Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori 

Timor Est sollecita l'Australia su un progetto di gas da tempo bloccato

07-09-2022 | 09:29
FILE PHOTO: Nobel laureate Jose Ramos Horta, the new-elected President of East Timor, delivers his speech after taking his oath during the swearing ceremony in Dili

L'Indonesia, la Corea del Sud, il Giappone e la Cina potrebbero essere interessati a investire in un progetto di gas a lungo ritardato nelle acque tra Timor Est e l'Australia, cruciale per il futuro della nazione asiatica, ha dichiarato mercoledý il Presidente di Timor Est Jose Ramos-Horta.

Ramos-Horta li ha nominati come potenziali investitori, in quanto il suo Paese sta spingendo per rompere una situazione di stallo con l'Australia sulle modalità di sviluppo dei giacimenti di gas Greater Sunrise, cercando di convogliare il gas a Timor Est invece che a Darwin, come favorito dall'operatore del progetto, Woodside Energy Group.

"Quindi l'Indonesia è un potenziale investitore in Greater Sunrise. Perché no? La Corea del Sud è uno dei grandi investitori potenziali", ha detto Ramos-Horta in un discorso al National Press Club di Canberra.

Anche gli investitori giapponesi e cinesi potrebbero essere interessati, ha detto.

Ha esortato l'Australia a sostenere un oleodotto verso Timor Est, affermando che potrebbe aiutare a trasformare il Paese nella prossima Dubai o Singapore, portando al Paese 50 miliardi di dollari di entrate e 50 miliardi di dollari di benefici per lo sviluppo.

"Abbiamo un vicino, l'Australia, che può far accadere questo miracolo", ha detto Ramos-Horta.

Giovedì avrà un colloquio con il Primo Ministro australiano Anthony Albanese.

I due giacimenti che compongono Greater Sunrise sono stati scoperti nel 1974 e contengono una quantità stimata di 5,1 trilioni di piedi cubici di gas e 226 milioni di barili di condensato, un tipo di petrolio greggio leggero che si trova tipicamente con il gas.

Lo sviluppo è stato inizialmente bloccato da un'aspra disputa sui confini marittimi, risolta nel 2018. Ora l'ostacolo principale è il disaccordo sulla scelta di convogliare il gas verso un nuovo impianto di gas naturale liquefatto (LNG) a Timor Est o verso un hub LNG esistente a Darwin.

Il progetto è fondamentale per il futuro di Timor, in quanto la sua principale fonte di reddito, il giacimento di petrolio e gas di Bayu Undan, smetterà di produrre alla fine di quest'anno, lasciando il Paese quasi completamente dipendente dal suo fondo petrolifero, che attualmente detiene 18 miliardi di dollari.

Woodside e gli esperti del settore affermano da tempo che lo sviluppo di Sunrise attraverso Timor Est costerebbe miliardi in più rispetto a Darwin.

Ramos-Horta ha detto che per lui non ha senso inviare il gas a Darwin, che richiederebbe un gasdotto di 500 chilometri (310 miglia), piuttosto che a Timor Est con un gasdotto di 200 chilometri, e ha aggiunto che i costi operativi a Timor sarebbero molto inferiori rispetto all'Australia.

"Non capisco la logica economica della joint venture che insiste nel voler prendere quell'oleodotto. Ma siamo aperti alle discussioni con il Governo".

Uno studio indipendente trapelato all'Australian Financial Review il mese scorso ha mostrato che il costo totale del capitale per il progetto LNG sarebbe di 11,8 miliardi di dollari a Darwin e di 14,1 miliardi di dollari a Timor Est.

Ramos-Horta ha detto di essere fiducioso che Sunrise sarà sviluppato, possibilmente in tandem con il giacimento di gas Abadi al largo dell'Indonesia.

"Sono anche fiducioso che alla fine raggiungeremo un accordo con Woodside e gli altri membri della joint venture", ha detto.

Un portavoce di Woodside ha ribadito mercoledì che il suo obiettivo è che la joint venture, che comprende la compagnia petrolifera statale Timor Gap e la giapponese Osaka Gas, finalizzi un contratto di condivisione della produzione con i governi di Timor e dell'Australia prima di discutere le opzioni di sviluppo.

Ramos-Horta ha fatto eco ai commenti di Timor Gap, l'azionista di maggioranza di Sunrise, secondo cui gli studi dimostrano che non ci sono ostacoli economici o tecnici al trasporto di gas a Timor Est, nonostante la sfida di attraversare una profonda fossa oceanica.

I commenti di Ramos-Horta sul fatto che la Cina potrebbe investire nel progetto del gas arrivano in un momento in cui l'Australia e i suoi alleati hanno espresso preoccupazione per la crescente influenza di Pechino nella regione, dopo la firma di un patto di sicurezza con le Isole Salomone.

Tuttavia, ha minimizzato qualsiasi rischio per la sicurezza derivante dall'investimento della Cina in un gasdotto.

Quando gli è stato chiesto di valutare la situazione nelle Isole Salomone, ha detto che avrebbe consigliato alle isole del Pacifico di non coinvolgere potenze regionali che potrebbero essere sgradite ai loro vicini.

"Qualsiasi leader timorese razionale non farebbe mai nulla senza prendere in considerazione la sensibilità dei vicini", ha detto, sottolineando che Timor Est si trova in una posizione strategica tra Australia e Indonesia.


ę MarketScreener con Reuters 2022
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
MSCI SINGAPORE (GDTR) -0.21%5681.67 Prezzo in tempo reale.-9.31%
OSAKA GAS COMPANY., LTD. 0.73%2082 Prezzo in differita.8.73%
S&P GSCI CRUDE OIL INDEX -4.08%407.1576 Prezzo in tempo reale.6.34%
S&P GSCI NATURAL GAS INDEX -1.78%256.4847 Prezzo in tempo reale.68.39%
S&P GSCI PETROLEUM INDEX -4.00%285.0199 Prezzo in tempo reale.12.55%
WOODSIDE ENERGY GROUP LTD 0.93%36.75 Prezzo in differita.66.03%
Ultime notizie "Economia"
22:09L'ente commerciale messicano prevede che la produzione di ricambi auto stabilisca un record quest'anno
MR
21:15La maggior parte delle criptovalute sarà probabilmente regolamentata come titoli, afferma il CEO di ICE, proprietario del NYSE.
MR
19:55Esclusivo-Il produttore di petrolio di scisto Continental Resources nomina Doug Lawler come amministratore delegato
MR
19:50Colonna-2023 Previsioni di mercato - quando l'oltraggioso e il plausibile si confondono: McGeever
MR
19:49Le esportazioni del Canada sono aumentate a ottobre, grazie alla debolezza del dollaro.
MR
19:37I produttori di petrolio del Mare del Nord chiedono un prezzo minimo per limitare l'imposta sulle perdite del Regno Unito
MR
19:27Mecspe : transizione e mobilità al centro 21* edizione
DJ
19:25FlixBus : lancia iniziativa Offset Christmas per Natale a impatto ridotto
DJ
19:23Casasold : accordo vincolante per acquisizione 75% Tweppy
DJ
19:16A.Bologna : a novembre 575 mila passeggeri, forte frenata rispetto al pre-Covid
DJ
Ultime notizie "Economia"