MILANO (Reuters) - Un operaio è morto questa mattina nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra, in provincia di Avellino. Era un uomo di 52 anni che lavorava per una ditta esterna di manutenzione in appalto.

Lo riferiscono i sindacati Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm in un comunicato congiunto nel quale tornano a chiedere regole più severe in tema di appalti per porre fine alla lunga serie di incidenti sul lavoro in Italia.

"Stellantis esprime profondo cordoglio e vicinanza ai familiari" della vittima, ha dichiarato un portavoce del gruppo. "L'azienda, per quanto di sua competenza, sta collaborando attivamente con l'autorità giudiziaria e le forze dell'ordine che stanno compiendo gli accertamenti sulle cause dell'incidente", ha aggiunto.

Secondo una fonte sindacale, l'operaio è stato schiacciato da un macchinario.

"Questa strage silenziosa di morti sul lavoro deve essere fermata. Il governo e il sistema delle imprese devono assumersi le proprie responsabilità. Occorre rimettere al centro delle scelte politiche del governo il diritto alla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro", dice la nota sindacale.

(in redazione Claudia Cristoferi, editing Gianluca Semeraro)