Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

TOP STORIES ITALIA : inflazione torna positiva a gennaio (+0,4% a/a)

19-02-2021 | 18:51

ROMA (MF-DJ)--Torna il segno positivo per l'inflazione a gennaio: i

prezzi al consumo, infatti, registrano un aumento dello 0,7% su base

mensile e dello 0,4% su base annua (da -0,2% di dicembre); la stima

preliminare era +0,2%.

Lo rende noto l'Istat, precisando che l'inflazione torna positiva

prevalentemente per l'attenuarsi della flessione dei prezzi dei Beni

energetici (da -7,7% del mese precedente a -4,9%), sia nella componente

regolamentata (da -7,0% a -2,1%) sia in quella non regolamentata (da -8,1% a -6,3%), e, in misura minore, per l'accelerazione di quelli dei Beni durevoli (da +0,6% a +1,2%) e per il calo meno ampio dei prezzi dei

Servizi relativi ai trasporti (da -0,7% a -0,1%).

L'"inflazione di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari

freschi e quella al netto dei soli beni energetici sono entrambe in

crescita a +0,8%, da +0,6% di dicembre. L'aumento congiunturale

dell'indice generale è dovuto prevalentemente alla crescita dei prezzi

dei Beni energetici sia regolamentati (+4,8%) sia non regolamentati

(+2,3%), dei Beni durevoli (+1,0%) e dei Beni alimentari (+0,8%).

L'inflazione acquisita per il 2021 è pari a +0,6% per l'indice generale

e a +0,3% per la componente di fondo. I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona decelerano da +0,6% a +0,4%, mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d'acquisto attenuano la loro flessione da -0,3% a -0,1%.

Per l'Unione Nazionale Consumatori si tratta di un "dato preoccupante. Nonostante l'Italia sia ancora in piena crisi, con Pil e consumi in caduta libera, i prezzi giá rialzano la testa, facendo uscire il Paese dalla deflazione". Lo afferma il presidente Massimiliano Dona, aggiungendo che il rialzo è "dovuto ai rincari dei beni energetici, dall'energia elettrica (+4,5% nel tutelato) ai carburanti, saliti in un solo mese del 2,7% per la benzina e del +3,2% per il gasolio, ma che in 3 mesi, stando ai dati Mise, hanno giá segnato un'infiammata allarmante dell'8,3% per la benzina e del 9,4% per il gasolio, pari a quasi 6 euro per ogni pieno (5,75 euro per la benzina e 5,88 euro per il gasolio".

liv

(END) Dow Jones Newswires

February 19, 2021 05:02 ET (10:02 GMT)

Ultime notizie "Economia & Forex"
17:37LAVORO: ok Ue decontribuzione settori turismo, commercio e cultura
DJ
17:36ASTE BOND: Usa collocano 51 mld usd Bill 6 mesi a 0,055%, cover 3,25
DJ
17:36ASTE BOND: Usa collocano 54 mld usd Bill 3 mesi a 0,05%, cover 3,03
DJ
17:35BOND: spread Btp/Bund chiude in contrazione a 101,887 punti base
DJ
17:16PETROLIO: greggio Usa verso calo giornaliero più consistente da due settimane
DJ
17:16PETROLIO: greggio Usa in calo del 3,8% a 71,1 usd/barile
DJ
17:14MPS: Ugl; no a riforme affrettate, rafforzare legame con territorio
DJ
17:02STUDI LEGALI: Cms con Apcoa in finanziamento da 685 mln euro
DJ
16:46NUSCO: ammessa a negoziazioni su Aim Italia
DJ
16:40EURO: Bce, i tassi di riferimento odierni
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"