Le azioni indiane hanno contrastato l'andamento dell'Asia in senso lato, raggiungendo massimi storici lunedì, mentre gli investitori si sono concentrati sugli affari interni e si aspettavano stabilità dal governo entrante, un giorno dopo il giuramento del Primo Ministro Narendra Modi per un raro terzo mandato.

L'indice NSE Nifty 50 ha guadagnato lo 0,34% a 23.367,30 e lo S&P BSE Sensex è salito dello 0,27% a 76.904,35, con entrambi gli indici che hanno toccato i massimi storici alle 09:22 a.m. IST.

Undici dei 13 settori principali hanno registrato guadagni. I titoli finanziari ad alto peso sono saliti dello 0,7%, mentre gli istituti di credito statali sono saliti dell'1,9%.

Le azioni del settore auto sono salite dello 0,8% dopo che un organismo di concessionari ha dichiarato di aspettarsi stabilità e un miglioramento del sentimento del mercato dopo i risultati delle elezioni, mentre l'informatica ha perso lo 0,8%.

Il calo delle azioni delle aziende IT, che ottengono una quota significativa dei loro ricavi dagli Stati Uniti, arriva dopo che i forti dati mensili degli Stati Uniti sui posti di lavoro hanno smorzato le aspettative di un taglio anticipato dei tassi.

Il Nifty ha guadagnato il 3,4% la scorsa settimana e ha raggiunto un massimo storico venerdì, cancellando le perdite di martedì, dopo che l'alleanza del Primo Ministro Narendra Modi ha vinto le elezioni generali con una maggioranza sorprendentemente sottile.