del 2023
MR
02/12Sospetto per l'omicidio del rapper dei Migos Takeoff arrestato a Houston
MR
02/12L'economia Usa macina posti, la Fed sotto pressione
AW
02/12Grande affluenza alle elezioni di ballottaggio in Georgia, mentre si conclude il voto anticipato
MR
02/12Nota di chiusura
DJ
Ultime notizie "Economia"