Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietàMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Taco Bell, le vendite di KFC alimentano i risultati di Yum, mentre Pizza Hut è in ritardo

28-10-2021 | 17:18
FILE PHOTO: A delivery staff member wearing a protective mask enters a KFC fast food outlet after a delivery in Colombo

Il proprietario di Taco Bell, Yum Brands Inc, ha battuto le stime di Wall Street per le entrate e i profitti trimestrali giovedì, poiché la forte domanda per il suo pollo fritto e i tacos hanno attutito il colpo di un rallentamento delle vendite della sua catena Pizza Hut.

L'azienda ha anche beneficiato del ritorno dei clienti nei suoi ristoranti negli Stati Uniti, Canada ed Europa in seguito alle vaccinazioni, anche se le crescenti preoccupazioni per la variante Delta del coronavirus hanno tenuto i consumatori lontani dalle sue catene in altri mercati.

Chipotle Mexican Grill e McDonald's hanno anche consegnato un forte battito nel terzo trimestre, aiutato da aumenti di prezzo dei prodotti e la riapertura delle aree di seduta nei loro ristoranti.

"Abbiamo visto un ritorno al dine-in, ma abbiamo visto le vendite digitali salire ... che è ancora qualcosa che continuerà a crescere per noi", ha detto l'amministratore delegato di Yum Brands David Gibbs in una chiamata con gli analisti.

Taco Bell, che ha reintrodotto il suo menu per la colazione nel trimestre, ha fatto un salto dell'8% nelle vendite di sistema - che esclude l'impatto della conversione valutaria - mentre le vendite di KFC sono aumentate del 3% negli Stati Uniti.

Tuttavia, la divisione Pizza Hut di Yum Brands ha visto le sue vendite di sistema negli Stati Uniti scendere del 2% nel trimestre, dato che le catene di pizza sono alle prese con un rallentamento della domanda di consegna dopo un'impennata durante le serrate dell'anno scorso.

Le azioni della società erano in calo dell'1% a 124,81 dollari.

All'inizio di questo mese, il rivale Domino's Pizza Inc ha registrato il suo primo calo delle vendite negli stessi negozi negli Stati Uniti in oltre un decennio in mezzo a un mercato del lavoro stretto che ha creato una carenza di autisti.

Yum Brands ha detto di essere ben posizionata per affrontare l'inflazione crescente in tutto il settore e la crescente carenza di manodopera.

L'azienda ha riportato un profitto rettificato di 1,22 dollari per azione su un fatturato di 1,61 miliardi di dollari, battendo le stime di 1,08 dollari per azione su un fatturato di 1,59 miliardi di dollari.


© MarketScreener con Reuters 2021
Ultime notizie "Economia & Forex"
11:10Astm, nuovo contratto concessione autostradale da 11 anni e sei mesi
RE
11:10ENERGIA: Cia, contro caro-bollette più risorse per semine e produzione
DJ
11:09Banche, nessuno svantaggio da nuovo quadro regole Basilea 3 - Bankitalia
RE
11:09Italia, controvalore portafoglio esteri cala ancora in novembre
RE
11:03CALCIO: governo francese dispone 1 mld di euro in aiuti (Gazzetta)
DJ
11:02COVID: Uk, Johnson dovrebbe annunciare oggi allentamento restrizioni
DJ
11:01TOP STORIES ITALIA: Franco; Pnrr rafforza ripresa in corso, esito decisivo
DJ
11:01TOP STORIES ITALIA: Mims, gruppo Astm gestirà tratte A12, A11/A12 e A10
DJ
11:01TOP STORIES ITALIA: Civitanavi Systems punta a Ipo su Euronext Milan
DJ
10:53GRUPPO LUTECH: completa operazione fusione di Disc
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"